Arrestato Max Boccio, in manette l’ex patron della Fulgor Libertas Forlì

Arrestato Max Boccio, in manette l’ex patron della Fulgor Libertas Forlì

L’ex “patron” della fallita Fulgor Libertas Basket Forlì Massimiliano Boccio è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Milano, nel corso di un’operazione più ampia che ha portato in manette altre sei persone.

Commenta per primo!

Come riportato dai colleghi de “Il Resto del Carlino”, l’ex “patron” della fallita Fulgor Libertas Basket Forlì Massimiliano Boccio è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Milano, nel corso di un’operazione più ampia che ha portato in manette altre sei persone.
42 anni, ex giocatore di basket nel bolognese (tra queste Ozzano), e già sponsor della Virtus Bologna con il marchio Cafè Maxim, Boccio fu protagonista del fittizio aumento di capitale che lo portò al controllo della società forlivese nel luglio 2014: una meteora drammatica, che in pochi mesi portò al ritiro della squadra dall’A2 Gold (2 gennaio 2015), decretando la fine della società.
Insieme alla ex moglie Mirela Chirisi, che della FulgorLibertas era presidentessa, Boccio è indagato dalla procura di Forlì per truffa aggravata, aumenti fittizi di capitale, insolvenza fraudolenta, false comunicazioni sociali.
L’arresto, però, deriva da un’altra indagine relativa all’abusiva commercializzazione di obbligazioni e al rilascio di fidejussioni senza autorizzazioni per 32 milioni di euro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy