Tezenis, altro capitombolo: Udine si impone al PalaOlimpia

Tezenis, altro capitombolo: Udine si impone al PalaOlimpia

Udine viola il PalaOlimpia dopo una gara a basso punteggio e risolta nel finale dai due giocatori con più talento, Ray e Okoye.

Commenta per primo!

Tezenis Verona-Amici Pall.Udine 56-62

Udine viola il PalaOlimpia dopo una gara a basso punteggio e risolta nel finale dai due giocatori con più talento, Ray e Okoye. Verona rimane impantanata in un secondo tempo disastroso, in cui segna la miseria di 18 punti.

Primo periodo equilibrato, timbrato all’inizio dai punti di Okoye e Cuccarolo da una parte e di Boscagin dall’altra. Udine domina il confronto a rimbalzo offensivo, ma commette qualche palla persa di troppo, permettendo a Verona di stare a contatto e poi di tentare una minifuga grazie a Portannese che attacca bene il ferro e a Totè che ha un buon impatto dalla panchina. La squadra di Frates tocca il massimo vantaggio sul +4, ma ancora un ottimo Cuccarolo, con un movimento di potenza, riduce il gap: 20-18 per Verona a fine primo quarto.

Nel secondo quarto Verona segna solo 2 punti in oltre 4 di gioco, ma Udine non ne approfitta in pieno e non va oltre il +1 con una tripla di Pinton (23-22). La qualità offensiva della partita è relativa. Pinton replica dalla lunga (26-24), ma qui Udine si ferma. Boscagin e Diliegro suonano la carica, Frazier e Totè danno man forte, la difesa si fa soffocante: parziale di 14-2 e Verona si ritrova a +10 (38-28) a fine primo tempo.

Dopo il riposo, sembra svegliarsi dal torpore Ray, più intraprendente e coinvolto. Un parziale di 6-0 di Udine fa traballare le certezze di Verona, che respira sulla tripla di Frazier del +7 (41-34). Ma Udine trova più fluidità sui giochi e di conseguenza fiducia difensiva. Ray si infiamma e Castelli dalla lunetta ricuce a -1 (45-46). Gli americani della Tezenis (Robinson e Frazier) sono in panchina con quattro falli, mentre Boscagin fissa il +3 (48-45) veronese dopo 30’.

La squadra di Lardo cavalca però un’onda positiva e sorpassa e accelera subito a inizio quarto periodo (52-48) con Ferrari,Ray e Vanuzzo. Il parziale è di 9-0 in 2’30” e tramortisce Verona, costringendo Frates al timeout. Al rientro Frazier sblocca la squadra di casa, ma Ray non molla la presa. Tra mille difficoltà, la tripla di Boscagin regala alla Tezenis la parità (56-56) infiammando il pubblico. Ci pensano però Okoye e Ray, con due triple micidiali per il +6 (62-56), a raffreddare l’entusiasmo e regalare la vittoria a Udine.

Tabellini:

 Verona: Robinson, Frazier 19, Boscagin 13, Pini 2, Diliegro 7, Basile, Brkic 2, Totè 5, Portannese 8.

 Udine: Traini 4, Ray 16, Okoye 14, Castelli 5, Cuccarolo 6, Truccolo, Vanuzzo 4, Pinton 6, Nobile 2, Ferrari 2.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy