Vittoria per la Tezenis, espugnata una Bawer mai doma

Vittoria per la Tezenis, espugnata una Bawer mai doma

Al PalaSassi di Matera la Bawer ospita la Tezenis Verona, squadra tra le pretendenti alla vittoria del girone Est e che fa della zona playoff il suo habitat naturale, per una partita il cui pronostico sembra scontato. La Bawer è alla ricerca di un successo che manca da tre settimane, mentre la Scaligera vuole ottenere la sua terza vittoria di fila.

Coach Gresta conferma il quintetto titolare visto a Roseto degli Abruzzi in quanto capitan Guarino non è ancora al top della forma, schierando Cantagalli, Mastrangelo, Okoye, Hamilton e Corral.
Coach Crespi risponde con il classico starting five costituito da Saccaggi, Rice, Boscagin, Da Ros e Chikoko.PRIMO QUARTO

Un buon avvio dei lucani rende l’incontro più equilibrato di quanto ci si aspettasse alla vigilia, grazie a Okoye ed Hamilton che, essendo consapevoli di non avere la sicurezza di un posto nel roster dopo l’arrivo di Brian Chase, partono bene trovando subito il canestro. Ad un parziale di 6-0 dei lucani risponde Matteo Da Ros, dall’altra parte arrivano altri due punti di Hamilton ma arriva subito la replica da tre punti di Boscagin. Sono ancora Okoye ed Hamilton trovare la retina per i padroni di casa, ma arriva nuovamente la risposta di Boscagin e Da Ros (17-11). Sul finire del periodo arriva una bella azione della Scaligera che costringe i materani ad una rotazione lenta che lascia così libero Chikoko sotto canestro per l’affondata a fil di sirena.Dopo i primi dieci minuti la Bawer è sopra 17-13, complice il buon avvio dei lucani e la bassa percentuale al tiro degli ospiti. Da segnalare 9 punti di Okoye e 6 di Hamilton.

SECONDO QUARTO

Un canestro di Okoye inaugura il secondo periodo; dall’altro lato del campo arrivano i due punti dell’ex di giornata Riccardo Cortese. Matera trova il massimo vantaggio di +7 con la bomba dall’arco di Zaharie (22-15). Riducono le distanze Vitalis Chikoko da sotto canestro e una tripla di Cortese. Dopo altri due punti di Hamilton arriva il primo canestro di Rayvonte Rice. A metà del secondo periodo arriva un break di 5-0 dei lucani con la tripla di Bertocco e due punti del solito Okoye, ma sono ancora Cortese e Rice ad accorciare le lunghezze di svantaggio. Da Ros e Michelori permettono agli scaligeri di impattare e ribaltare il punteggio sul 29-31, ma arriva il controsorpasso della Bawer con Corral e Okoye. Si va negli spogliatoi con il tabellone del punteggio che dice 33-31 per la formazione locale.

TERZO QUARTO

Una tripla di Da Ros e due punti di Chikoko valgono il +3 degli ospiti, ma due triple dei soliti Okoye e Hamilton ribaltano il parziale. È un terzo periodo all’insegna dell’equilibrio con un susseguirsi di sorpassi e controsorpassi, con gli stranieri della Bawer che continuano a trovare il canestro. Sul 41-40, a metà del periodo arriva una brutta notizia per i locali, Daniele Mastrangelo in contropiede fa un movimento brusco con il ginocchio e si infortuna: la sua partita finisce qui. Corral risponde ai due punti di Chikoko, ma le triple di Cortese e Saccaggi portano gli ospiti sul +5: a fine terzo quarto il parziale è di 45-50, con la Bawer che si trova per la prima volta in difficoltà a trovare la via del canestro.

ULTIMO QUARTO

Un jumper di Saccaggi permette alla Tezenis di raggiungere il massimo vantaggio di +7 (45-52). Con i problemi di falli della Bawer che vengono a galla sono Bertocco e Rugolo ad accorciare le distanze sul -3. Chikoko fa 1 su 2 dalla lunetta e dall’altra parte è ancora Rugolo a segnare la tripla del -1, ma ancora è ancora Cortese a spezzare i tentativi di rimonta della Bawer con quattro punti consecutivi prodotti con un tiro libero e una tripla segnata dopo il rimbalzo offensivo di Chikoko sul secondo tentativo sbagliato dalla lunetta. Cantagalli e Hamilton riprovano a portare il match sui giusti binari ma Boscagin e Saccaggi provano a mettere in fuga la Tezenis (57-62 a 2 minuti dalla fine).Dopodiché è Rugolo a infilare la tripla del -2, che diventa nuovamente -4 con il 2/2 dalla lunetta da parte di Boscagin. Rugolo manca la bomba del -1 a mezzo minuto dalla fine, così i tiri liberi di Saccaggi e Cortese mettono la parola fine a un bel match. Finisce 62-68 per la Scaligera che si porta a 14 punti in classifica, mentre la Bawer resta il fanalino di coda del girone nonostante una buona performance che ha visto dei progressi dal punto di vista mentale.

BAWER MATERA-TEZENIS VERONA 62-68 (17-13; 16-18; 12-19; 17-18)

MATERA: Hamiton 16, Mastrangelo, Corral 8 (11 rimbalzi), Okoye 18, Cantagalli 2, Rugolo 10, Bertocco 5, Loperfido n.e., Zaharie 3. Coach: Gresta.

VERONA: Bernardi n.e., Saccaggi 10, Ricci, Petronio n.e., Boscagin 11, Cortese 18, Michelori 4, Da Ros 9, Chikoko 9, Rice 10. Coach: Crespi.

Fotogallery a cura di Roberto Linzalone e Galileo De Iudicibus

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy