UFFICIALE: Verona, ecco il primo americano. E’ Ronell Taylor

UFFICIALE: Verona, ecco il primo americano. E’ Ronell Taylor

Commenta per primo!

La Tezenis Verona ufficializza l’ingaggio di Ronell Taylor, guardia-ala di 198 centimetri, giocatore da anni affermatosi in Europa grazie alle sue caratteristiche realizzative ma anche difensive, nelle ultime tre stagioni in Belgio nelle fila del Mons-Hainaut dopo aver militato anche nella Slovan Lubiana, nell’NBDL con Idaho Stampede, quindi l’Union Olimpija e l’Ael Limassol, prima del suo passaggio al Mons, dove ha chiuso l’ultimo campionato con quasi 15 punti di media e più di cinque rimbalzi. Trentadue anni compiuti il 26 luglio, americano di Washington, Taylor ha sempre coniugato atletismo ad una grande versatilità. Ronell è gemello di Donell Taylor, ingaggiato dalla Reyer Venezia.

«Taylor è per noi un grandissimo colpo – evidenzia Giorgio Pedrollo, responsabile dell’area tecnica della Scaligera Basket -, per firmare con la Tezenis il giocatore ha rinunciato a contratti molto più remunerativi soprattutto in Germania ma ha voluto condividere fin dall’inizio il nostro programma. L’arrivo di Taylor è la testimonianza di come la Scaligera quest’anno voglia fare le cose al meglio, almeno provarci. Ce la stiamo mettendo tutta. E presto annunceremo nuovi giocatori di spessore in linea con le nostre aspettativa per la prossima stagione».

«Ronell Taylor – commenta il direttore sportivo Gianluca Petronio – è un giocatore versatile e solido, che in questi anni ha maturato grande esperienza in Europa diventato elemento molto affidabile. Ha giocato in vari campionati e competizioni internazionali, mettendosi sempre in evidenza e quasi sempre facendosi riconfermare per le stagioni successive, prerogativa non proprio frequente per un americano. Taylor arriva in Italia ed in particolare a Verona con entusiasmo, le sue motivazioni ed ambizioni coincidono con quelle della società. Saprà facilmente mettersi a disposizione dello staff, ben interpretando il suo ruolo e diventerà certamente un buon esempio per i suoi compagni più giovani. È un giocatore completo, che si impegna sui due lati del campo, oltre ad una versatilità che gli permette di essere impiegato in più ruoli rendendolo utile, efficiente e tatticamente importante».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy