Treviso schiaccia una Piacenza inerme

Treviso schiaccia una Piacenza inerme

Con sei giocatori in doppia cifra la De’ Longhi fa la voce grossa, alla Bakery non basta un super voskuil da 32 punti e 37 di valutazione.

di Gianmarco Tonetto

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – BAKERY PIACENZA 96-71 (30-20, 54-41, 75-59)

DE’ LONGHI TREVISO: Tessitori 18 (8/11 da 2), Burnett 15 (5/7, 0/3), Sarto 3 (1/1 da 2), Alviti 10 (2/5, 1/4), Saladini, Antonutti 18 (5/5, 1/4), Imbrò 12 (1/1, 3/5), Epifani, Chillo 10 (2/4, 1/1), Uglietti 5 (2/6, 0/1), Lombardi 5 (1/1, 1/2).

PIACENZA: Castelli 7 (2/5, 0/1), Green 14 (5/13, 1/4), Perego 6 (3/5 da 2), Cassar (0/1 da 2), Guerra 2 (1/3 da 2), Crosariol 6 (3/3 da 2), Pastore 4 (1/4 da 2), Voskuil 32 (4/6, 6/8), Buffo (0/1), ne: Pederzini.

NOTE: pq 30-20, sq ,54-41 tq 75-59. Tiri liberi: Treviso 21/25, Piacenza 12/14. Rimbalzi: Treviso 32 (Tessitori 4+8), Piacenza 21 (Voskuil 2+5). Assist: Treviso 23 (Burnett 7), Piacenza 12 (Green 6).

Treviso torna in casa, questa volta con un’altra Piacenza, per cancellare la brutta chiusura di 2018 contro l’Assigeco. La De’ Longhi si presenta per la prima volta tra le mura amiche dopo il taglio di Wayns e ancora senza un americano e a rotazioni più corte, contro un Bakery che non vuole perdere l’occasione di strappare due importanti punti in ottica salvezza. Il campo rispetta la differenza di valori che mostra la classifica delle due squadre con Treviso che ben presto prende in mano le redini del gioco e senza patemi chiude con un quarto di anticipo la disputa, spazzando via qualcuno dei propri fantasmi.

PRIMO PERIODO: i cinque titolari di coach Menetti sono Imbrò, Burnett, Alviti, Antonutti e Tessitori, mentre il quintetto di coach Di Carlo è formato da Green, Voskuil, Buffo, Castelli e Crosariol. La Bakery apre con un 5-0 di parziale, ma Treviso non teme la partenza flash e torna subito a -1 (4-5, 8:30), per poi trovare immediatamente il primo vantaggio (6-5, 7:50). Il parziale della De’ Longhi non accenna a chiudersi e la schiacciata di tessitori costringe la panchina emiliana al time out (8-5, 7:20). Al rientro dal minuto di sospensione la musica non cambia e il parziale trevigiano arriva a 10-0 prima che castelli non lo chiuda con un 1/2 dalla lunetta. Treviso è dilagante in questa frazione e arriva fino al +12, con la Bakery ad essere sorretta dal solo Voskuil, il quale guida una mini rimonta di 4-0, con Menetti che preferisce parlare subito con i suoi per sistemare la difesa (20-12, 3:00). Gli ultimi tre minuti si giocano sull’altalena: TVB ondeggia tra il +14 e il +10, con Di Carlo a dar fondo alla panchina. Il primo periodo si chiude sul 30-20 per Treviso.

SECONDO PERIODO: anche la seconda frazione si apre con un parziale piacentino, questa volta di 7-0 che costringe lo staff trevigiano al time out discrezionale dopo nemmeno tre minuti di gioco (30-27, 7:15). Rientrati in campo ci pensa Chillo ad arrestare l’emorragia con un 2/2 dai liberi, Piacenza ora è molto più compatta mentre la De’ Longhi riesce a mantenere almeno un possesso pieno di vantaggio grazie ai suoi lunghi, nella fattispecie Chillo che, con una tripla, obbliga la Bakery al time out ora che è tornata -8 (39-31, 4:25). Nella seconda metà del quarto i biancoblu ritrovano il proprio passo di marcia, mentre gli emiliani sono un assolo di Voskuil, cosicché i padroni di casa riescono a ritrovare la doppia cifra di vantaggio e chiudere il primo tempo sul +13 (54-41).

TERZO PERIODO: il terzo quarto inizia seguendo la falsa riga della fine del secondo, con l’unica differenza che entrambe le squadre sembrano girare con una marcia in meno e a metà frazione, con il punteggio sul 63-50, coach Di Carlo opta per un time out per ravvivare l’agonismo dei suoi. I secondi cinque minuti fanno notare solamente un antisportivo fischiato a Crosariol, quest’oggi totalmente fuori partita, su Burnett, per il resto è ordinaria amministrazione per Treviso che non fatica a tenere gli ospiti sul -15. All’alba degli ultimi dieci minuti di gioco il punteggio è sul 75-59 per TVB.

QUARTO PERIODO: l’ultimo quarto di gioco è garbage time fin dal primo minuto, con la De’ Longhi a dilagare nel vantaggio e la Bakery a tirare senza pretese i remi in barca, il risultato finale dice 96-71 per Treviso che per l’ennesima svolta sfiora ma non raggiunge i 100 punti.

MVP BASKETINSIDE: Amedeo Tessitori 18 punti (8/11 dal campo), 12 rimbalzi, 3 stoppate, 34 di valutazione.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy