L’ex Cantù Marcel Jones chiude il mercato di Biella

L’ex Cantù Marcel Jones chiude il mercato di Biella

Commenta per primo!

A mezzogiorno del 4 agosto il GM Marco Sambugaro può finalmente rilassarsi: la squadra da affidare a coach Carrea è quasi pronta, l’ultimo tassello si chiama Marcel Jones. 30 anni, ala grande statunitense ma con passaporto neozelandese di 203, vanta un passaggio a Cantù nel 2013/2014, e assieme a Diego Banti compone un tandem di esperienza  che servirà in un campionato quanto mai difficile come quello di A2 di quest’anno. Con Jones e con Banti Biella ha chiuso il reparto dei lunghi, e andranno ad affiancare capitan “Linfa” Infante, l’ala triatrice di lungo corso Pierich, e il brio di Jazzmarr Ferguson: tutti ingredienti che dovranno far crescere i giovani di Biella, da quelli di sicuro avvenire come Niccolò De Vico, agli altri come Grande e La Torre, su cui dovrà essere costruito il gioco dell’Angelico a cui si aggregheranno anche a il giovane Pollone come nove e un altro tassello da trovare.

Una squadra totalmente diversa rispetto a quella di Corbani, un coach differente e con un gioco diverso ma non per questo meno coinvolgente. Il pubblico sta rispondendo bene, sono già oltre 500 le tessere rinnovate, un entusiasmo quello dei tifosi sempre presente come ricorda l’AD Gianni d’Adamo : “(..) Abbiamo ancora più entusiasmo della passata stagione segno che il pubblico crede nel nostro lavoro e nella nostra programmazione (..) Come tutti gli anni ripartiamo da zero, ma lo facciamo seguendo due aspetti: la qualità del gioco e un occhio al bilancio. Abbiamo deciso di puntare come sempre sui giovani, a Grande De Vico e La Torre saranno affidate le chiavi del gioco e a questi abbiamo affiancato giocatori di esperienza. Siamo convinti di aver fatto un buon lavoro in team fra Sambugaro e Carrea. E’ presto per dire quale sarà l’obiettivo, partita dopo partita vedremo e cresceremo senz’altro. Ci sono squadre che si son rinforzate tantissimo sulla carta, poi come sempre è il campo a stabilire le gerarchie, anche se quello di cui sono particolarmente contento è la sinergia che si è creata, per noi è fondamentale come sempre il gruppo. Di questo gruppo fanno parte persone che ci credono, chi è venuto in questa squadra è perché credo fortissimamente a questo progetto, e poi dal prossimo anno potremmo anche puntare sui giovani promettenti del nostro vivaio. Biella come sempre rinasce dai propri giovani e noi crediamo fortemente in questo progetto”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy