Serie A2 Old Wild West – Il quintetto ideale della quinta giornata

Serie A2 Old Wild West – Il quintetto ideale della quinta giornata

Andiamo a vedere i migliori in campo nel week-end sui parquet di serie A2 Old Wild West

di Federico Di Domenico

Playmaker: MARQUES GREEN
La Bakery Piacenza con una grandissima rimonta nel secondo tempo si impone nel match casalingo con Roseto. Prova di squadra strepitosa per Piacenza, trascinata però da un immenso Marques Green. Il playmaker ex Avellino mette a referto una doppia doppia da 14 punti e 10 assist, ai quali aggiunge ben 7 rimbalzi. Chirurgico dall’arco, segna 4 delle 5 triple tentate. Gli anni passano ma Green resta sempre lo stesso e continua a spiegare pallacanestro sui parquet di tutta Italia.

Guardia: BRANDON TRICHE
Capo D’Orlando sbanca il parquet di Legnano ottenendo la quarta vittoria stagionale. Mvp indiscusso Brandon Triche, autore di una prestazione davvero super. Per l’esterno Statunitense prova da 29 punti, 5 rimbalzi, 5 assist, 5 palle rubate e 8 falli subiti in 32 minuti sul parquet. Dominante in entrambe le metà campo, Triche prende per mano Capo D’Orlando e la guida ad una vittoria fondamentale per la classifica.

Ala piccola: ANDREA BENEVELLI
La Fortitudo Bologna sbanca Jesi e fa 5 su 5, restando in testa alla classifica insieme a Montegranaro. Stavolta il protagonista un po’ a sorpresa è Andrea Benevelli, che in uscita dalla panchina mette a referto una doppia doppia da 20 minuti e 11 rimbalzi, per un totale di 30 di valutazione. Impeccabile la prova di Benevelli che tira con percentuali ottime, 4/4 da due punti, 2/4 dall’arco e 6/6 dalla lunetta, e offre un apporto decisivo anche nella metà campo difensiva.

Ala grande: MIKE HALL
Ferrara vince senza problemi con Cagliari, anche grazie a una grande prova di Mike Hall. Per l’esperto lungo Americano grande prova da 13 punti (2/2 da due punti e 3/4 dall’arco dei 6.75m) , 14 rimbalzi, 8 assist e 4 palle rubate. Hall dimostra ancora una volta di poter essere decisivo in vari modi, anche mettendosi a disposizione della squadra e sacrificandosi per fare la differenza tanto in difesa quanto in attacco.

Centro: EMANUELE ROSSI

Imola sbanca il campo di Mantova dopo un overtime, e lo fa grazie a una prestazione mostruosa di Emanuele Rossi. In uscita dalla panchina Rossi mette a referto 32 punti, 13 rimbalzi (di cui 7 offensivi) e 6 assist, tirando con il 10/12 da due punti, l’uno su uno dall’arco e il 9/13 dalla linea della carità. Non ci sono parole adatte a descrivere la prestazione clamorosa di Rossi, parla chiaro la valutazione finale, 47.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy