Verona, rush finale da favola: è suo il derby con Treviso

Verona, rush finale da favola: è suo il derby con Treviso

Commenta per primo!

Tezenis Verona – De Longhi Treviso 67-57

Verona sfrutta un rush finale imperioso nel quarto periodo, vince il derby con Treviso e aggancia i rivali in classifica. Un confronto influenzato dai problemi fisici (Da Ros e Spanghero acciaccati, Fabi infortunato) e caratterizzato dall’alta intensità emotiva. Alla fine ad esultare sono i gialloblu di Marco Crespi.

A inizio gara Treviso sfrutta la doppia dimensione di Ancellotti, rifornendolo di palloni. Il centro risponde con 7 punti e gli ospiti scattano sull’8-5. Dall’altra parte ha un buon impatto Da Ros, nonostante il problema al ginocchio. Crespi gioca anche la carta dell’acciaccato Spanghero per dare più attacco, ma l’ex Trento non incide. Verona pareggia (12-12) con un canestro di Cortese, Treviso tiene la testa della contesa grazie ai canestri di Moretti (da tre) e Abbott, cui risponde Rice, che si sblocca con due triple. Il primo quarto si chiude con la De Longhi a +1 (19-18).

Alla ripresa, Ancellotti sale a quota 11, ma Pillastrini deve gestirlo per problemi di falli. Treviso sale a  25-20, ma Verona rimedia, recupera un paio di palloni e risale a +2 (29-27) con 5 punti in fila di Cortese, che chiude un break di 9-2. Treviso c’è è para il colpo: Powell e Fantinelli la riportano a +4 (31-27), prima della gran chiusura di quarto della Tezenis, brava ad alzare l‘intensità, affidarsi a Rice (16 punti all’intervallo) e chiudere il primo tempo a +5 (40-35) con una tripla inaspettata di Ricci.

Al ritorno in campo per la seconda metà, Boscagin con una tripla spinge subito i suoi a +8 (43-35). La fuga rimane solo un’idea, perché la De Longhi in attacco trova soluzioni apprezzabili e con 4 punti di Fantinelli e 5 di Abbott si riporta addirittura in vantaggio (46-45) a metà terzo quarto. Verona segna solo 5 punti nei primi 6’: a toglierla dai guai ci pensa Da Ros, che sorpassa con un tiro pesante (48-47). Poi è ancora Boscagin a dare ulteriore scossa al match, allargare il parziale positivo di 9-0 e fissare il +7 (54-47) con cui si chiude la terza frazione.

All’alba dell’ultimo quarto Treviso ricuce (51-54) con Powell e Negri, mentre la Tezenis fatica in attacco e rimane a secco per quasi 4’. Stavolta è Rice a fermare il digiuno scaligero con i primi punti personali della ripresa. E’ il turno di Treviso, che si inabissa in attacco e soffre la fisicità avversaria. Gli uomini di Pillastrini restano a secco per oltre 5’. Verona allunga correndo in contropiede grazie alla stoppata infernale di Chikoko, e vola a +12 (63-51) con la tripla di Ricci a 2’30”. Per la squadra di Crespi si tratta di amministrare il vantaggio costruito. Il derby è di Verona.

Tabellini:

Verona: Saccaggi 1, Rice 20, Boscagin 12, Da Ros 7, Chikoko 6, Spanghero, Cortese 13, Ricci 7, Michelori 1.

Treviso: Fantinelli 13, Abbott 9, Busetto, Powell 11, Ancellotti 11, Negri 2, Moretti 5, Rinaldi 4.

Fotogallery a cura di Andrea Marocco

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy