Agrigento a Latina, mission impossible al PalaBianchini?

Agrigento a Latina, mission impossible al PalaBianchini?

Commenta per primo!

Poco più di 48 ore alla palla a due di uno dei match più intriganti della decima giornata di campionato, di fronte Latina e Agrigento, aventi gli stessi punti in classifica dopo nove partite. Come giá abbiamo potuto costatare le squadre hanno molto in comune, infatti entrambe arrivano da una pesantissima sconfitta: Latina è stata asfaltata da Omegna per 90-72 mentre Agrigento ha subito una bruttissima sconfitta casalinga per mano di Siena 59-77. Agrigento potrebbe disputare la sua ultima partita senza Alessandro Piazza che sembra ormai aver smaltito l’infortunio alla mano che lo ha tenuto lontano dal campo già per due mesi, inoltre, gli ospiti, dovranno recuperare a pieno le energie fisiche che sono apparse scarse nell’ultima uscita, il ruotare in 7 comincia a farsi sentire e coach Ciani è costretto a trovare entro domenica un rimedio. Agrigento fino ad ora ha sempre dimostrato di saper reagire alla grande dopo una sconfitta, cosa già successa dopo la sconfitta rimediata contro Agropoli seguita dalla vittoria a Roma e dopo la sconfitta contro Ferentino seguita dalla vittoria esterna di Rieti.

Latina ha bisogno di punti, gli stessi che è stata capace di ottenere in tutte le partite casalinghe, il PalaBianchini è un vero e proprio tabù dato che squadre come Tortona e Casale Monferrato ne sono uscite con le ossa rotte. Tavernelli ispirerá come al solito le azioni offensive di Latina (12.3 pnt e 4.2 ass) e avrà il compito di limitare un giocatore letale dall’arco come Saccaggi. Nel pacchetto degli americani da stabilire ancora la presenza di Stanback che non vede il campo da un mese esatto, l’ultima volta contro Biella, sarà presente sicuramente e avrà il ruolo di terminale offensivo il solito Mosley, uno dei giocatori più atletici della lega, pronto ad un duello titanico contro Eatherton. Per l’ex Recanati 13.9 punti di media 11.1 rimbalzi. A completare il quintetto di Gramenzi troviamo Ihedioha,che sta viaggiando a medie importanti diventato uno degli uomini di fiducia del coach e uno dei più amati del pubblico di Latina (10.9 pnt), Jarvelainen, arrivato dopo l’infortunio di Stanback e subito entrato nei giusti meccanismi della squadra, ed infine Nicola Mei, classe 85’ che mette al servizio della squadra grinta ed esperienza condite talvolta da prestazioni importanti come quella nella vittoria contro Tortona da 17 punti e 22 di valutazione.

Dalla panchina arriverá il supporto di giovani importanti come Veccia, che dará come di consueto il cambio a Tavernelli (7 pnt),Andrea Pastore che potrebbe rendersi pericoloso qualora entrasse in partita come contro Reggio Calabria o Casale Monferrato dove ha messo a segno rispettivamente 17 e 15 punti, Tagliabue che sta trovando poco spazio per il momento dovuto al fatto che Mosley sembra del tutto instancabile, ma rimane pur sempre un giocatore da tenere d’occhio. Infine troviamo Uglietti che sta dimostrando di essere un giovane importantissimo, il classe 94’ sta viaggiando a 9.7 punti di media e vuole di certo continuare a stupire.

Riuscirá Latina a mantenere l’imbattibilitá casalinga o sará Agrigento la prima squadra ad espugnare il PalaBianchini? Appuntamento a domenica ore 18, partita imperdibile!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy