Treviglio, che beffa! La tripla di Negri spezza il sogno biancoblu

Treviglio, che beffa! La tripla di Negri spezza il sogno biancoblu

La tripla allo scadere di Negri regala a Treviso la vittoria per 69-70 e spezza il sogno playoff di Treviglio

Commenta per primo!

Una sconfitta dolorosissima per la Remer Treviglio che costruisce due quarti sontuosi ma si fa raggiungere proprio sulla sirena da una tripla di Negri che regala la vittoria ai veneti e soprattutto interrompe il sogno playoff dei trevigliesi: il punteggio finale di 69-70 è l’estrema sintesi della beffa subita dai ragazzi di Vertemati che nei primi due quarti sono risultati nettamente superiori alla blasonata formazione allenata da Stefano Pillastrini che ha avuto il merito di crederci fino alla fine quando ha recuperato i padroni di casa, in difficoltà per i problemi di falli dei suoi lunghi e un nervosismo che andava via via accumulandosi, fino alla coltellata finale allo scadere dei tempi regolamentari.

Un grande applauso però va ai ragazzi di Vertemati che hanno disputato una partita di grande cuore e coraggio, guadagnandosi l’onore delle armi ma ritrovandosi ahimè solamente con una sconfitta dolorosissima e immeritata.

Coach Vertemati schiera per la palla a due Marino in regia, Turel e Kyzlink sugli esterni, Sorokas e Rossi sotto canestro; dall’altra parte coach Pillastrini sceglie il quintetto formato da Moretti in regia, Abbott e l’ex Fabi sugli esterni, Rinaldi e Powell sotto le plance.

Parte bene Treviglio con la tripla di Marino, la risposta veneta arriva due possessi più tardi con la bomba di Rinaldi e a seguire quella di Abbott. La Remer non vuole lasciar scappare gli avversari e cerca di puntare la difesa degli ospiti in penetrazione, trovando punti importanti da Turel, Kyzlink, Sorokas e Marino; fondamentale anche una difesa molto aggressiva che concede ai trevigliesi di costruirsi extra possessi adeguatamente sfruttati con la tripla di Kyzlink e il contropiede di Marino che valgono il +5 (16-11) di metà quarto. Treviso rimane vicina alla Remer con i canestri di Fabi e Powell ma la difesa a metà campo dei padroni di casa è mortifera grazie anche a un super Sorokas che prima infila una tripla e poi recupera un pallone che lancia in attacco per l’accorrente Marino che infila il +9 (21-12) in contropiede, costringendo Pillastrini al time out. Il coach dei veneti inserisce nuove pedine dalla panchina (Negri, Busetto, Ancellotti), Vertemati risponde con il quintetto lungo ma il colpo arriva dal piccolo Savoldelli che infila la tripla del +12 (24-12); reazione ospite con il gioco da tre punti di Rinaldi e l’1/2 ai liberi di Negri, Treviglio non infila la retina per alcuni possessi ma chiude bene il quarto con il piazzato dalla media distanza di Turel che firma il +10 (26-16) di fine primo quarto.

Fabi inaugura il secondo parziale con una tripla fronte a canestro, risponde subito Treviglio infilando 8 punti con Mirco Turel e riconquistando la doppia cifra di vantaggio (34-19): la manovra biancoblu gira alla perfezione con una difesa asfissiante sui portatori di palla dei veneti, grande circolazione in attacco e freddezza al tiro, qualità che la portano ad annullare gli attaccanti ospiti e ad allungare ulteriormente con il canestro da sotto di Rossi (36-19), costringendo Pillastrini a un nuovo time out. Dopo altri due attacchi inconcludenti, finalmente Treviso torna a segnare dopo 5’ di apatia con il 2/2 dalla lunetta di Powell, la Remer però continua a mordere gli avversari e colpisce ancora con il jump dalla media distanza di Kyzlink e 4 punti di Sorokas (schiacciata in contropiede e 2/3 ai liberi) per il  +21 biancoblu (42-21). Reazione dei veneti che piazzano un parziale di 7-0 con i canestri di Ancellotti e Busetto e la tripla di Abbotti che riavvicinano gli ospiti (42-28) e portano coach Vertemati a chiamare time out a 1’50’’ dall’intervallo. I trevigliesi però non troveranno altri canestri, dall’altra parte i veneti infilano solo l’1/2 dalla lunetta di Rinaldi che manda le squadre negli spogliatoi sul 42-29 per la formazione di casa.

Riparte bene Treviso con il canestro da sotto di Ancellotti, Treviglio continua a litigare con il canestro come negli ultimi minuti del secondo quarto e ritorna a colpire solo dopo quasi 1’30’’ di gioco con la tripla di un ispirato Turel e un appoggio in area di Rossi (47-31). Il momento è favorevole alla De’ Longhi che accorcia ancora con 3 punti di Ancellotti e 5 di Negri (tripla + 2/2 ai liberi), arrivando a -10 (49-39), la risposta trevigliese non è immediata ma arriva dopo poco con altri 5 punti di super Turel, cui va aggiunta la tripla di Kyzlink che ricaccia indietro gli avversari (55-41) e sposta l’inerzia nuovamente dalla parte della Remer, con Pillastrini che è costretto a chiamare time out. Si riavvicina Treviso con 3 punti di Powell (1/2 dalla lunetta e schiacciata in contropiede), risponde Treviglio con il 2/2 ai liberi di Tambone ma il finale è sfavorevole ai padroni di casa che si vedono fischiare contro un fallo tecnico ai danni di Lele Rossi, sanzione che i veneti sfruttano con il 3/3 dalla lunetta di Moretti che consente agli ospiti di chiudere il terzo quarto sotto di 10 lunghezze (57-47).

L’ultimo e decisivo quarto ricomincia in un clima  incandescente, con entrambe le tifoserie a protestare contro gli arbitri. Vertemati ha i lunghi carichi di falli e inserisce il giovane Spatti che risponde al canestro di Negri con un piazzato dall’area, il suo collega d’area Chillo allunga con un 2/2 ai liberi mentre Treviso si riporta sotto la doppia cifra di svantaggio con i canestri di Rinaldi e Negri (61-53). Grande reazione trevigliese con 5 punti di un sontuoso Marino (da sottolineare la tripla fuori equilibrio allo scadere dei 24 con le braccia di Powell in faccia) che ricacciano indietro i veneti (66-53) e spingono Pillastrini a un nuovo time out. La De’ Longhi esce bene dal time out e recupera ancora con il contropiede di Moretti  e le triple di Abbott e Fabi per l’8-0 veneto che riporta gli ospiti a -5 lunghezze dai trevigliesi (66-61) a 3’11’’ dal termine, con Vertemati a chiamare time out per provare a riorganizzare le idee dei suoi che ora stanno soffrendo più del dovuto sotto le plance. Il coach della Remer rimanda in campo Sorokas per Spatti ma è ancora Treviso a colpire in contropiede con Fabi (66-63); la Remer però non vuole mollare e trova una tripla impossibile con Marino che va a segno dall’angolo cadendo all’indietro (69-63), risponde la De’ Longhi con un piazzato di Abbott (69-65), dando inizio all’ultimo e decisivo minuto: Sorokas esce dal campo dopo aver commesso il quinto fallo della sua partita, Abbott fa 2/2 dalla lunetta (69-67), dall’altra parte Chillo fa 0/2 ai liberi e da’ un’ultima chance ai veneti che la colgono con gli interessi infilando la tripla della vittoria allo scadere con Matteo Negri che fa esplodere di gioia la curva di Treviso.

Per Treviso in doppia cifra Negri (13 punti, 3 assist e la tripla della vittoria), Abbott (top scorer dei veneti con 15 punti e 3 rimbalzi), Fabi (11 punti, 4 rimbalzi e 4 assist) e Rinaldi (11 punti e 7 rimbalzi).

Dall’altra parte da sottolineare la grande prova di Mirco Turel (20 punti, 3 rimbalzi, ma anche 5 palle perse) e le buone prestazioni di Marino (17 punti e 6 assist), Sorokas (11 punti, 6 rimbalzi, 4 assist) e Rossi (4 punti, 8 rimbalzi, 5 assist).

 

Remer Treviglio 69–70 De’ Longhi Treviso (parziali: 26-16, 42-29, 57-47)

Remer Treviglio: Savoldelli 3, Ferri n.e., Chillo 2, Kyzlink 8, Sorokas 11, Marino 17, Spatti 2, Tambone 2, Rossi 4, Turel 20. All. Vertemati

De’ Longhi Treviso: Abbott 15, Moretti 5, De Zardo n.e., Malbasa, Fabi 11, Busetto 2, Powell 6, Rinaldi 11, Negri 13, Ancellotti 7. All. Pillastrini

StatisticheTreviglio: 15/33 da 2, 11/31 da 3, 26/64 totale, 6/9 ai liberi; Treviso: 14/36 da 2, 9/22 da 3, 23/58 totale, 15/20 ai liberi

Arbitri dell’incontro: Alberto Maria Scrima di Catanzaro (CZ), Mauro Belfiore di Napoli (NA), Simone Patti di Montesilvano (PE)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy