Mantova, la società spiega l’arrivo di Amici, ma i tifosi vogliono le scuse del giocatore

Mantova, la società spiega l’arrivo di Amici, ma i tifosi vogliono le scuse del giocatore

Commenta per primo!

Con Grande e Wojciechowski che hanno lasciato Mantova, in direzione, rispettivamente, di Biella e Cantù, e Landi che sembra non rientrare nei piani della società, il mercato biancorosso potrebbe presto prendere il via anche in entrata, con gli acquisti di Ndoja e Amici. E’ quanto scrive la Gazzetta di Mantova che riporta anche le dichiarazioni di Stefano Berni, membro del cda degli Stings a proposito dell’affaire Amici, la cui scelta è stata approvata all’unanimità dal consiglio di amministrazione: “Tecnicamente Amici non si discute e come cambio è un lusso. E’ un atleta generoso in campo, a volte forse troppo eccedendo con il nervosismo, ma fuori è un bravo ragazzo, tanto da dedicare parte del suo tempo libero come volontario per assistere persone diversamente abili. Sono sicuro che i tifosi quando lo conosceranno lo ameranno perchè è uno che non si risparmia in campo e questo farà dimenticare gli spiacevoli episodi con noi”. Il dirigente continua sottolineando gli sforzi che sta compiendo la Dinamica per allestire un roster di vertice: “Spero sarà una stagione esaltante come quella di due anni fa. Stiamo lavorando per i nostri obiettivi e per i tifosi, che sono il vero patrimonio della società. Questa stagione deve cominciare con l’entusiasmo di tutti coloro che ci sono vicini per compensare gli sforzi rilevantissimi che la società sta sostenendo. “

Questa la risposta dei Sota Chi Toca, il gruppo di supporters che ha apertamente contestato l’arrivo del giocatore di Ferrara, apparsa sulla pagina fb del gruppo:”

“I Sota Chi Toca prendono atto della decisione all’unanimità della società. Il contenuto delle dichiarazioni ci lascia ad ogni modo abbastanza allibiti; innanzitutto si parla del giocatore in questione come di un ottimo giocatore (e su questo concordiamo), ma si riassumono tutti gli episodi negativi di cui egli è stato protagonista dicendo che sono frutto di qualche “eccesso di nervosismo”. Beh, se qualsiasi giocatore un pò energico si mettesse a offendere i tifosi avversari e a sputargli, non sappiamo proprio come il nostro sport potrebbe mantenere quell’eleganza e quell’unicità che lo contraddistingue. A tal proposito rimaniamo stupiti del fatto che sia proprio il Sig. Berni a parlare, considerato sempre da noi come una delle figure di maggior rappresentanza e portatore di quei valori che con questa decisione vengono, a nostro parere, meno. Chiudiamo dicendo che se davvero si crede che i tifosi siano il reale valore di una società, questa decisione sicuramente non aiuterà a migliorare quel rapporto di stima reciproca che era finora stato alla base di ogni stagione, e che come la società ha preso la sua decisione i tifosi faranno altrettanto valutando le opportune contromisure.

Amici dimostri di aver capito i suoi errori chiedendo scusa a tutte le persone che ha offeso, giocatori o tifosi che siano. Allora magari il suo arrivo verrà valutato con meno astio da parte della tifoseria.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy