La stella Dwight Hardy, dal Bronx a Pistoia

La stella Dwight Hardy, dal Bronx a Pistoia

 

E’ nato a poco più di un miglio da Yankee Stadium, in una casa situata in un complesso di sette edifici e due campi da basket, vicino a Park Avenue. Nel suo anno da senior a John F. Kennedy High School ha avuto una media di 39 punti a partita. Quando ha cercato di entrare nel basket NCAA non ha impressionato: i primi tentativi sono stati disastrosi e ha dovuto emigrare per giocare. La sua prima destinazione è stata alla Scuola Patterson, NC Happy Valley, a quasi 650 miglia da casa. La sua permanenza a Lenoir non lo ha aiutato molto, così ha dovuto spostarsi di nuovo. Da North Carolina in Iowa. L’istituto in questione, per chi ama la storia, la Indian Hills Community College, situato nella città di Ottumwa. Due anni isolato dalla civiltà è servito a migliorare come giocatore e per ottenere la sospirata borsa di studio al Saint John’s Red Storm.

Nel suo primo anno come point guard, che era la sua posizione naturale, aveva una media di 10 punti a partita. Nel suo secondo e l’anno scorso è passato al ruolo di playmaker con il nuovo allenatore Steve Lavin, ottenendo una media di 18,3 punti con anche 33 punti contro Kemba Walker.

Pistoia Basket, che ha avuto un grande successo la scorsa stagione con Jarvis Varnado, aggiunge quindi un altro colpo con l’arrivo del rookie. Il suo allenatore in Italia, Paolo Moretti è sicuro “I chilometri di separazione dalla sua casa e la nuova posizione in campo non saranno un problema.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy