Agropoli-Casale: chi vince trova sotto l’albero le Final 8 di Coppa Italia

Agropoli-Casale: chi vince trova sotto l’albero le Final 8 di Coppa Italia

Commenta per primo!
Ancora grande basket in questo weekend di Serie A2 Ovest! Con palla a due alle 20.30 di sabato 19 al PalaDiConcilio va in scena un’assoluta news per la categoria:Casale fa visita ad Agropoli per la terz’ ultima partita del  girone di andata. Squadre appaiate a 16 punti in seconda posizione (dietro di soli 2 punti alla capolista Scafati); padroni di casa reduci dal rocambolesco K.O. finale di Omegna (con over-time annesso), ospiti che hanno passeggiato su una Barcellona domata già nella prima frazione di gara.
Agropoli non è più solo la sorpresa del campionato, e non è neanche la “ripescata” delle scorse finali di DNB. Qui si parla di una società che unisce risorse umane a quelle tecniche: ne scaturisce la cavalcata che ha portato alla seconda piazza in classifica. Ambiente gioviale, gruppo che ha trovato l’amalgama in campo e fuori: a quasi metà campionato non può essere solo una casualità.
Ecco perchè l’italo canadese Trasolini è l’MVP parziale del campionato con i suoi 23 ppg+9 rpg: impatto straripante per il centro ex Pesaro ed Avellino! Si dimostra all’altezza l’esperto play Santolamazza; l’ex Latina distribuisce 4 assist conditi da 10 ppg e quasi 5 rimbalzi. Se nel ruolo di 2 aggiungi Roderick (unico USA) con 17 ppg+6 rpg e in ala-forte ti giochi l’ex Scafati e Tortona Tavernari, il piatto, anzi la cena, è presto servita. Squadra che corre tantissimo Agropoli e che segna 84 ppg; in Cilento sono cadute la capolista Scafati in un derby che da queste parti ricorderanno a lungo, ma ci hanno lasciato le penne anche Ferentino e Roma.
Trappola pronta anche per Casale? La miglior difesa del campionato dopo i soli 50 punti subiti domenica (a fronte di 95 segnati); la chiave per coach Ramondino potrebbe essere quella di limitare il gioco interno, dove i lunghi vedono molto il canestro ma non sono così abituati agli scarichi sugli esterni. Molta attenzione in ogni particolare del match per i piemontesi; un buon approccio, come quello di Ferentino tanto per intendersi, potrebbe significare incanalare i 40′ sui ritmi voluti. Un impatto soft, come quello invece di Agrigento, potrebbe risultare nuovamente fatale a Martinoni e soci.
Ex della partita Federico Di Prampero, guardia classe ’95 cresciuta nelle giovanili di Casale sino ad arrivare alla prima squadra, rilevato in estate da Agropoli dopo la stagione in B con Pordenone; ragazzo intelligente, deciso, maturo e che sta dimostrando di valere i 15 minuti di media che Paternoster gli concede. Fucina di giovani da sempre la Novipiù Casale; in crescita Vangelov, autore della sua prima doppia cifra in carriera.  Minuti finali per l’ala Ruiu; lo spot di guardia se lo è preso una settimana fa, e per una decina di lunghissimi minuti, il ’97 Denegri, autore di 7 punti all’esordio!
Con le feste che si avvicinano, la Junior si augura di trovare sotto l’albero il pass per le Final Eight di Coppa Italia… Il regalo che Casale si è già fatta è quello di una generazione di baby-talenti in grado di far rifiatare i veterani; in attesa che ritornino a pieno regime gli acciaccati, perchè Natali … quando arriva, arriva!
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy