Un pazzo Roderick fa festeggiare la Bondi

Un pazzo Roderick fa festeggiare la Bondi

Jesi e battuta ma quanti rischi per i biancoazzurri

Commenta per primo!

Seconda ed importantissima vittoria consecutiva per Ferrara che vince 84-82 contro una Termoforgia mai doma. A decidere la gara sono cinque punti di Roderick, giocatore contraddittorio per antonomasia. Partita molto fumosa la sua, con la Bondi che gioca un basket migliore con lui in panchina ma è proprio grazie alle sue ultime due prodezze che i biancoazzurri incassano i due punti. Jesi ha fatto tutto quello che ha potuto, guidato da un Tim Bowers in tripla doppia e che è andata ad un passo dal vincere il match senza il suo top scorer, Davis, espulso nell’ultimo quarto.

Inizia bene Ferrara con L. Bowers che va al ferro seguito da cinque punti filati di Cortese (9-4 al 3′). Jesi trova canestri sull’asse play pivot con Battisti e Maganza, ma è Davis ad accendersi immediatamente (15 punti con 6/7 al tiro nel primo quarto). Sono quattro i suoi punti consecutivi ma la Bondi pesca bene Pellegrino in area e Bowers dall’arco grazie ad un Moreno strepitoso in regia (23-15 al 7′). Davis e Janelidze segnando da fuori impattando a quota 23 il punteggio, lo stesso fa Cortese dall’angolo ma ancora Davis segna da otto metri abbondanti e T.Bowers chiude il quarto rubando palla e segnando il 26-28 che termina i primi dieci minuti.

La Bondi trova subito il pari con Cortese ad inizio secondo quarto, ancora Davis spara e segna dall’arco ma lo stesso fa Mastellari entrato bene dalla panchina. Lo stesso non si può dire di Molinaro che commette il suo terzo fallo. Per la Termoforgia entra benissimo nel match Alessandri che prima fa 2/2 dalla lunetta e poi appoggia due facili dopo la rubata (34-38 al 15′). Il vero problema della Bondi è la sconcertante mancanza di intensità da entrambi i lati del campo che la fanno andare solamente a sprazzi. Ancora Alessandri a segno dopo l’errore di Roderick, finalmente Bowers si fa sentire a rimbalzo e insacca due importanti canestri consecutivi. Cortese poi appoggia per il pareggio ma ancora T. Bowers ha l’ultima parola con la tripla che manda le squadre al riposo sul 42-43.

Se la mancanza di energia della Bondi era irritante nel primo tempo (paragonandola poi alla scorsa gara vinta in casa delle Fortitudo) quello che succede ad inizio ripresa non ha spiegazioni logiche. Maganza segna da sotto e lo stesso fanno Benevelli e Bowers nell’indifferenza difensiva generale costringendo coach Furlani a chiamare timeout (42-51 al 22′). Ferrara si sblocca con Pellegrino da sotto ma ancora Battisti la punisce dall’arco. Cortese prova ad alzare l’intensità schiacciando in contropiede ma Pellegrino regala tre tiri liberi a Benevelli che ringrazia ed insacca (48-57 al 24′). Si scaldano gli animi tra Pellegrino e Davis che si vedono sanzionare un tecnico a vicenda. Ferrara fa scendere un Roderick a dir poco abulico e da lì inizia a rimontare. L.Bowers ridà spinta alla Bondi colpendo dal mezzo angolo con la tripla, Moreno cancella Davis in attaacco e Molinaro e Bowers segnano dalla lunetta e la Bondi torna a +1. Il Pala Hilton Pharma esplode poi quando Cortese all’ultima azione scarica in angolo per la tripla a segno di Mastellari che sancisce l’11-3 di parziale col quale i biancoazzurri terminano il quarto (64-60).

L’assenza di Roderick fa risaltare Bowers che attacca bene l’area andando in lunetta con continuità ed i difesa stoppa senza pietà Alessandri che prima aveva segnato una tripla. E’ però Jesi a tornare avanti ancora con le penetrazioni di Davis e T.Bowers (66-67 al 32′). Alessandri allunga sul +3 col palleggio arresto e tiro ma viene ripreso ancora da L.Bowers che segna da tre punti. La Bondi sulle ali dell’entusiasmo segna ancora dalla distanza con Moreno che poi si rivolge minaccioso ad Alessandri reo, secondo lui, di aver simulato un contantto in precedenza. Una stupidaggine che gli arbitri vedono e sanzionano con il tecnico. Per fortuna della Bondi nel possesso quasi successivo Davis si vede fischiato un fallo dubbio e protesta vivacemente, arriva un fallo tecnico anche per lui ed essendo il suo secondo, gli fa terminare anzitempo la partita. Ferrara quindi tenta di azzannare la contesa con Pellegrino che schiaccia dopo l’assist di Roderick (75-69 al 35′). Jesi non si da per vinta e lentamente torna sotto con la tripla di Battisti ed il canestro di Maganza. Sempre Battisti si batte come un leone e Cortese spende un dubbio fallo antisportivo su di lui, la Termoforgia dalla lunetta può così pareggiare a quota 77 con tre minuti rimasti sul cronometro. Cortese innesca bene Pellegrino dopo il pick & roll ma Benevelli insacca la tripla dall’angolo e T.Bowers penetra di potenza regalando il +3 ai suoi (79-82 al 39′). Proprio quando le cose sembravano andare male alla Bondi, quel generatore di caos cestistico chiamato Terrence Roderick spara e segna una tripla senza alcun senso nè parabola che però trova incredibilmente il fondo del canestro per l’82 pari con 52′ secondi rimasti. Jesi allora si affida a T.Bowers che scarica per la tripla di Battisti che non va, Roderick che era in marcatura su di lui scappa via per un eventuale contropiede ma la palla colpisce il ferro e torna in mano al giocatore di Jesi. Con grande coraggio è proprio Battisti che tira di nuovo tutto solo ma sbaglia ancora, il rimbalzo stavolta lo prende Roderick che si invola nella metàcampo avversaria penetrando e segnando incredibilmente il +2 che fà esplodere i tifosi ferraresi sugli spalti. Con otto secondi rimasti gli ospiti si affidano nuovamente a Bowers la cui tripla viene però beffardamente sputata dal ferro.

MVP Basketinside: Tim Bowers (14 punti, 10 rimbalzi ed 11 assist)

Bondi Ferrara – Termoforgia Jesi 84-82 (26-28, 16-15, 22-17, 20-22)
Bondi Ferrara: Laurence Bowers 23 (5/9, 3/5), Riccardo Cortese 18 (6/10, 2/6), Terrence Roderick 14 (4/10, 1/3), Francesco Pellegrino 13 (6/10, 0/0), Yankiel Moreno 6 (0/4, 1/2), Martino Mastellari 6 (0/0, 2/6), Lorenzo Molinaro 4 (0/2, 0/0), Stefano Crotta 0 (0/0, 0/0), Francesco Ardizzoni 0 (0/0, 0/0), Nicola Mastrangelo 0 (0/0, 0/0), Andrea Caridi 0 (0/0, 0/0), Riccardo Zani 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 15 / 16 – Rimbalzi: 33 5 + 28 (Francesco Pellegrino 7) – Assist: 22 (Terrence Roderick 9)

Termoforgia Jesi: Dwayne Davis 23 (4/5, 5/9), Tim Bowers 14 (5/8, 1/7), Matteo Battisti 12 (2/2, 2/6), Filippo Alessandri 11 (3/8, 1/2), Marco Maganza 10 (4/10, 0/0), Andrea Benevelli 9 (0/2, 2/4), Giga Janelidze 3 (0/1, 1/4), Andrea Picarelli 0 (0/3, 0/0), Samuele Moretti 0 (0/0, 0/0), Guido Scali 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 17 – Rimbalzi: 41 13 + 28 (Tim Bowers, Marco Maganza 10) – Assist: 15 (Tim Bowers 11)
https://www.flickr.com/photos/basketinside/albums/72157679242823222
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy