Una cinica Virtus Bologna batte Verona grazie al solito Lawson

Una cinica Virtus Bologna batte Verona grazie al solito Lawson

La formazione di Dalmonte prova la rimonta dopo un primo tempo insufficiente, ma viene castigata dai canestri decisivi del centro ex Recanati. Le Vunere rimangono in testa alla classifica, nonostante un finale in sofferenza.

Commenta per primo!

La Segafredo Bologna rimane in testa alla classifica, imponendosi per 70 a 63 su una rediviva Tezenis Verona. Per la Virtus è una vittoria (la quarta consecutiva) che vale tantissimo, visto il livello agonistico del finale di partita. Dopo un primo tempo dominato (37 a 23 il parziale), la formazione di coach Ramagli ha dovuto soffrire tantissimo nella ripresa, a causa di una reazione veemente della Scaligera, che però ha fallito troppi tiri aperti da 3 punti negli ultimi minuti. Le Vunere sono apparse sulle ginocchia nell’ultimo periodo, e hanno avuto bisogno dei  canestri decisivi di Lawson (18 pt, 13 rim, 3 ass) e Rosselli (17 pt, 5 rim, 5 ass) per portare a casa i due punti. Ottimi anche Michelori e Umeh, che, il primo con la difesa, l’altro con un’improvvisa striscia offensiva, hanno spaccato il match nel secondo quarto. Nonostante la sconfitta, Verona può comunque guardare con ottimismo al futuro: se l’atteggiamento dei veneti è quello del secondo tempo, il roster del neo arrivato coach Dalmonte può tranquillamente puntare ad un’alta posizione in questo girone Est, essendo uno dei più talentuosi in assoluto. A dimostrarlo le ottime prove di Robinson (23 pt 3 ass) e Frazier (25 pt e 6 rim), che si sono affermati come veri leader dei giallo blu.

MVP Basketinside.com: Kenny Lawson

Quintetti

Bologna: Spissu, Umeh, Rosselli, Petrovic, Lawson.

Verona: Robinson, Frazier, Portannese, Toté, Diliegro.

Dopo quasi 3 minuti di errori (ed orrori), la partita sia accende all’improvviso: alla tripla di Petrovic, rispondono Diliegro e Frazier per il 3 a 7 esterno dopo 4 minuti; ci pensa quindi Rosselli con 10 punti consecutivi a riportare davanti la Virtus sul 13 – 12 dopo 7′, nonostante una tripla di Portannese. La Virtus prova un mini allungo sul +4 con Penna, ma commette troppe errori in attacco e un jumper di Frazier fissa il punteggio sul 18 a 16 della prima sirena. Fase di partita dominata dalle difese: Verona non riesce a trovare soluzioni offensive efficaci e Bologna, nonostante molte opportunità sprecate, prende 10 punti di vantaggio (26 a 16 al 15′), grazie a qualche gita in lunetta e alla bomba di Lawson. I lunghi scaligeri vengono sovrastasti dalla fisicità di Michelori, mentre dall’altra parte si infiamma Umeh che, con 9 punti negli ultimi 3 minuti di primo tempo, permette ai felsinei di andare al riposo sul 37 a 23, nonostante una mini reazione ospite guidata da Brkic e Robinson (solo 7 punti per la Tezenis nel secondo quarto). I veneti escono dagli spogliatoi provando a rientrare in partita: Robinson e Diliegro trovano il canestro con continuità e al 25′, nonostante qualche buona giocata di Umeh e Lawson, il vantaggio della Virtus è di soli 8 punti (45 – 37). Per cambiare l’inerzia, le Vunere si affidano a Lawson: 5 punti consecutivi per il centro californiano, ma Verona ora risponde colpo su colpo e con un Robinson incontenibile chiude il terzo quarto a – 5, 5348 (16 a 25 il parziale). Non si ferma il break gialloblu: Frazier e Boscagin trovano subito i cesti del pareggio sul 53 pari a 9′ dalla fine. Nel momento di massima difficoltà finora, i bolognesi si affida a Lawson che, con 5 punti e una stoppata clamorosa, riporta i suoi a + 5 (60 a 55 al 35′). Frazier riporta Verona a – 3, ma una tripla di Rosselli ed un altro canestro di Lawson ridanno 8 punti di vantaggio ad una stanca Virtus (65 – 57 a 3′ e 30″ dal gong). Tornata a – 5 grazie ancora a Frazier, Verona spreca troppi tiri aperti con Robinson, Brkic e Portannese, e viene punita dai tiri liberi di Umeh e Spizzichini che di fatto chiudono la partita. Vince la Virtus per 70 a 63.

Segafredo BolognaTezenis Verona 70 – 63 (18 – 16; 37 – 23; 53 – 48)

Segafredo Bologna: Spissu 2, Umeh 16, Pajola, Spizzichini 6, Petrovic 3, Ndoja NE, Rosselli 17, Michelori 2, Oxilia, Penna 6, Lawson 18. All. Ramagli.

Tezenis Verona: Diliegro 6, Basile, Robinson 23, Portannese 3, Boscagin 3, Pini, Frazier 25, Rovatti, Brkic 3, Toté. All. Dalmonte.

Fotogallery a cura di Pierfrancesco Accardo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy