Agrigento cerca la rinascita contro Casale Monferrato

Agrigento cerca la rinascita contro Casale Monferrato

Dopo la pesantissima sconfitta rimediata in casa contro Latina, Agrigento vuole tornare a vincere contro Casale Monferrato che, a sua volta, arriva da una buonissima Coppa Italia disputata e da una vittoria netta ai danni di Ferentino.

Commenta per primo!

Come affermato dallo stesso Ciani nella conferenza stampa post- Agrigento-Latina, i bianco-azzurri stanno attraversando uno dei momenti più difficili degli ultimi 5 anni, troppo pesante la sconfitta contro Latina per non essere obbligati ad una reazione d’orgoglio. L’occasione arriva già domenica, in una partita fondamentale sia per Agrigento, sia per gli avversari e padroni di casa Casale Monferrato. I siciliani faranno a meno, probabilmente per l’ultima volta, del play Alessandro Piazza che dovrebbe tornare i campo fra due settimane contro la capolista Scafati. Dall’altro lato, Ramondino farà a meno di Kyle Johnson, operato in settimana alla mano. La partita di andata vide Agrigento dominare il match per 40 minuti portando a casa i 2 punti.

Il quintetto casalese vedrà il solito Giovanni Tomassini (9.1 ppg, 3.1 ass) guidare le azioni offensive, divenuto ormai un uomo fidatissimo di coach Ramondino e terminale offensivo per i suoi. L’ex giocatore di Veroli ha giocato partite incredibili fino ad ora, in particolare quella in trasferta ad Omegna dove ha realizzato ben 32 punti. Una delle poche novità di questa stagione per i piemontesi è TJ Bray, guardia americana dotata di grandissima precisione dall’arco, l’anno scorso un campionato deludente in quel di Trapani al cospetto di coach Lardo, quest’anno sembra essere un altro giocatore forse grazie alla cura Ramondino.( 15.1 ppg, 3.6 rim). Il difficile compito di contenere Marco Evangelisti lo prenderà Nicola Natali (6.5 ppg), giocatore di grande esperienza per questo campionato, protagonista negli anni soprattutto con la maglia di Barcellona, mette in campo il maggior quantitativo di intensità difensiva della squadra, sicuramente è grazie a questo che viene inserito abitualmente nel quintetto base a dispetto dell’americano Johnson. La punta di diamante del team è rappresentata da Martinoni, giovane di grandissima prospettiva, il suo duello con Chiarastella sarà una vera lezione di tattica per gli appassionati, capacità incredibile di rimanere per 40 minuti concentrato sul match sbagliando difficilmente le scelte più importanti. (10.4 ppg, 5.2 rim). Un altro dei fedelissimi di Ramondino è Abdel Fall, uno dei giocatori più esplosivi dell’intero girone Ovest, tra i tre migliori rimbalzisti e schiacciatori, una presenza davvero ingombrante per gli avversari, fondamentale per i compagni. (7.3 ppg, 8.5 rim).

Dalla panchina entrerà Blizzard, sesto uomo con grandissima capacità di spaccare in due le partite, sicuramente non poco per un giocatore di 35 anni. In Coppa Italia e contro Ferentino è stato a dir poco pazzesco, viaggia a medie impressionanti, infatti è il secondo miglior realizzatore della squadra, Ciani dovrà trovare un modo per limitarlo. (12.1 ppg, 3.1 ass). De Nicolao, Vangelov e Ruiu porteranno ferschezza ai rosso-blu, due di loro inseriti nel miglior quintetto  delle final-eight di Coppa Italia, in partiolare la crescita di Ruiu è testimone dell’ottimo lavoro di Ramondino con le giovani promesse del basket.

Remake delle semifinali play-off dello scorso anno, questa è probabilmente una delle partite più belle di questa giornata di campionato ad Ovest, sarà Agrigento a spuntarla e ritrovare la fiducia persa nelle ultime uscite? O sarà Casale Monferrato a riconfermarsi e rientrare in piena lotta play-off? Appuntamento Domenica alle ore 18 al PalaFerraris.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy