Torino vs Piacenza, la sfida infinita sorride alla PMS

Torino vs Piacenza, la sfida infinita sorride alla PMS

Commenta per primo!

Piacenza guida la classifica da neo-promossa, mentre la PMS cerca di agguantare un sempre più vicino sesto posto, la salvezza.

 

sfida ricca di grandi nomi da ambo i lati: Scarone e Passera, due veri crack per la A-dilettanti. Torino invece risponde con un settore lunghi di tutto rispetto con Masper, Conti e Cotani. La partita si fa subito interessante con Masper e Cazzaniga a firmare i primi punti, Torino allunga le distanze con Giadini, ma a fine primo quarto l’equilibrio si ristabilisce sul 23-21.

anche nel secondo quarto la Zerouno rimane in vantaggio e piazza un altro piccolo break con Giadini e Maggiotto, ma Piacenza sorretta da Scarone e Trapella agguanta gli ospiti sul 48 a 47 di metà partita. Al rientro in campo Passera segna subito Masper risponde con un personalissimo 5 a 0 di parziale, prima che il solito Scarone riporti la situazione in parità. la svolta arriva con Tassinari e Masper che contro una asfisiante difesa ospite piazzano un nuovo allungo. Cotani zoppicante esce definitivamente dalla partita, ma il divario rimane costante fino alla sirena del terzo quarto che sancisce il 64 a 57 grazie a Parente con una conclusione fortunosa allo scadere.

l’ultima frazione vede una Torino in fuga raggiungere il +14 con un concretissimo Maggiotto al 35esimo, Scarone risponde con una tripla; arrivano in breve tempo il terzo ed il quarto fallo personale di Masper che costringe Faina ad inserire nuovamente Conti gravato anche lui di 4 penalità. Passera ne approfitta per tornare a – 9 ed un bel parziale di 12 a 0 mette in dubbio la vittoria dei padroni di casa. Conti prova a svegliare i suoi con un canestro dalla media, Masper recepisce il messaggio e ne mette altri 2 dopo un’ottima difesa. Parente commette fallo, Passera in lunetta non fallisce, e Perego imita il compagno per il 78 a 76 dopo il quinto fallo di Parente sostituito da Giusto.

Piacenza si mangia un canestro, la PMS subisce fallo, Conti manda a bersaglio solo un libero su i due a disposizione. dalla rimessa prende palla Scarone che con i suoi 36 anni e la sua mole di astuzia cestistica subisce fallo da Giadini in fase di tiro da metà campo, quindi tre tiri per il play-guardia italo-argentino, che sbaglia un libero. il fallo sistematico su Tassinari porta due tiri liberi, uno solo realizzato; Piacenza a 9 secondi dalla conclusione del match, trova Scarone ancora una volta in angolo ma il ruffini sputa letteralmente il tiro regalando i due punti ai ragazzi di coach Faina.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy