Treviso piega Mantova allo scadere

Treviso piega Mantova allo scadere

Decisivo ancora una volta Moretti con Treviso che non paga i troppi errori dalla lunetta e porta a casa la seconda vittoria stagionale.

Commenta per primo!

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – DINAMICA GENERALE MANTOVA 74-71 (20-16, 36-36, 54-54)

DE’ LONGHI TREVISO: Perry 15 (5/9 1/2), Moretti 15 (2/3 2/3), Malbasa 0 (0/1 da 3), Fantinelli 10 (3/5 1/4), Saccaggi 3 (0/1 1/4), Rinaldi 9 (3/4 da 2), Negri 8 (3/6 0/1), Ancellotti 2 (1/5 da 2), DeCosey 11 (6/11 0/1), ne: Poser, Artuso, Barbante.

DINAMICA MANTOVA: Daniels 16(4/7 2/5), Giachetti 19(6/10 1/3), Candussi 8 (2/3 1/5), Casella, Amici 1 (0/3 0/4), Corbett 17 (5/7 1/4), Gergati 5 (1/2 da 3), Bryan 3 (1/5 da 2), ne: Timperi, Magni, Morello, Rinaldi.

NOTE: pq 20-16, sq 36-36, tq 54-54. Tiri liberi: Treviso 13/27, Mantova 15/21. Rimbalzi: Treviso 39 (Decosey 8), Mantova 39 (Daniels 8). Assist: Treviso 23 (Moretti 8), Mantova 9 (Gergati 3).

Dopo la vittoria in volata a Trieste firmata Davide Moretti, il Palaverde riapre le porte a squadra e tifosi per questa sfida contro la Dinamica Mantova. Il popolo trevigiano non aspettava altro infatti sono 5013 i tifosi per questa prima casalinga. La partita come da pronostico è punto a punto e caldissima con l’ex di turno Corbett che non si pregare per segnare. Decisivo ancora una volta Moretti con Treviso che non paga i troppi errori dalla lunetta e porta a casa la seconda vittoria stagionale.

PRIMO PERIODO: coach Pillastrini parte con Fantinelli e Moretti come esterni, Decosey in ala piccola e Perry e Ancellotti a presidiare l’area; Martellossi schiera Giachetti da playmaker, Corbett in guardia, Amici in ala e come lunghi Daniels e Bryan. La palla a due viene vinta da Mantova che segna il primo canestro con l’ex Corbett. La prima marcatura per i padroni di casa porta il nome di Fantinelli che si mette in proprio dal palleggio. Corbett sente la partita e fin da subito si erge a protagonista con 6 punti e il 100% dal campo (6-8 dopo 4 minuti). Treviso è tenuta a contatto dai suoi americani e la parità a quota 8 è firmata Perry. Pillastrini ruota i suoi da subito ed entrano in campo Rinaldi e Saccaggi per Perry e Moretti. In questo primo quarto la partita scorre ad alto ritmo con una serie di sorpassi e contro sorpassi: prima DeCosey da tre e Ancellotti in semigancio per Treviso con Giachetti che pareggia in entrata e Gergati (entrato per Amici) con due liberi (12-14 dopo 8 minuti). il nuovo vantaggio trevigiano è firmato Saccaggi che con una tripla in uscita dai blocchi porta la De’ Longhi sul 15 a 14, ma poi è costretto ad uscire a causa del suo secondo fallo. Nell’ultimo minuto Treviso cerca l’allungo prima con un canestro di Perry ben servito da Moretti e poi è lo stesso Moretti che in pick and roll con Rinaldi si guadagna due liberi facendo bottino pieno dalla lunetta. Alla sirena il tabellone dice 20 a 16 De’ Longhi.

SECONDO PERIODO: la De’ Longhi riparte da dove aveva lasciato, con l’asse DeCosey-Perry particolarmente affiatata, a rispondere è il solito Corbett in acrobazia sulla linea di fondo (24-18 dopo 2 minuti). Il massimo vantaggio Trevigiano porta i nomi di Moretti (da tre) e DeCosey in entrata (29 a 22 con 6:30 da giocare), quest’ultimo particolarmente attivo in attacco, e Martellossi è costretto a chiamare time out. La Dinamica rientra bene e recupera subito un pallone grazie ad un’ottima difesa di squadra che viene poi capitalizzata dalla tripla di Candussi (29-25 5:30 sul cronometro). La fase centrale del secondo periodo è caratterizzata da molti errori al tiro per entrambe le squadre, emblematico il contropiede sbagliato da Ancellotti per Treviso. Mantova sembra aver ritrovato coraggio e prima Daniels da tre, poi Corbett in entrata portano i biancorossi avanti 31 a 32 con 1:30 alla pausa lunga. L’ultimo minuto e mezzo è un batti e ribatti con protagonisti Perry per Treviso (che sbaglia anche due liberi) e Giachetti per la Dinamica che fa valere tutta la sua esperienza. A metà partita il risultato è in perfetta parità, 36 a 36.

TERZO PERIODO: l’inizio di terzo quarto è all’insegna di Matteo Fantinelli che con 7 punti in fila porta Treviso sul 45 a 41 dopo 4 minuti, con il solo Daniels a rispondergli e Martelossi costretto a chiamare time out. Mantova è tenuta a contatto da Corbett che si mette in proprio dall’arco e la parità, sempre dall’arco, è di Gergati (50-50 con 3 minuti sul cronometro). Pillastrini chiama in campo Negri e Saccaggi per Decosey e Fantinelli, ed è proprio negri a riportare a +3 i biancoblu (53-50, 1:40). Sempre Corbett tra le fila mantovane (17 punti) che segna il canestro del -1, 53 a 52 all’inizio dell’ultimo minuto. A 30 secondi dalla fine Fantinelli si guadagna due liberi ma il momento nero dalla lunetta continua (4/15). Gli ultimi secondi sono infuocati con Daniels che segna il +1 biancorosso del 52 a 53, ma negli ultimi 5 secondi un coast to coast di Fantinelli porta il playmaker della De’ Longhi in lunetta con 3 liberi, il bottino è un 1/3 che sigilla il risultato sul 54 pari al termine della terza frazione.

QUARTO PERIODO: l’inizio di ultima frazione è piuttosto titubante per la De’ Longhi e Mantova, sull’esperienza di Giachetti, costruisce un minibreak (54-60 dopo 2 minuti). la risposta trevigiana porta il nome di Negri che con un gioco da tre punti conduce i suoi a -2 (58-60 con 6:30 da giocare). Corbett è caldissimo e prima con un canestro dall’angolo, poi con una stoppata su Negri si erge sempre più a protagonista di questa battaglia. Treviso ha bisogno di esperienza e solidità e decide di andare da Rinaldi che non si fa pregare segnando il -1 (63-64) e costringendo coach Dalmasson al time out. Il rientro in campo è ottimo per Treviso che segna in acrobazia con Negri e Rinaldi con un 1/2 dalla lunetta per il 66 a 65 con 3:30 ancora da giocare. La partita diventa ancora più calda, ogni azione è un sorpasso. L’ultimo minuto si apre con un’incursione in area di Moretti che sancisce il 70 a 69 trevigiano, lo imita Perry che, dopo molto tempo in panca, torna dentro e si rende subito pericoloso guadagnandosi un viaggio in lunetta capitalizzandolo al meglio (72-69). Dall’altra parte ci pensa Giachetti a riportare a -1 i suoi. Treviso può tenere palla fino alla fine quindi Daniels commette il suo quinto fallo per mandare in lunetta Moretti, la mano del numero 7 non trema ed è 2/2. L’ultima azione di Mantova è una palla persa di Gergati e alla sirena finale il tabellone dice 74 a 71 per la De’ Longhi.

MVP BASKETINSIDE: DAVIDE MORETTI (15 PUNTI, 8 ASSIST, 5 RIMBALZI, 30 DI VALUTAZIONE)

Fotogallery a cura di Thomas Barea

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy