UFFICIALE: Casale, Marco Ramondino confermato alla guida della Junior

UFFICIALE: Casale, Marco Ramondino confermato alla guida della Junior

Commenta per primo!

Nella conferenza stampa tenutasi questa mattina, la Novipiù Junior Casale ha annunciato, per voce del Presidente d’Onore Dott. Giancarlo Cerutti, la conferma di coach Marco Ramondino quale Capo Allenatore della Prima Squadra anche per la stagione 2015-16. La conferma di Ramondino, classe 1982, l’allenatore più giovane della nostra Lega, rappresenta un segnale di grande continuità e premia la meticolosità, la preparazione e il metodo dimostrato dall’allenatore avellinese, che ha guidato la Junior ad uno straordinario quanto inatteso quarto posto in regular season.

“Siamo qui oggi per parlare della prima e anche più importante base di partenza per il nostro futuro- esordisce il Presidente d’Onore Giancarlo Cerutti -. E’ stata un’annata molto positiva, la squadra è cresciuta molto, andando oltre le nostre più rosee aspettative: siamo entrati nei playoff in maniera autorevole, dopo una stagione estremamente positiva. Voglio quindi ringraziare Marco Ramondino perché grandissima parte di questo successo è merito suo, senza dimenticare staff, giocatori e ambiente. Dopo Pasqua ci siamo trovati ed abbiamo rinnovato il contratto per la prossima stagione, ed oggi, al termine della regular season, lo annunciamo ufficialmente, essendo molto felici per averlo qui con noi anche per il prossimo anno, per proseguire il lavoro iniziato e sviluppato con grande qualità, sulla strada che ha già dato grandi frutti”.

Queste le parole di coach Marco Ramondino dopo l’annuncio: “Sono molto, molto felice ed orgoglioso allo stesso tempo per questa nuova opportunità che il Presidente d’Onore e tutti gli altri soci mi danno per la prossima stagione. Dopo un anno qui sono consapevole di quella che è la responsabilità di allenare questo Club: quando si viene scelti ci si basa su sensazioni, ma questa conferma, arrivata dopo mesi di lavoro, è per me un grosso attestato di stima, che mi fa immensamente piacere. Spero di poter così ripagare questa opportunità che mi viene concessa una seconda volta, e potrò farlo implementando quello in cui credo: cultura del lavoro, disciplina e gioco di squadra, nella consapevolezza che oggi non sarei in questa bella sala senza la dedizione dei nostri grandi giocatori, così come dei componenti del management e dello staff, grandi professionisti e persone speciali con le quali si possono costruire legami e relazioni solidi e duraturi nel tempo. Proprio la possibilità di lavorare ancora con queste persone è la cosa che più mi entusiasma”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy