Troppa Treviso per una Bondi ancora in crisi

Troppa Treviso per una Bondi ancora in crisi

La De’ Longhi vince senza problemi per 72-98 con una grande prestazione collettiva. Stecca l’ex di turno Swann.

di Andrea Mainardi

Non sono bastati gli innesti di Campbell e Ganeto per ridare entusiasmo ad una Ferrara ancora una volta maltrattata tra le mura amiche da una Treviso apparsa davvero granitica (26 a 34 i rimbalzi) che ha scavato il solco nel secondo quarto con un 14-34 di parziale. Coach Menetti nonostante il recente tagli di Wayns ha ritrovato in Uglietti un ottimo rimpiazzo che non ha fatto rimpiangere l’americano assieme a Chillo (24 punti con un solo errore dal campo). Per il Kleb Basket deludono gli ex Swann (1/8 al tiro) e De Zardo. Assieme a Fantoni sono infatti soli i nuovi, Ganeto e Campbell, ad andare in doppia cifra con rispettivamente 23 e 14 punti a referto.

PRIMO QUARTO – Subito due ottime difese sotto canestro per la Bondi con Calo e Fantoni bravi ad arginare Tessitori. In attacco sono poi lo stesso Calò e Panni ad aprire le danze dall’arco, seguiti da Molinaro. Per Treviso è solo Antonutti inizialmente ad iniziare con la giusta intensità segnando quattro punti (9-4 al 3′). La squadra di coach Menetti cresce poi col passare dei minuti grazie ai propri esterni che salgono di colpi, Ferrara invece patisce qualche persa di troppo di Panni nonostante le sue buone percentuali al tiro (12 pari al 7′). Nella Bondi esordisce Campbell che trova anche il suo primo canestro dopo un paio di forzature. Segna anche Ganeto mentre Treviso rinuncia a Imbrò per due falli già commessi e gli animi si scaldano con un tecnico comminato alla panchina ospite. Sono il liberi di Lombardi e Uglietti a chiudere poi sul 19-17 il primo quarto.

SECONDO QUARTO – Ferrara soffre molto il fatto che Swann non riesca ancora ad entrare i partita e Treviso combina ouno 0-10 di parziale con Chillo e Burnett a segno (19-27 al 13′). L’ex della gara inoltre commette due falli in un amen e coach Bonacina è costretto a sostituirlo mentre a ridare ossigeno al Kleb ci pensa Fantoni con un canestro e un 1/2 dalla lunetta. Treviso ha il merito di andare sempre fortissimo a rimbalzo conquistando tonnellate di extra possessi che le permettono di segnare canestri facili (26-34 al 16′). Un gioco da tre punti di Chillo (il migliore dei suoi) e Alviti da tre fanno fuggire la De’ Longhi sul +14 nei confronti di una Bondi che non riesce a scuotersi dal proprio torpore. A mettere qualche punto a tabellone è Campbell per Ferrara assieme a Fantoni ma le distanze rimangono sempre intorno alla doppia cifra. Ad aumentare le distanze ci pensa ancora Alviti con due triple difficilissime e si arriva all’intervallo sul 33-51 . Per Ferrara è notte fonda mentre la De’ Longhi viaggia sulle ali dell’entusiasmo e dell’altissima intensità difensiva.

TERZO QUARTO – Antonutti e Burnett segnano quattro punti facili anche a inizio ripresa seguiti da Campbell e Fantoni sul versante opposto ma di fatto non ci sono segnali da parte della Bondi che facciano pensare ad un cambio di inerzia (37-59 al 24′). Ancora Campbell si fa valere anche in difesa e la tripla di Liberati rende meno amaro il passivo che vede comunque i trevigiani avanti di 18 lunghezze. Uglietti e Chillo ristabiliscono poi le distanze con una Bondi che patisce le pene dell’inferno in area pitturata (46-68 al 28′). Il tabellone a fine quarto recita un eloquente 49-73 che rende praticamente accademia l’ultimo parziale.

ULTIMO QUARTO – C’è gloria anche per Sarto che segna due triple consecutive al quale replica Ganeto sempre dall’arco assieme al primo canestro dal campo di Swann (59-81 al 34′). Trevso gestisce senza particolari problemi il resto del quarto mantenendo sempre ottime percentuali dal campo mentre la Bondi vede i suoi tifosi rassegnati abbandonare gli spalti ben prima del tempo. Il punteggio finale di 72-98 celebra infine il trionfo trevigiano e conferma una Bondi in pienissima crisi nonostante i nuovi arrivi.

Bondi Ferrara – De’ Longhi Treviso 72-98 (19-17, 14-34, 16-22, 23-25)
Bondi Ferrara: Folarin Campbell 22 (7/10, 1/6), Gabriele Ganeto 14 (1/2, 2/3), Tommaso Fantoni 11 (3/6, 0/0), Alessandro Panni 6 (0/1, 2/6), Ruben Calò 6 (1/2, 1/2), Isaiah Swann 5 (1/4, 0/4), Lorenzo Molinaro 3 (0/0, 1/2), Davide Liberati 3 (0/0, 1/1), Andrea Mazzoleni 2 (1/1, 0/1), Lorenzo De zardo 0 (0/0, 0/0), Alessandro Mazzotti 0 (0/0, 0/0), Simone Conti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 20 / 30 – Rimbalzi: 22 6 + 16 (Alessandro Panni 5) – Assist: 12 (Tommaso Fantoni 4).
De’ Longhi Treviso: Matteo Chillo 24 (6/7, 1/2), Davide Alviti 13 (1/1, 3/7), Dominez Burnett 12 (5/8, 0/4), Lorenzo Uglietti 12 (4/6, 1/3), Matteo Imbrò 10 (0/2, 3/5), Amedeo Tessitori 10 (2/5, 0/0), Michele Antonutti 9 (3/4, 0/3), Alvise Sarto 6 (0/0, 2/2), Eric Lombardi 2 (1/1, 0/0), Andrea Epifani 0 (0/0, 0/0), Manuel Saladini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 24 / 30 – Rimbalzi: 32 11 + 21 (Davide Alviti, Lorenzo Uglietti 6) – Assist: 20 (Dominez Burnett, Matteo Imbrò 6)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy