Treviglio sfida Chieti: chi continuerà a vincere?

Treviglio sfida Chieti: chi continuerà a vincere?

Commenta per primo!

La Remer Treviglio vuole continuare la sua marcia di avvicinamento ai piani alti di questa A2 Est e domenica, dopo la pausa per l’All Star Game di categoria, scenderà in Abruzzo per affrontare un avversario per nulla semplice come la Proger Chieti di coach Massimo Galli, formazione che si trova solamente 2 lunghezze sotto i biancoblu (16 punti la Remer, 14 i biancorossi).

In questo 2016 i ragazzi di Adriano Vertemati hanno infilato due vittorie consecutive sfruttando il fattore campo per sconfiggere Legnano e Matera, con il botto dell’ultimo turno in cui la BluBasket ha letteralmente asfaltato la Bawer (107-59 il risultato finale) al termine di una partita senza storia che la formazione di casa ha fatto sua con il parziale di 30-8 nel primo quarto e riuscendo a mandare a referto tutti i giocatori che aveva a disposizione; dall’altra parte Chieti sta vivendo anch’essa un periodo particolarmente fortunato il 6 gennaio ha infilato la terza vittoria consecutiva sconfiggendo in trasferta l’Aurora Basket Jesi (71-76 lo score dopo 40’ di gioco) dopo un match molto combattuto che si è risolto a favore dei biancorossi solamente negli ultimi minuti.

Il quintetto base degli abruzzesi prevede in cabina di regia un playmaker molto pericoloso come Diego Monaldi, classe 1993 alla seconda stagione a Chieti, cresciuto nelle giovanili della Virtus Roma e della Mens Sana Siena (formazione con cui ha esordito in Serie A), un giocatore giovane ma con già alle spalle diverse stagioni tra LegaDue (Junior Casale) e DNA/A2 Silver (Firenze, Bari, Reggio Calabria), 11.2 punti e 3.8 assist a partita.

Sugli esterni il primo straniero della Proger ovvero Ivan Lilov, guardia classe 1988 arrivato a Chieti a metà ottobre, giocatore cresciuto nel vivaio dell’Academic Sofia che ha vissuto tutta la sua carriera nel paese d’origine (Balkan Botevgrad, Rilski Sportist, Olin Edime, Kavadarci, Gaz Metan Medias) prima di approdare quest’estate a Reggio Emilia con la quale ha disputato tutte le amichevoli pre-campionato, uno degli elementi più pericolosi del roster abruzzese con 16.5 punti e 4.3 rimbalzi di media, oltre a una buona pericolosità da dietro l’arco (2.8/6.4, 44%); al suo fianco il giovane Matteo Piccoli, ala piccola classe 1995 arrivato quest’estate dalla Coelsanus Robur et Fides Varese (Serie B), formazione affiliata della Pallacanestro Varese, 2.8 punti e 1.9 rimbalzi a partita.

Sotto canestro il capitano Luigi Sergio, ala piccola alla Proger dal dicembre 2013, cresciuto nel Basket Maddaloni da dove parte per alcune esperienze al Sud (Campobasso, Bisceglie, Juve Caserta) e qualche mese in A2 Gold con Forlì a inizio 2013-2014 prima di approdare in Abruzzo, 8.9 punti e 4.3 rimbalzi di media; al suo fianco un giocatore in grado di spostare gli equilibri del match a favore della Proger come Isaiah Armwood, ala/centro classe 1990, altro grande colpo della dirigenza teatina che nel corso del mercato estivo l’ha prelevato dall’Aquila Basket Trento, società di Serie A nella quale ha vissuto una stagione di alti e bassi e dove era approdato dopo un quadriennio universitario in crescendo diviso tra Villanova e George Washington, un altro giocatore a cui fare moltissima attenzione vista la sua doppia doppia di media (14.2 punti e 10.1 rimbalzi a partita).

A disposizione di coach Galli una panchina molto giovane con due elementi più esperti: Andrea Piazza, playmaker classe 1989 giunto quest’estate per andare a colmare la casella lasciata libera da Matteo Palermo, giocatore cresciuto a Pordenone con cui ha esordito in C1 a 15 anni prima approdare in A Dilettanti con Castelletto Ticino e successivamente riscendere ai piani inferiori con Costa Volpino e, nelle ultime due stagioni, con la Gsa Udine, 3.5 punti, 2.7 assist e 2.7 rimbalzi di media; Marco Allegretti, ala grande classe 1981 cresciuto nelle giovanili della Pallacanestro Varese e reduce da due stagioni in LegaDue a Napoli, un giocatore di grande esperienza come testimoniano le sue numerose stagioni tra Serie A (Varese, Venezia) e LegaDue (Borgomanero, Ferrara, Venezia, Napoli, Ferentino) chiamato dalla dirigenza abruzzese per sostituire Ancellotti, importante il suo apporto dalla panchina con 11.8 punti e 4.8 rimbalzi a partita. Insieme a loro: Jacopo Vedovato, centro classe 1995 cresciuto nel vivaio di Treviso, società che l’ha girato in prestito a Chieti quest’estate dopo due stagioni nelle quali ha avuto modo di fare esperienza con la prima squadra dei veneti, 1.7 punti e 1.3 rimbalzi di media; Andrea Sipala, ala piccola classe 1995 milanese trapiantata a Bolzano, è cresciuto nei vivai dell’U.S. Piani di Bolzano e dell’Aquila Trento che ha lasciato all’inizio della stagione 2011/2012 per tornare nel capoluogo dell’Alto Adige dove è cresciuto sino ad affermarsi come uno dei giovani più interessanti del girone C del campionato DNC con la canotta dell’Europa Bolzano, processo di crescita che continuerà a Chieti grazie alla chiamata del coach Galli nel corso del mercato estivo; Damiano Marchetti, playmaker classe 1997 cresciuto nel vivaio degli abruzzesi e alla seconda stagione con la prima squadra.

All’andata la Remer conquistò contro la Proger la prima vittoria della stagione con il punteggio di 60-53 al termine di un match per larghi tratti brutto in cui i biancorossi hanno condotto le operazioni per poi essere raggiunti e superati dai trevigliesi solamente nell’ultimo quarto grazie al trio Marino-Kyzlink-Sorokas.

La sfida si preannuncia parecchio scoppiettante visto che vedrà affrontarsi due formazioni che stanno entrambe vivendo un ottimo momento di forma e vengono da una striscia di vittorie, quindi con la piena intenzione di prolungarla. Entrambi i quintetti base prevedono giocatori di alto livello quindi molto probabilmente la sfida si giocherà sull’apporto che le panchine sapranno dare: in questo la Remer ha dimostrato nelle ultime giornate di potervi trovare molte soluzioni, con Chillo e Tambone ormai parti fondamentali del gioco di Vertemati e la coppia Spatti-Savoldelli che nel match contro Matera hanno fatto vedere come possano dare un contributo importante.

 

Arbitri dell’incontro: Alessandro Tirozzi di Bologna (BO), Daniele Caruso di Castel San Giovanni (PC) e Vito Modesto Stoppa di Ferrara (FE)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy