Torino, altra vittoria contro Brescia

Torino, altra vittoria contro Brescia

Commenta per primo!

La partita si apre con una tripla di Parente, in splendida forma, che sblocca lo zero dal tabellone luminoso, ma Brescia rimane a contatto con Ghersetti che risponde subito da sotto; la partita rimane in sostanziale equilibrio fino al settimo minuto quando un rimbalzo offensivo di Conti – subentrato a Masper gravato già di due falli – ed il successivo canestro dello stesso fissano il punteggio sul 19-11, da questo momento la squadra di casa prende il controllo della gara con un gioco corale e con ottime percentuali dal campo, il quarto si conclude con Rezzano e Giadini che portano le loro squadre sul 32 a 17.

 

Nel mini-intervallo coach Dell’Agnello sprona i suoi a fare di più, una tripla di Tassinari complica le cose per i bresciani, che cercano di porre rimedio con una zona, che però viene subito punita dall’arco da Giadini prima, e successivamente con Maggiotto che trova un canestro al quanto fortunoso di Tabella, fissando il punteggio sul 45 a 23. Brecia però non è disposta a fare la parte della vittima, e sfruttando un black out dei torinesi firma un parziale di 5 a 0 con il talentuoso Crow e Maganza, prontamente coach Faina chiama un minuto di sospensione per bloccare l’emoraggia dei suoi e schiarire le idee.

La squadra risponde: Giusto mette la bomba ed un antisportivo fischiato a favore di Masper, porta altri 4 punti sul segnapunti, ed un’altro fallo di Maganza (il terzo) su Masper accentua il divario fissando il 56 a 30 per i gialloblù. Brescia però, non demorde ed inizia a macinare gioco con il trio Bushati, Ghersetti e Gergati che riportano a 15 le lunghezze da recuperare a metà gara (60-45).

All’inizio del quarto la partita sembra essere in pieno possesso dei padroni di casa che con Cotani e Masper ricacciano a 19 punti di distanza la Leonessa , poi ancora un sussulto gialloblù con Tassinari e Giusto, che però vengono subito messi a tacere da un perentorio parziale di 8 a 0 che riporta gli ospiti a meno 16 alla fine del terzo periodo.

L’ultima frazione riprende con Brescia che continua la sua rimonta riportandosi praticamente in partita dovendo colmare solo più un divario di 12 lunghezze, arriva però, il quinto fallo di Ghersetti che lascia respirare la Zerouno dalla lunetta e successivamente Conti segna in arresto e tiro dalla media distanza per il 79 a 64 del 35esimo minuto.

Al rientro dal timeout Brescia si riporta a soli 10 punti di scarto, l’arbitraggio già pessimo nei primi due quarti, diventa insostenibile ed il ruffini si fa sentire cercando di caricare la propria squadra, ad un minuto e mezzo dalla fine il punteggio è fermo sull’81 a 75, Cotani segna con un canestro di pura fisicità con il fallo, non pervenuto però dalla coppia arbitrale; Gergati risponde con un due su due dalla linea della carità. Nell’azione successiva Parente sbaglia il tiro, Masper vola a rimbalzo e si vede fischiare una quantomeno dubbia infrazione di passi che regala il possesso agli ospiti, il quale porterà alla inesistente tripla di Rezzano, che comporterà un simpatico separietto al tavolo tra arbitri ed allenatori, la confusione regna sovrana, restano solo più 20 secondi sul cronometro, Tassinari segna un punto dalla lunetta, Brescia perde palla e Cotani subisce fallo, il primo libero va a segno, il secondo rimbalza sul ferro ed un attentissimo  Masper prende il rimbalzo e segna indisturbato, il canestro del definitivo 87 a 80.

La striscia di vittorie consecutive in casa PMS arriva a 4, la cura Faina sembra funzionare, con ben 6 giocatori in doppia cifra e con il giovane giusto a quota 8 punti la squadra ha dimostrato tutto il suo potenziale nonostante il calo nel finale. Superba, infine, la prestazione in cabina di regia di Parente, che ritrova anche la via del canestro con buone percentuali dal campo.

Prossimo impegno fuori casa ad Omegna sabato 26 febbraio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy