Treviglio sconfigge Chieti e infila la quarta vittoria consecutiva

Treviglio sconfigge Chieti e infila la quarta vittoria consecutiva

Treviglio sfrutta il fattore campo e porta a casa due punti importantissimi avendo la meglio della Proger Chieti con il punteggio finale di 68-59: una vittoria sofferta, conquistata al termine di una partita che ha visto Chieti controllare i bergamaschi nella prima parte di gara (complice anche delle cattive percentuali al tiro e qualche svarioni difensivi dei biancoblu) e la rimonta dei ragazzi di Vertemati nel terzo quarto con un ultimo parziale in cui ha prevalso la voglia di compiere un nuovo passo avanti nella corsa ai playoff da parte della Remer e forse la stanchezza e il nervosismo degli uomini di Galli che non sono riusciti a infilare quei tiri che nei primi 10’ entravano davvero facilmente. Treviglio così continua a mantenersi nelle posizioni di testa e si avvicina al decisivo match di Recanati del prossimo turno con la carica della quarta vittoria consecutiva.

Vertemati manda in campo il quintetto formato da Marino in regia, Turel e Kyzlink sugli esterni, Gaspardo e Rossi sotto canestro; dall’altra parte Galli inizia il match con Monaldi in regia, Hamilton e Sollazzo sugli esterni, Sergio e Ancellotti sotto canestro.

Primi punti del match firmati da Luigi Sergio con una schiacciata in penetrazione per una Proger pimpante in questi primi minuti e che tenta subito un primo allungo grazie anche al canestro da sotto nell’azione successiva di Ancellotti; Treviglio toglie le ragnatele dalla retina abruzzese dopo 2’30’’ con 5 punti di Turel e l’appoggio da sotto di Rossi a fronte però di un Chieti che non accenna a rallentare e spinge con altri 5 punti di Sergio il piazzato di Sollazzo. I lunghi bergamaschi faticano a contenere Ancellotti sotto le plance con gli abruzzesi che sfruttano i troppi errori al tiro e la difesa un po’ statica dei biancoblu per allungare ulteriormente con la penetrazione vincente di Sergio (12-17) che spinge un furibondo Vertemati a chiamare il primo time out del match; al rientro Ancellotti colpisce ancora e Chieti, nonostante la tripla di Marino dia respiro agli orobici, appare davvero in controllo con una difesa forte e un attacco che manda completamente in tilt la difesa biancoblu che subisce un’altra conclusione vincente di Sollazzo. Ultimo giro di orologio in cui Treviglio trova due punti con Gaspardo ma continua a sbagliare da dietro l’arco (3/10 nei primi 10’, con 2/2 di Marino e 1/1 di Turel), problema che non sussiste per la Proger che colpisce con Hamilton e da sotto con Di Giacomo e chiude il primo quarto avanti di ben 10 lunghezze (17-27).

Il secondo parziale si apre subito con un fallo tecnico per proteste fischiato a Matteo Palermo con Treviglio che non ne approfitta sbagliando il libero con Marino e due triple con Turel e Gaspardo, in questi primi 2’ in cui entrambe le formazioni sbagliano parecchio al tiro e con il ghiaccio che viene rotto dall’ala piccola della Remer con una conclusione da dietro l’arco; prima parte di quarto fallosa e bruttina sotto il profilo del gioco da parte di entrambe le squadre, con Chieti che muove il punteggio solo con l’1/2 ai liberi di Sollazzo e la Remer che si riporta a -6 (22-28) grazie al canestro di Rossi. A 4’ dall’intervallo Sollazzo trova il primo canestro dal campo del secondo quarto per i suoi, ripetendosi nell’azione successiva, a fronte di un attacco trevigliese che torna a bloccarsi e spinge Vertemati a un nuovo time out; reazione biancoblu con 4 punti di un positivo Lele Rossi (8 punti per lui in questo quarto) e il canestro in penetrazione di Sabatini per il 6-0 in uscita dal time out che porta la Remer sul -2 (30-32) con cui le due squadre vanno negli spogliatoi al termine di un secondo quarto caratterizzato da molti errori (11-5 il parziale a favore dei bergamaschi, 5/17 totale al tiro per Treviglio e 2/13 per Chieti nei secondi 10’ di gioco).

Il 3/3 dalla lunetta di Sergio riapre la contesa con Treviglio che riesce per la prima volta nel match a raggiungere il pareggio a quota 35 con il canestro di Gaspardo e la tripla di Marino. La partita ora è decisamente più piacevole da guardare e intensa sotto il profilo del gioco, con le due formazioni che ribattono colpo su colpo agli attacchi avversari e Marino che infila l’ennesima tripla della sua partita firmando il primo vantaggio biancoblu (40-38) e svegliando il pubblico del PalaFacchetti; la Proger risponde alla sfuriata dei bergamaschi con un contro-parziale di 1-7 aperto dalla tripla fuori equilibrio di Monaldi e chiuso dall’appoggio da sotto del roccioso Ancellotti che spinge gli abruzzesi sul +5 (41-46), con Vertemati costretto al time out con poco più di 4’ da giocare. Al rientro Marino accorcia le distanze in penetrazione per una Remer che sfrutta gli errori di Chieti per riportarsi sotto con l’appoggio da sotto di Slanina (45-46), senza però trovare il sorpasso per le triple fallite da Marino e Carnovali; ultimo giro di orologio in cui i biancoblu pareggiano con l’1/2 ai liberi del loro lungo ceco e, grazie anche a una maggiore attenzione in difesa, passano nuovamente in vantaggio con il 2/2 dalla lunetta di Turel chiudendo il terzo quarto avanti 48-46.

Mirco Turel inaugura l’ultimo parziale con una tripla dall’angolo per una Remer che sta trovando un buon Slanina in difesa su Ancellotti, con Chieti che prova ad accorciare con il 2/2 ai liberi di Sollazzo ma viene ricacciata indietro dal 2/3 dalla lunetta di Carnovali per il fallo dell’ala italo-americana; Hamilton riporta i suoi a -2 (53-51) con una conclusione dalla lunga distanza per una Proger che, dopo una serie di errori al tiro da entrambe le parti, pareggia con una penetrazione di Sollazzo (53-53). Treviglio torna avanti con un canestro da sotto di Rossi a metà quarto, risponde allo stesso modo Ancellotti a dimostrazione di una partita ancora tutta da giocare; a 3’ dal termine i bergamaschi provano l’allungo costruendo un parziale di 6-0 dalla lunetta grazie al 4/5 di Carnovali e il 2/2 di Marino, a fronte di una Proger nervosa (quarto fallo di un indispettito Sollazzo) e imprecisa al tiro: il colpo decisivo arriva a 1’38’’ dal termine grazie a Tommaso Carnovali che, dopo ben 6 tentativi dalla lunga distanza andati a vuoto sin qui, trova la perla da dietro l’arco e spinge Treviglio sul +8 (64-56) e costringe Galli al time out. Al ritorno sul parquet reazione di Chieti con la tripla dall’angolo di Hamilton che apre l’ultimo minuto di gioco, realizzazione a cui gli abruzzesi non riescono a dare seguito nelle azioni successive dando modo alla Remer di ritoccare il proprio vantaggio con 4 punti di Tomàs Kyzlink che valgono il “game-set-match” biancoblu con il punteggio finale di 68-59.

Per Treviglio decisivi Marino (18 punti, 5 assist, 3 rimbalzi, 4/8 da 3 punti e grande personalità per tenere i suoi a contatto nel negativo primo quarto) e Rossi (12 punti, 8 rimbalzi e la spinta per l’aggancio tra secondo e terzo parziale), in doppia cifra anche Turel (13 punti); dall’altra parte a Chieti non bastano le buone prestazioni di Sollazzo (doppia doppia da 19 punti e 12 rimbalzi, cui aggiunge ben 7 falli subiti), Ancellotti (12 punti, 8 rimbalzi, 2 stoppate) e Sergio (12 punti, 3 rimbalzi).

 

Remer Treviglio 68–59 Proger Chieti (parziali: 17-27, 30-32, 48-46)

Remer Treviglio: Sabatini 3, Marusic, Kyzlink 4, Slanina 3, Ferri n.e., Gaspardo 6, Marino 18, Carnovali 9, Rossi 12, Turel 13. All. Vertemati

Proger Chieti: Hamilton 9, Ippolito n.e., Cardillo, Palermo 2, Paesano n.e., Ancellotti 12, Sergio 12, Monaldi 3, Di Giacomo 2, Sollazzo 19. All. Galli

StatisticheTreviglio: 15/39 da 2, 8/27 da 3, 23/66 totale, 14/21 ai liberi; Chieti: 15/34 da 2, 6/27 da 3, 21/61 totale, 11/13 ai liberi

Arbitri dell’incontro: Eduardo Ciano di Vicopisano (PI), Gianguido Vanni Degli Onesti di Corno di Rosazzo (UD) e Alessandro Pilati di Zane’ (VI)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy