Viola, che impresa: cade Castelletto al Botteghelle, vive le speranze Silver

Viola, che impresa: cade Castelletto al Botteghelle, vive le speranze Silver

Commenta per primo!

REGGIO CALABRIA – Quindicesima giornata del girone di ritorno per il campionato di Serie A Nazionale. La Viola ieri ospitava il Castelletto Ticino in una sfida molto importante fra due squadre che occupano le zone alte della classifica anche se le tre sconfitte consecutive hanno un po’ fermato la corsa dei reggini.

Il match termina con la vittoria della compagine dello stretto che interrompe la striscia negativa e riprende la corsa superando in casa una delle realtà più forti del campionato dopo un grande secondo tempo ed un prova di sostanza su due lati del campo. I reggini tornano a gioire dopo tre settimane di match gettati al vento nel finale che, questa volta, sorride ai ragazzi di Ponticello.

Settimana normale di lavoro per la Viola che, dopo la trasferta di Recanati, comincia a preparare una gara molto importante che dà un’ulteriore verifica sulla forza di questo gruppo che ha stupito tutti gli addetti ai lavori da Novembre in poi mentre i lombardi cercavano punti per rimanere nelle zone altissime della classifica e continuare a lottare per i play-off. Giornata nero arancio indetta dalla società anche se il Botteghelle era meno pieno del solito ma i presenti si sono fatti sentire sin dalla palla a due.

Ma torniamo a quello che è successo in riva allo stretto: la storia della gara del Botteghelle dice che vede il Castelletto partire forte tanto da far cambiare subito tipo di difesa a coach Ponticello che si mette a zona per proteggersi dai pericolosi esterni lombardi. Fontecchio è l’uomo che tiene in partita i reggini in un match dai ritmi altissimi. Viola che corre bene e comincia a mettere la testa avanti grazie anche alla vitalità di Rugolo; un canestri di Ranuzzi allo scadere consente agli ospiti di terminare il primo quarto sotto di due punti. Impatto devastante di Quaglia nella seconda frazione anche se Ceron non fa scappare i padroni di casa che cercano di abbassare la velocità di una sfida giocata a mille all’ora anche perché sono sul parquet probabilmente i due migliori play del campionato: Simoncelli da una parte; piazza dall’altra, danno vita ad un duello per palati fini del basket. Si va negli spogliatoi per l’intervallo lungo con un match decisamente equilibrato ed il tabellone che dice più tre per Casteletto dopo un canestro da tre allo scadere dei ragazzi di coach Tarelli. Brutto inizio di terzo periodo con Simoncelli che perde qualche pallone di troppo ma la Viola non ne approfitta; per due minuti il canestro di entrambe le squadre rimane inviolato prima di un mini parziale nero arancio ottenuto grazie alle accelerazioni di Piazza. Neroarancio che provano a prendere l’inerzia della partita; Fontecchio segna la tripla del più otto prima del canestro di Fabi che consente alla Viola di cominciare l’ultimo quarto sopra di undici punti. La gara diventa nervosa perché Casteletto vuole rimontare e comincia ad alzare la pressione ma non succede nulla di rilevante nei primi tre minuti anche perché Caprari e compagni difendono forte e vanno bene a rimbalzo. Più nove per i reggini a cinque minuti dalla fine con Casteletto che tenta di fare innervosire i ragazzi di coach Ponticiello. Prelazzi riporta sul meno sei la compagine ospite che si rimette in gara. Simoncelli segna il meno due a cento venti secondi dalla fine prima del quinto fallo di Prelazzi. Fabi rida il più cinque alla Viola ad un minuto dal termine. Ammanato segna il più sei prima di un fallo in attacco fischiato ai lombardi; Piazza dalla lunetta non sbaglia e così si arriva alla fine con la Viola che può finalmente meritatamente festeggiare.

Archiviata la sfida con il Castelletto, nessun riposo perché giovedì si torna immediatamente in campo a Latina nell’ennesimo turno infrasettimanale di questa infinita stagione che sta per mandare i titoli di coda con i reggini che vogliono ancora togliersi tante soddisfazioni.

VIOLA REGGIO CALABRIA – SBS CASTELLETTO TICINO 77-69

VIOLA: Ricci , Fontecchio 18, Caprari 8, Fabi 8, Sabbatino 2 , Piazza 7, Quaglia 9, Germani 4 , Ammannato 5, Rugolo 16. All. Ponticiello.

CASTELLETTO: Minoli, Marusic, Simoncelli 17, Damiani 6, Pazzi 9, Sanguinetti 7, Ihedioha 3, Ranuzzi 11, Prelazzi 6, Ceron 10. All. Tarelli

Arbitri: Davide Scudiero di Milano e Andrea Agostino Chersicla di Erba (CO)

Note – Parziali (22-20/ 38-41/ 59-48 )

 Tiri liberi: Viola 18/23, Castelletto 11/19. Tiri da due: Viola 22/45, Castelletto 17/31. Tiri da tre: Viola 5/14, Castelletto 8/30. Rimbalzi: Viola 41, Castelletto 30. Usciti per falli: Prelazzi ( C ); Fallo Tecnico:Pazzi (C);  Spettatori: 1000 circa.

 

Fotogallery a cura di Fabiana Amodeo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy