Treviso da sogno nell’overtime, Brescia superata e vetta solitaria

Treviso da sogno nell’overtime, Brescia superata e vetta solitaria

Prestazione di squadra di Treviso che sopperisce alla mancanza della super star Powell con una coesione ed una attenzione difensiva encomiabili. Brescia gioca una partita di sostanza trovando in Alibegovic e Cittadini i suoi punti di forza.

Commenta per primo!

Prestazione di squadra di Treviso che sopperisce alla mancanza della super star Powell con una coesione ed una attenzione difensiva encomiabili. Brescia gioca una partita di sostanza trovando in Alibegovic e Cittadini i suoi punti di forza. Per Treviso 5 giocatori in doppia cifra con un ruolo da protagonista oltre che per i soliti noti anche per Ancellotti (15 punti e una importante presenza a rimbalzo). Treviso conduce per tutta la partita, ma Brescia dimostra che il primo posto in classifica era più che meritato: overtime che premia, oseremo dire giustamente, Treviso solo perchè in grado di condurre per tutta la gara, mostrando come già detto un gioco più corale. Impressionante la crescita continua di Fantinelli 38 di valutazione con 8 rimbalzi, 10 assist e 70% al tiro.

DE’ LONGHI TREVISO – CENTRALE DEL LATTE-AMICA NATURA BRESCIA 93-87 DTS (29-21; 44-38; 61-51; 75-75)

De’ Longhi Treviso: Abbott 23 (4/9, 4/6), Moretti 2 (0/1), De Zardo ne, Malbasa 3 (1/2), Fabi 15 (3/6, 2/6), Busetto ne, Spessotto ne, Fantinelli 19 (5/6, 2/4), Palù ne, Rinaldi 4 (2/4, 0/1), Negri 12 (4/8, 0/2), Ancellotti 15 (7/8). All: Pillastrini

Centrale del Latte-Amica Natura Brescia: Passera (0/3), Fernandez 7 (2/7, 0/2), Cittadini 19 (7/9, 1/2), Bruttini 6 (2/3), Alibegovic 22 (1/2, 6/10), Speronello ne, Holmes 11 (0/4, 3/5), Totè ne, Bushati 6 (2/4 da tre), Hollis 16 (4/9, 2/2). All: Diana

Arbitri: Di Latina, Pepponi e Caruso

1° quarto

Sono i capitani a violare le retine per primi: Fabi da 2 su recupero difensivo e Cittadini da 3. Allunga subito Treviso con 5 punti di fila di Fantinelli che sfrutta prima un recupero di Malbasa e poi si mette in proprio su rimbalzo difensivo. Holmes accorcia per gli ospiti, mentre dall’altro lato Ancellotti affonda a una mano su assist di Fabi. E’ ancora Cittadini a dare ossigeno a Brescia con un piazzato e una penetrazione (9-10 a 5’55”). Treviso è ben posizionata in difesa, ma Brescia riesce a trovare soluzioni efficaci grazie ad una ottima circolazione di palla. I padroni di casa invece, come da prassi, si esprimono meglio sulle transizioni. I ritmi sono molto elevati, con continui botta e risposta: a 4’26” il tabellone segna 15-12 per la DeLonghi. Il timeout arriva poco dopo quando anche Fabi impallina la Leonessa dalla media distanza dopo analoga realizzazione di Abbott (17-12 a 4’04”). Un paio di conclusioni fuori ritmo di Fernandez consentono a Treviso di mantenere il divario e di incrementarlo di un punto con un libero di Ancellotti. On fire Fantinelli, che prima annulla Hollis in un cambio di marcatura e poi realizza ancora dalla lunga distanza. Esordio di giornata di Moretti che prima perde palla per mano di Bruttini che inchioda e poi viene investito da Passera guadagnandosi e concretizzando due liberi. Lo stesso Moretti amministra bene l’ultimo pallone che dopo ottima circolazione finisce nelle mani di Negri che schiaccia sulla sirena. Finale di quarto 29-21.

2° quarto

Treviso con splendida circolazione manda subito Negri a schiacciare, tra le proteste di un esagitato Passera che viene ammonito dalla terna arbitrale. Brescia prova a metterla sulla bagarre, specie nella persona di Hollis che sfodera il repertorio di esperienza nei confronti di Fabi. Non si lascia intimidire però Treviso che va a segno ancora con Negri (33-23 a 7’45”). Cittadini, Alibegovic e Hollis accorciano per gli ospiti. Su seguente fallo in attacco di Treviso,  Pillastrini chiede il minuto di sospensione (33-31 a 5’51”). Treviso trasforma le indicazioni del coach in 4 punti di fila per mano di Abbott e Negri. Al canestro ospite poi risponde Fantinelli con il suo 12 punto.  E mentre anche Cittadini si fa ben volere dal pubblico di casa per gioco oltremodo sporco, Treviso allunga dalla lunetta con Fabi (41-33 a 3’15”). Treviso in difesa è perfetta e sopperisce anche alla timidezza degli arbitri, restii a fischiare le evidenze. Diana chiama quindi timeout con 1’30 da giocare sul 41-36 dopo sfondamento dei suoi. Una prodezza di Alibegovic consente agli ospiti di giungere a quota 38, ma il risultato finale è fissato da una penetrazione di Fabi che chiude la prima metà della contesa sul 44-38. Fantinelli 13 (con 21 di valutazione), Alibegovic 11.

3° quarto

Quattro errori, due per parte, e un minuto e mezzo di gioco prima di vedere qualche punto (2/2 di Hollis ai liberi). Treviso risponde con Negri e Ancellotti (48-40 a 6’45”) e, dopo qualche imprecisione su entrambi i lati del campo, con una tripla di Abbott che porta i padroni di casa sul +11 con 6′ da giocare (51-40). Abbott si ripete su magistrale giocata di Fantinelli al quale replica Holmes. Lo stesso americano si guadagna con una sceneggiata da Oscar l’opportunità di battere tre tiri liberi: con 4′ da giocare il risultato è 56-45. Brescia si affida all’esperienza di Cittadini e Bruttini per tornare sotto (56-49 a 2’35”), ma l’esperienza non manca nemmeno a Rinaldi che si esibisce nel suo classico piazzatone. Ulitmo minuto che scatta sul 58-49: Abbott punisce da tre, Alibegovic accorcia con due liberi. Finale 61-51.

4° quarto

Alibegovic ad aprire le marcature. Nel ribaltamento Bushati si becca un tecnico per eccessiva reazione su fallo fischiatogli contro.  Treviso un po’ imprecisa: ne approfitta Brescia, con Hollis, per riportarsi a -6 (62-56 dopo due minuti di gioco). Eccede in confidenza anche Rinaldi che finisce per sfondare dando a Brescia l’occasione di accorciare ancora, occasione che gli ospiti sfruttano con Alibegovic (62.59 a 7’16”). Treviso accusa il colpo e perde ancora palla (passi di Malbasa) costringendo Pillastrini al timeout. Il -1 bresciano è opera di Hollis. Botta e risposta da tre per il nuovo -1 (65-64 a 6’00”). Treviso passa a zona e recupera palla. Riprova ad allungare la DeLonghi con due tiri dalla lunetta di Fabi e con una palombella di Malbasa (70-64 a 4’42”). Sale il tasso agonistico e le squadre si spingono al limite con inevitabili palle perse e falli. Si sveglia però Hollis, piuttosto in ombra nei primi tre quarti, con la bomba del 71-67. Altra bomba, di Alibegovic, per il 71-70. L’ossigeno trevigiano arriva sottoforma di una correzione a canestro di Ancellotti (73-70 a 2’52”). Segue il teatro degli orrori, fermato solo da una soluzione personale di Fantinelli (75-70 a 1’28”). Salgono i decibel al Palaverde. Si rivede Cittadini per il -3  col quale si apre l’ultimo minuto. Hollis, con un eccesso di confidenza, perde palla sulla linea di fondo. Non sfrutta l’occasione Negri che smanaccia sotto canestro. Palla in mano a Brescia con 16 secondi da giocare e 3 punti da recuperare: Nonostante una buonissima di fesa di Abbott, Holmes riesce a pareggiare a quota 75 lasciando meno di 8 secondi ai trevigiani per sbilanciare il risultato. Non riesce Abbott nell’impresa: overtime.

Supplementare

Sbaglia Hollis, realizza Abbott da tre. Replica immediata di Cittadini. Ancora Abbott dalla media (80-77 a 3’45”). Negri manda in lunetta Fernandez che realizza solo un canestro. Glaciale Fabi per il +5. Brescia si fa fischiare fallo in attacco (spinta di Bushati), ma Treviso non sfrutta. Bushati si fa perdonare con la tripla del -2 a 2’20”. Ancellotti con difficoltà per il +4. Cittadini tenta il gancio, fallendo. Ed è ancora Ancellotti da sotto a incrementare per Treviso (87-81 a 1’21”). Bella difesa trevigiana sul possesso bresciano, viziata però da un fallo su Cittadini che realizza i liberi del 87-83 con 1′ da giocare. Palla a Fantinelli: due punti. Replica di Fernandez. Sul possesso successivo, contestatissimo fallo su Abbott che fa 1/2 per il 90-85 a 30″ dal termine. Accorcia ancora Cittadini (90-87) prima del fallo sistemtico su Negri che realizza entrambe le opportunità dalla linea della carità (92-87). Brescia fallisce il tiro per accorciare e manda ancora Treviso ai liberi con Abbott a 9 secondi dalla fine. Abbott reallizza per il finale 93-87.

Fotogallery a cura di Thomas Barea – Riccardo Cherubini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy