Verona si presenta bene al suo pubblico, Piacenza è battuta

Verona si presenta bene al suo pubblico, Piacenza è battuta

Esordio casalingo positivo per la Tezenis

Commenta per primo!

Tezenis Verona-Assicego Piacenza 82-67

Esordio casalingo positivo per la Tezenis Verona, che inizia bene, accelera, trova punti e rendimento da tutti sopperendo alla serata normale di Phil Greene, soffre un po’ ma poi percorre con agilità il rettilineo finale. Piacenza si appoggia agli americani, ma fatica costantemente a inseguire gli avversari e, al momento del massimo sforzo di rientro, non riesce a cavalcare l’onda positiva.

Inizio partita ad alto ritmo: le difese sono permissive, gli attacchi veloci e brillanti. Verona parte subito dando palla a Maganza sotto e con la versatilità di Udom mette in difficoltà gli uomini di Zanchi. Piacenza prova a rispondere all’intensità dei rivali, ma fatica a innescare l’ex di turno Reati. I punti di Alredge e Guyton mantengono l’Assicego a contatto, un gioco a due tra Amato e Nwuohuocha porta Verona a +6 (20-16) con cui si chiude il primo quarto.

Inizia il secondo periodo e subito Amato colpisce per il +7 (23-26). Il talento di Jamal Jones brilla: l’americano sfrutta i centimetri e firma il +10 (29-19). Ci pensano Oxilia e Sanguinetti a limare lo svantaggio a -6 (23-29), ma è ancora Jones  a salire a quota 14 con una tripla: il parziale di Verona è di 10-0 per il +16 (39-23). Una schiacciata di Alredge ferma il flusso, ma a fine primo tempo è +12 punti Verona (40-28).

Verona inizia alla grande il terzo quarto: Maganza da sotto e un gioco da quattro punti di Palermo fanno precipitare l’Assicego a -17 (29-46). L’intensità difensiva maggiore costringe Piacenza a tiri forzati e palle perse evitabili. La squadra ospite però non molla: Fontecchio e Reati spingono la reazione, Guyton li segue con 8 punti consecutivi: Piacenza è a -7 (42-49), poi a -5 (45-50) sulla tripla di Formenti. Qui Verona risponde ancora: Jones, Amato e Maganza accelerano e sulla tripla di Pierich allo scadere sale a -13 (61-48).

All’inizio dell’ultimo quarto, Reati trova il tiro pesante avvicina l’Assicego a -8 (53-61). Amato e Greene parano il colpo e riportano Verona a un solido +13 (66-53). Formenti e Alredge non mollano, ma ancora Amato prende ritmo offensivo e con un numero regala alla Tezenis il nuovo +13 (71-58) a 5′ dalla fine. Un  vantaggio che Piacenza non riuscirà più rosicchiare con successo: la tripla finale di Udom fissa il +15 finale.

Tabellini:

Verona: Palermo 8, Green 8, Jones 21, Udom 13, Maganza 9, Amato 16, Visconti, Ikangi, Nwohuocha 2, Pierich 5.

Piacenza: Sanguinetti 9, Guyton 15, Reati 8, Arledge 20, Fontecchio 2, Formenti 8, Oxilia, Costa, Infante 2.

Fotogallery a cura di Guido Pavoni

Greene IV

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy