Super Swann non basta, Ferrara cede in volata agli Sharks

Super Swann non basta, Ferrara cede in volata agli Sharks

Gara equilibrata al PalaMaggetti, con la Cimorosi Roseto che batte la Bondi Ferrara orfana di Campbell ma con un immenso Swann, autore di 38 punti ed applaudito a fine gara dal pubblico rosetano.

di Piergiorgio Stacchiotti

CIMOROSI ROSETO – BONDI FERRARA 82-77
ROSETO: Giordano, Person 14, Cocciaretto n.e., Rodriguez 11, Ianelli, Penè, Nikolic n.e., Eboua 8, Bayehe 6, Sherrod 11 , Akele 14, Pierich 18. Coach Germano D’Arcangeli
FERRARA: Conti, Swann 38, Fantoni, Ganeto, Molinaro 18, Zampini 6, Mazzoleni 7, Buffo 2, Mazzotti n.e, Panni, Calò, Liberati 6. Coach Spiro Leka
ARBITRI: Maschio, Cheriscla, Mottola
Note: parziali 19-20; 40-41; 63-58; 82-77. Tiri da due Roseto 18/39, Ferrara 13/19. Tiri da tre 6/20; 12/35. Tiri liberi: 28/32; 15/18. Rimbalzi: 38 (27+11), 23 (22+1)

Gara equilibrata al PalaMaggetti, con la Cimorosi Roseto che batte 82-77 la Bondi Ferrara orfana di Campbell ma con un immenso Swann, autore di 38 punti ed applaudito a fine gara dal pubblico rosetano, con il numero 4 estense che ha ricambiato dando il “cinque” agli spettatori di curve e tribune.

Roseto subito 6-0 dopo 2’ grazie ad una bomba e un libero aggiuntivo marchiati Person. L’americano timbra ancora il cartellino, questa volta con un arresto e tiro, precedendo uno schiaccione di Sherrod che lancia gli Sharks sul 10-0 dopo meno di 3’. Arriva il primo canestro estense con Swann che ha la meglio sull’intera difesa biancazzurra. Il numero 4 ospite è on fire e va a bersaglio con due triple consecutive, riavvicinando i suoi sull’11-8 al 5’. Dopo due liberi di Rodriguez, Swann colpisce ancora da 3 ma questa volta arriva la replica rosetana, sempre con Rodriguez. Molinaro firma il primo canestro ospite “non di Swann” prima della bomba del giovane Zampini (peraltro ex della gara) al rientro dopo un lungo infortunio; torna a segnare anche Swann e c’è il sorpasso della Bondi sul 17-18. 2/2 dalla lunetta per Molinaro e Person, la prima frazione termina sul 19-20.

Dopo un nuovo +3 del quintetto di Leka, Roseto impatta con una tripla di Person al 12’ e poi caccia la freccia con Akele. Ferrara torna avanti con una tripla del solito Swann ma la risposta della Cimorosi è immediata e al 15’ i locali conducono 32-29. Continua la serie di sorpassi e controsorpassi, con Pierich sugli scudi con un super assist per Bayehe, molto abile in questa fase nello sfruttare i servizi dei suoi compagni con sei punti messi a referto in un breve lasso di tempo. Gli Sharks tentano un allungo sul +5 a 2’minuti dall’intervallo ma al rientro negli spogliatoi sono nuovamente avanti gli estensi sul 40-41. Sono già 23 i punti di Swann, mentre fra i padroni di casa il best scorer è Person con 11.

Pioggia di triple al rientro in campo complice la buona vena di Liberati, Pierich e l’immancabile Swann. Akele in un amen commette il suo terzo e quarto fallo personale. Al 25’ è Roseto a condurre 50-49. All’imperioso schiaccione inchiodato da Eboua ribatte Molinaro, Ferrara ancora -3. Arriva però la nuova bomba di Pierich, time-out Bondi sul 57-51 a 3’08” dalla fine del terzo periodo. Eboua entusiasma il PalaMaggetti volando in cielo a schiacciare il +8 rosetano ma a parti inverse Liberati centra il bersaglio da 3. Ci si prepara alla frazione decisiva sul punteggio di 63-58.

Nulla di fatto nel primo minuto, fatta eccezione per il quinto fallo di Calò. Al 32’ invece Ferrara ritrova la parità grazie a cinque punti consecutivi di Swann, che fallisce poco dopo la tripla del sorpasso: time-out sul 63-63 a 7’31”dalla fine. Ci pensa come al solito Pierich a togliere le castagne dal fuoco per i padroni di casa: è sua la bomba che suona la carica per gli Sharks allo scoccare del 33’. Person in contropiede segna e subisce il fallo, realizzando il libero supplementare; poco più tardi prova a ripetersi con una dinamica simile ma l’epilogo è differente. Roseto avanti 69-63 al 35’, con Ferrara che spreca varie occasioni per assottigliare il divario.

Dopo ½ di Pierich dalla lunetta, la Bondi torna a segnare due volte con Mazzoleni. Nuovo minuto di sospensione a 3’26” dal suono dell’ultima sirena con gli Sharks in vantaggio 70-67. Zampini va ad impattare con la seconda tripla della sua gara. Rodriguez e Swann non tremano dalla lunetta, prima del sottomano vincente di Sherrod: 74-72 al 38’. Swann non è sazio e firma il sorpasso con una nuova bomba, ma Roseto torna avanti con Akele, 76-75 a un minuto dalla fine. Altro 2/2 di Rodriguez dalla linea della carità, ½ invece per Molinaro: Roseto +2 e palla in mano. Sherrod però spreca il possesso e gli ospiti recuperano il possesso quando mancano 28” al termine. Fallo di Person e Mazzoleni in lunetta a 19” dalla conclusione: va dentro solo il secondo, Sharks ancora avanti di uno. Subito fallo degli ospiti e Rodriguez segna altri due liberi. Swann prova a pareggiare la gara ma non trova il bersaglio, così Akele poco dopo chiude virtualmente la pratica dalla lunetta. Roseto trionfa 82-77 ed è, almeno momentaneamente, sesta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy