Verona torna alla vittoria, Ravenna si spegne nella ripresa

Verona torna alla vittoria, Ravenna si spegne nella ripresa

Verona dimentica l‘emergenza, sfrutta la propria superiorità fisica e torna a vincere al PalaOlimpia dopo lo scivolone contro La Fortitudo.

Commenta per primo!

Tezenis Verona – OraSì Ravenna 63-51

Verona dimentica l‘emergenza, sfrutta la propria superiorità fisica e torna a vincere al PalaOlimpia dopo lo scivolone contro La Fortitudo. Contando la vittoria a Legnano, la Tezenis ha concesso 49.5 punti di media nelle ultime due gare: segno che la difesa è tornata ad essere di eccellente livello.

L‘impatto sulla gara di entrambe le squadre è difficile, e il primo quarto è di qualità molto bassa. Verona segna 4 punti nei primi 8’ e chiude a quota 10 con 4/17 a tiro, di cui 1/9 da tre: l’unica bomba è del giovane Bernardi. Solo i 6 rimbalzi d’attacco e una difesa competente salva la squadra di Crespi. Ravenna non riesce a scappare, ma ha le idee chiare: pressione sulla palla in difesa, la vivacità di Smith sotto canestro e la puntura da 3 di Malaventura che la porta avanti sull’11-4. A fine periodo, la Tezenis riesce a risalire e Ravenna racimola un deludente 13-10.

Saccaggi  e Deloach animano l’inizio del secondo quarto con un bomba a testa. Chikoko appare molto attivo sotto canestro, dominando a rimbalzo (saranno 8 a metà gara). Altri 4 punti di Saccaggi e il contributo dello stesso Chikoko e Ricci porta Verona a +5 (22-17). Ravenna risponde rimettendo in partita Smith, che rosicchia il passivo con due canestri da sotto. Da Ros prova a spaccare la gara con due triple (28-21), ma Raschi appena prima dell’intervallo ferma l’emorragia e la Tezenis chiude il primo tempo a +4 (30-26).

Pur non riuscendo a contenere Smith, Verona si scioglie un po’ in attacco. Cortese si iscrive a referto, Rice si sblocca da tre, Chikoko è presente, Da Ros martella da lontano: Il gap si allarga prima fino a +10, poi a +15 a fine terzo quarto (51-36), grazie all’ottavo punto nel periodo di Cortese. Nonostante i lampi isolati di Raschi e Casini, che avevano regalato a Ravenna il -5 (36-41), la squadra di Martino subisce nel finale uno 0-10 tramortente che rende ardua la risalita.

Nel quarto periodo la fisicità dei lunghi veronesi permette alla formazione di Crespi di mantenere il controllo sul match. Controllo peraltro corroborato dalla tripla di Cortese del +17 (58-41) a metà periodo. L’ultimo sforzo di Ravenna le consente di riavvicinarsi sul -11 (49-60) a 2’30” dalla sirena grazie alla sfuriata dei due americani e di Raschi. A chiudere i conti definitivamente è la seconda tripla della gara di Bernardi.

Tabellini:

Verona: Saccaggi 11, Rice 8, Cortese 12, Da Ros 11, Michelori 2, Ricci 2, Chikoko 11, Bernardi 6, Petronio.

Ravenna: Rivali 2, Deloach 10, Malaventura 3, Masciadri, Smith 20, Casini 3, Raschi 12, Molinaro.

Fotogallery a cura di Andrea Marocco

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy