A tabelloni spenti l’ultimo scrimmage pre-stagionale tra Jesi e Recanati

A tabelloni spenti l’ultimo scrimmage pre-stagionale tra Jesi e Recanati

Commenta per primo!

Nell’ultima amichevole della pre-stagione 2013/2014 la Fileni BPA Jesi affronta per la terza volta in quest’anno la U.S.B. Recanati in una partita a tabelloni spenti, svolta solamente per aiutare le rispettive squadre di coach Coen e coach Bernardi a prendere il ritmo partita in vista dell’inizio del campionato del prossimo fine settimana, con la squadra locale impegnata nel match casalingo contro la Tezenis Verona, una delle squadre più attrezzate della LegaDue Gold, e Recanati che esordirà in quel di Chieti.

Jesi si presenta all’incontro col rientrante Maggioli e senza Goldwire per problemi fisici di natura ancora misteriosa ai più, mentre per Recanati tutti gli uomini sono disponibili. La partita assume sin dall’inizio un andamento veramente troppo amichevole: entrambe le squadre sembrano molto molli e danno l’impressione di snobbare l’impegno odierno, e infatti durante un time out coach Coen mette le cose in chiaro alzando il tono della voce e sgridando (giustamente, aggiungiamo) i suoi giocatori per il mancato agonismo impiegato sino a quel momento. Il primo canestro arriva dopo ben 2 minuti e mezzo grazie ad un 2/2 dalla linea della carità di Darko Jukic, poi si prosegue sempre con canestri sbagliati e palle perse continue: presumiamo che se il tabellone fosse stato acceso il punteggio scritto sarebbe sicuramente stato indegno, pur essendo un’amichevole, per il valore delle squadre. Jesi trova il canestro grazie all’atletismo di Jukic ed alle iniziative personali di Rocca e Santiangeli, mentre Recanati si affida a Fantinelli ed alle sue penetrazioni che o liberano Starring per un tiro dall’arco o trovano le mani sicure di Pettinella nel pitturato. Nella seconda frazione di gioco i ritmi si allentano ulteriormente, salvo poi trovare dei picchi dove possiamo assistere ad azioni confuse e poco organizzate da ambo le parti. L’assenza di Goldwire si fa sentire, Borsato in cabina di regia fatica e Coen deve affidarsi a Santiangeli per impostare le azioni offensive, che si svolgono con puntuale difficoltà. Recanati difende forte, Coen ed i suoi assistenti lamentano dei mancati fischi e la difesa maschia di Pettinella su Maggioli mette in difficoltà il rientrante capitano aurorino. Con l’entrata di Fallucca Jesi trova nuova verve in attacco, però nella propria metà campo continua a subire i canestri fin troppo facili di Pettinella e Pierini, soprattutto quest’ultimo che dalla lunga distanza ha punito più volte la difesa leoncella. Il secondo tempo vede le due squadre affrontarsi con ritmi veramente bassi, 0 contropiede e gioco schierato dominante in ambo gli attacchi. Starring, che nelle passate uscite aveva fatto vedere i cosiddetti sorci verdi a Coen con le sue conclusioni mancine che bucavano puntualmente la retina, quest’oggi è stato insufficiente, così come l’altro USA Mosley; bene Pettinella ed il play Gnaccarini dalla panchina, buono il contributo anche del pesarese classe ’93 Tortù. Jesi ha avuto un buon apporto da Santiangeli e Jukic, Rocca si è visto molto a rimbalzo e Maggioli è sembrato ancora un po’ imballato, ma anche stasera ci ha mostrato qualche lampo di classe pura con le sue dolcissime mani. Entrambe le squadre ora potranno incentrare la loro settimana di allenamenti nel proprio avversario, rispettivamente Verona per Jesi e Chieti in trasferta per Recanati, per tentare di iniziare col piede giusto questa annata sportiva e per cercare di togliersi più soddisfazioni possibili.

Fotogallery a cura di Andrea Medici

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy