Pasta Cellino Cagliari tra conferme e partenze

Pasta Cellino Cagliari tra conferme e partenze

Rullo e Bucarelli “promossi” nella Dinamo, da sciogliere il nodo Paolini

di Matteo Porcu

Obiettivo salvezza raggiunto con qualche giornata d’anticipo, col sogno playoff spento nel rocambolesco finale con Tortona. La Pasta Cellino Cagliari Academy chiude la sua prima storica stagione in Serie A2 più che dignitosamente, senza dimenticare i tanti giocatori lanciati (Keene, Bucarelli e Rullo su tutti) e il tanto minutaggio concesso ai giovani da coach Riccardo Paolini. Un campionato da cui senz’altro ripartire verso la stagione 2018/2019, che vedrà la compagine rossoblù provare a consolidarsi e magari migliorare il suo piazzamento in classifica, proseguendo quel matrimonio con la Dinamo Sassari che potrebbe essere preso ad esempio da qualche altra società del massimo campionato.

Nodo panchina: “Rimanere qui sarebbe cosa molto gradita, credo che questo dipenda da tanti fattori visto che non sono l’unico a decidere. E’ una scelta che tocca ovviamente alla proprietà e alla società”. Queste le dichiarazioni di Paolini qualche giorno dopo l’ultima gara casalinga col Trapani, che fanno emergere la voglia di continuare la sua avventura nell’Isola. Molto dipenderà però anche da quello che succederà in casa Dinamo: in caso di ripartenza con un nuovo tecnico per i biancoblú dopo una stagione con tanti passi falsi e i playoff in bilico, l’attuale tecnico Zare Markovski potrebbe essere dirottato sulla panchina del Pala Pirastu. Il macedone era il primo nome per la panchina anche a inizio campionato prima di accettare l’offerta del Trabzonspor in Turchia, esperienza non andata poi a buon fine e terminata anzitempo.

 

Chi viene, chi va: Già assodate le partenze di Roberto Rullo e Lorenzo Bucarelli verso il “piano di sopra“, con quest’ultimo che ha giocato già nell’ultima trasferta di Sassari ad Avellino,  la Cagliari Academy rimpolperà probabilmente il suo roster con “under 24 di talento e giocatori con un quid difensivo in più” come dichiarato dallo stesso Paolini nella conferenza di bilancio di fine stagione. Tra gli americani dovrebbe rimanere il centro Deshawn Stephens, mentre il funambolico Marcus Keene potrebbe attirare qualche offerta di squadre superiori, dopo una stagione positiva che l’ha visto in crescita nella metà campo difensiva, suo tallone d’Achille. Quasi scontata la permanenza nel Golfo degli Angeli di Michele Ebeling: il classe 1999 di proprietà della Dinamo continuerà il suo percorso di crescita nel suo nuovo ruolo di ala piccola. Da Sassari inoltre potrebbero sbarcare anche Andrea Picarelli e i giovani Galizzi, Pompianu e Casula. Tra le conferme, dipenderà però anche dalla volontà dei giocatori, ci potrebbero esser quelle di Allegretti e Matrone (“mi ha stupito la sua crescita” ha dichiarato Paolini); da valutare invece le posizioni di Turel e Rovatti, autori di qualche sporadica battuta a vuoto durante il campionato appena concluso.

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy