Treviglio sconfigge Chieti e conquista la prima “W” della stagione

Treviglio sconfigge Chieti e conquista la prima “W” della stagione

Commenta per primo!

Primi punti in classifica per la Remer Treviglio che nel primo match casalingo della stagione batte la Proger Chieti per 60-53 al termine di una partita per lunghi tratti brutta sotto il punto di vista del gioco con gli ospiti a condurre le danze nei primi tre quarti a fronte di una Remer contratta e molto imprecisa che si riprende nell’ultimo periodo grazie all’apporto del trio Marino-Kyzlink-Sorokas, al talento di Tambone e a 4 punti fondamentali di Rossi negli ultimi due giri d’orologio.

Vertemati schiera per la palla a due Marino in regia, Kyzlink e Turel sugli esterni, Sorokas e Rossi sotto canestro; dall’altra parte Galli risponde con Monaldi in regia, Piccoli e Sergio sugli esterni, Armwood e Allegretti sotto canestro.

È proprio il lungo della Proger a inaugurare il match concludendo un contropiede da palla persa della Remer che risponde subito con la penetrazione di Turel e la schiacciata di prepotenza in contropiede di Kyzlink; partita che si gioca subito su ritmi molto alti da entrambe le parti, con Chieti più efficace dei biancoblu come dimostrano i 7 punti in serie di Armwood che portano avanti gli abruzzesi (4-9), nonostante comunque la buona difesa della squadra di casa. Treviglio continua a essere imprecisa in attacco dove non mette a segno alcun canestro per più di 4’ sino ai canestri di Sorokas e Kyzlind, ma continua a subire la straripante fisicità di Armwood che nell’area trevigliese fa il buono e il cattivo tempo; dopo 1’50’’ di stasi, Sergio colpisce da dietro l’arco mentre Marino che risponde con un piazzato dall’angolo, in una fase di gioco nella quale coach Galli trova buone risposte anche dalle sue riserve (canestro solitario di Piazza su svarione difensivo trevigliese) mentre la Remer continua a litigare con il ferro abruzzese (dopo 10’ 5/11 da 2 punti e 0/6 da 3 punti, a fronte del 6/7 da 2 punti e il 2/5 da 3 punti degli ospiti) e chiude un brutto primo quarto sotto 10-18 subendo un canestro convalidato a Monaldi per interferenza di Chillo e con Lele Rossi già a quota due falli.

Secondo periodo che si sblocca dopo 1’30’’ con i canestri da sotto di Sorokas e Kyzlink, intervallati dall’appoggio di Allegretti per la Proger, con la Remer che riesce a limitare qualche attacco degli ospiti con una difesa aggressiva ed efficace; 2/2 del giocatore ceco dalla lunetta e a seguire botta e risposta da 3 punti tra Sergio e Tambone ma è Treviglio ora la più attiva con l’appoggio a canestro di Sorokas che firma il -2 biancoblu (21-23) e spinge Galli al time out. Al ritorno sul parquet retine inviolate per quasi 2’ sino al 2/2 ai liberi di Marino che firma il sorpasso Treviglio (23-23), canestro che risveglia la contesa con il botta e risposta tra Monaldi e Chillo, ma è Chieti a mantenere il vantaggio con l’ennesima tripla di Sergio e la penetrazione vincente di Piazza mentre la Remer che torna a essere un po’ troppo frettolosa in attacco. Ultimo minuto aperto dal canestro da sotto di Turel e chiuso dalle proteste di tutto il pubblico trevigliese per un fallo plateale non fischiato sulla sirena per un contatto di Armwood sulla guardia biancoblu, con Chieti sempre avanti 27-30.

Inizio di terzo quarto insolito con il tiro libero realizzato da Allegretti a cronometro fermo a seguito del fallo tecnico fischiato alla panchina trevigliese dopo le proteste al termine del periodo precedente; la Remer ripropone ancora qualche disattenzione e diversi errori grossolani in attacco, sbavature delle quali la Proger approfitta solamente con il contropiede vincente di Monaldi in più di 2’30’’ di gioco nei quali il bel gioco sembra rimasto negli spogliatoi. Dopo 4’ finalmente Tambone infila la tripla che muove il punteggio dei trevigliesi in un frangente di gioco nel quale entrambe le formazioni litigano furiosamente con il canestro e che viene interrotto dal time out di coach Galli a seguito dell’ennesimo errore offensivo del quarto degli abruzzesi; ritorna a segnare Marino slalomeggiando tra la difesa di Chieti con la Remer che torna a -1 (32-33) ma subisce la tegola del quarto fallo fischiato a Lele Rossi che viene richiamato in panchina da Vertemati. La Proger torna a segnare dopo più di 7’ con la tripla di Allegretti, botta e risposta in penetrazione tra Kyzlink e Monaldi ad aprire l’ultimo minuto nel quale Piazza fa 1/2 dalla lunetta e Marino trova un gioco da tre punti che fissa il punteggio sul 37-39 (10-9 il parziale a favore dei trevigliesi, sintomo di un quarto brutto dal punto di vista del gioco e con parecchi problemi realizzativi da entrambe le parti) con ancora 10’ da giocare.

Al rientro sul parquet Vertemati punta sul quintetto piccolo (in campo Marino, Tambone, Savoldelli, Kyzlink e Chillo) e il feedback è buono con Marino a rispondere in penetrazione al canestro di Monaldi dopo un buon rimbalzo offensivo recuperato da Chillo e i “picccoletti” biancoblu ad aggredire l’avversario su tutto il parquet, aggressività che frutta un fallo antisportivo fischiato a Piazza che la Remer sfrutta alla grande con il 2/2 ai liberi e la tripla di Marino che finalmente spinge Treviglio in vantaggio (44-43) grazie ai 7 punti in fila del suo play senese; Chieti reagisce con il 3/4 dalla lunetta di Piazza e la penetrazione vincente di Monaldi, a fronte di due sanguinosi errori da sotto di Sorokas che spingono Vertemati a chiamare time out sul 44-48 ospite e con 6’20’’ da giocare. La reazione trevigliese arriva con 4 punti in serie di Tomàs Kyzlink che riavvicinano la formazione di casa (48-50), con l’ala ceca a colpire ancora la difesa teatina in penetrazione su passaggio filtrante di Tambone  per il pareggio bergamasco (50-50), infiammando il pubblico del PalaFacchetti; Armwood fa 1/2 dalla lunetta per Chieti che perde Allegretti per falli, Treviglio si riporta avanti con i primi punti della partita del capitano Lele Rossi (2/2 ai liberi) che a seguire provoca il fallo in attacco di Vedovato, propizia l’allungo dei suoi con un canestro da sotto e si accomoda in panchina dopo il quinto fallo commesso. La Proger sente la pressione e fa 0/2 dalla lunetta con Sergio mentre la Remer piazza un’altra coltellata con la tripla di Tambone che fa esplodere il PalaFacchetti e costringe Galli al time out con poco più di 1’20’’ da giocare; Armwood va a segno da sotto ma non infila il libero supplementare, mentre Treviglio entra nell’ultimo minuto nel segno di Paulius Sorokas: l’ala lituana prima sfrutta uno svarione difensivo degli abruzzesi per appoggiare indisturbato a canestro, poi spazza il canestro dopo un errore al tiro di Monaldi e infine infila un 2/2 ai liberi firma la vittoria trevigliese per 60-53.

Per Treviglio in doppia cifra Kyzlink (16 punti, 6 rimbalzi, 6/7 da 2 punti, 2 palle recuperate e una foga agonistica determinante in molti frangenti di gioco), Sorokas (10 punti, 8 rimbalzi e 4 punti decisivi nel finale) e Marino (16 punti e 4 assist), decisivo Tambone (8 punti, 5 rimbalzi, 4 assist, 3 palle recuperate e 2/5 da 3 punti); dall’altra parte non sono bastate le ottime prove di Sergio (11 punti, 4 rimbalzi e 3 triple importanti nella prima parte di gara), Monaldi (il migliore dei suoi con 14 punti e 3 rimbalzi) e la doppia doppia di Armwood (12 punti e 11 rimbalzi, ma tanto nervosismo in campo).

 

Remer Treviglio 60–53 Proger Chieti (parziali: 10-18, 27-30, 37-39)

Remer Treviglio: Savoldelli, Ferri n.e., Chillo 2, Kyzlink 16, Sorokas 10, Marino 16, Spatti, Dessì n.e., Mezzanotte n.e., Tambone 8, Rossi 4, Turel 4. All. Vertemati

Proger Chieti: Piazza 8, Allegretti 8, Marchetti, Sipala, Piccoli, Vedovato, Sergio 11, Monaldi 14, Armwood 12, De Martino n.e.. All. Galli

StatisticheTreviglio: 19/38 da 2, 3/25 da 3, 22/63 totale, 13/14 ai liberi; Chieti: 15/32 da 2, 5/20 da 3, 20/52 totale, 8/14 ai liberi.

Arbitri dell’incontro: Alex D’Amato di Roma (RM), Andrea Longobucco di Ciampino (RM) e Alessandro Buttinelli di Roma (RM)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy