La Pallacanestro Reggiana riparte da Fabrizio Frates

La Pallacanestro Reggiana riparte da Fabrizio Frates

Commenta per primo!

Da questo martedì la squadra, seppur a raghi ridotti, si è ritrovata a scolgere alcuni allenamenti in vista della Summer League di Imola. A presenziare gli allenamenti è presente Fabrizio Frates che è tornato in palestra dopo 2 mesi dall’operazione a cui è stato sottoposto. A lui abbiamo rivolto alcune domande sul campionato appena terminato e su quello del prossimo anno.

 

Innanzitutto ben tornato a Reggio Emilia, ma soprattutto ben tornato in palestra.

Grazie mille, finalmente stò tornando alla normalità, non sono ancora al 100 % ma già il fatto di poter tornare a contatto con l’ambiente è una cosa positiva, stò gradualmete recuperando e conto di essere in forma il giorno del raduno.

Facciamo un passo indietro, lei quando arrivò a Reggio disse che l’obbiettivo era quello di salvare la categoria, ma con la squadra che aveva a disposizione pensava di raggiungere la salvezza all’ultimo secondo?

Sinceramente no, non coscevo a fondo tutti i giocatori, di alcuni ne conoscevo le doti tecniche, ma quello che è mancato era il  loro stato di appatenenza alla squadra. In poche parole bravi giocatori ma poco spirito di sacrificio. Quando c’è ne siamo accorti abbiamo provato a dare una sferzata, rischiando moltissimo, perché la squadra che ha affrontato l’ultima parte del campionato era certamente meno forte dell’altra, però era una squadra, dove tutti avevano un unico obbiettivo da raggiungere e lo si è fatto tutti assieme.

 

 

Coach è vero che quando non poteva assistere alle partite non voleva saper nulla sino alla fine?

Si, io vivo il basket in prima persona e non riuscivo a mettermi davanti ad un computer o ad ascoltare la radio, io aspettavo la fine delle partite ed 1 secondo dopo arrivava la telefonata che mi aggiornava sull’esito.

Passiamo ora alla prossima stagione, si è già incontrato con la dirigenza?

Si ci siamo già incontrati ed abbiamo già cominciato a gettare le basi per la prossima stagione, sia per quel che riguarda lo staff tecnico sia per quello che riguarda la squadra.

 

 

Per quel che riguarda la squadra da dove si riparte?

Si riparte dalla squadra che ha terminato il campionato scorso e su questo gruppo intendiamo lavorare, abbiamo 3 giocatori sotto contratto Valenti, Frassineti e Chiacig anche se quest’ultimo può esercitare l’opzione per liberarsi dal contratto, però noi speriamo che rimanga.                                   Non lo nascondiamo che vorremmo tenere Robinson, al quale prima della fine del campionato avevamo già consegnato un’ipotesi di prolungamento di contratto, ora toccherà a lui vedere se vorrà rimanere con noi o sceglere altre strade. Per gli altri essendo liberi occorrerà capire cosa vogliono fare, una cosa è certa chi arriverà saranno solo giocatori che dovranno manifestare la voglia di indossare questa maglia. Inoltre vorremmo dare qualche minuto in più ai nostri giovani che tra l’altro hanno ben figurato alle finali nazionali.

 

 

A proposito di giovani, cosa ne pensa del 3° posto conquistato dall’Under 19 ?

E’ stato un risultato molto positivo, in fin dei conti si è perso solo una partita, ma i giovani che abbiamo mostrato sono ragazzi che in chiave futura avranno ancora margini di miglioramento e questo non può farci contenti.

Ai  tifosi della Pallacanestro Reggiana cosa si sente di promettere  per la prossimo campionato ?

Sicuramente quello di soffrire meno, perché quest’anno gli abbiamo fatti soffrire troppo, quello che cercherò di fare è quello che già dalle prime partite è di presentare una squadra già pronta che comincia già da subito a far divertire il nostro publico.

 

 

Infine un’ultima domanda, chi salirà in seria A ?

Io ho sempre detto che Casale aveva la miglior squadra e quest’anno sembra proprio che tutto dica che sarà lei salire di categoria, non ultimo la frattura al polso di Alvin Young che toglierà a Venezia forse il suo uomo migliore.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy