Agrigento, dopo Casale si va a Rieti: trasferta insidiosa per la Moncada

Agrigento, dopo Casale si va a Rieti: trasferta insidiosa per la Moncada

Commenta per primo!

Partita inedita, tra due squadre che non si sono mai incontrate in partite ufficiali, diversa storia che vede da una parte la promozione dalla serie B alla seconda serie nazionale per la NPC Rieti, dall’altra lo sfiorare la promozione in prima serie nazionale per Agrigento. Tante differenze ed un solo aspetto ad accomunare queste due squadre, entrambe arrivano da una sconfitta che brucia: Rieti è stata asfaltata in casa di Casale Monferrato, Agrigento ha giocato 45 minuti di battaglia contro una Ferentino che alla fine ne è uscita vittoriosa. Sono stati due giorni di fuoco in Sicilia derivanti dalla rabbia che accomuna tutto l’ambiente dopo la sconfitta di giovedì. Pesa il non aver commesso fallo l’ultima azione come pesa, a detta della maggior parte dei tifosi agrigentini, l’arbitraggio “inadeguato” visto al Palamoncada. Ai box ancora Piazza (si pensa possa tornare all’inizio di dicembre) e palla che torna ancora una volta nelle mani di Saccaggi autore di una splendida partita contro Ferentino nonostante il tiro della vittoria sbagliato sul finale. La missione di Agrigento non prevede solamente la vittoria ma anche ritrovare Eatherton che nell’ultima uscita soprattutto è apparso spaesato, lontano parente di quello visto ad esempio a Biella o in casa contro Tortona. In generale sarà difficile per i siciliani mantenere un’intensità alta per tutta la partita dato che, come detto in precedenza, arriva da 45 minuti di basket vero ed in più possiede una panchina piuttosto corta a causa della mancanza di un giocatore fondamentale come Piazza.

Rieti avrà l’ordine quindi di mantenere alto il ritmo del gioco ma sa che giocherà contro una squadra che queste partite le ha sempre giocate al meglio. L’uomo su cui puntare sarà come al solito Pepper, miglior realizzatore della squadra di coach Nunzi con 19,4 punti di media, che sembra essersi calato benissimo nella nuova realtà italiana. Insieme a lui sarà Buckles a mettere punti per Rieti, giocatore dotato di notevole fisicità ed atletismo, per lui 13,7 punti a partita ma soprattutto 8,6 rimbalzi. Parente, invece, rappresenta insieme a Saccaggi uno dei migliori realizzatori italiani della lega, dopo l’infortunio al crociato di due stagioni fa ha ripreso in Serie B con Siena dove ha ottenuto una promozione schiacciante, ripartito adesso con Rieti sta dimostrando di essere tornato il vero Parente capace realmente di spaccare in determinate situazioni la difesa avversaria (14,7 pnt, 2,9 ass). a completare il quintetto il centro Mortellaro (12,7 punti di media), autore di partite giocate con un rendimento costante che gli ha permesso di diventare il pilastro centrale del team, e Benedusi, il capitano da cui non si può fare a meno non tanto per i punti (5 punti di media) quanto per il temperamento ed il cuore che mette in ogni gara.

A completare il quintetto per Rieti troviamo i giovani Hidalgo, Longobardi(autore di ottime partite come quella contro Agropoli) e Ponziani, che aspetta ancora la miglior forma per entrare a pieno nei meccnismi di Nunzi.

Appuntamento a domenica pomeriggio alle 18 al Palasojournier per una sfida che promette di essere combattutissima soprattutto per le sfide interne fra giocatori spettacolari come Martin e Buckles e fra giocatori Italiani con tantissimi punti nelle mani come Parente e Saccaggi. Impossibile formulare il pronostico, parola al campo!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy