Assigeco – Agrigento, emozioni assicurate al Campus

Assigeco – Agrigento, emozioni assicurate al Campus

Casalpusterlengo rievoca ricordi piacevoli e non nelle menti dei tifosi agrigentini, dalla vittoria sul finale arrivata grazie ad una tripla di Giovanatto, passando per una delle tante schiaccianti vittorie dell’annata della promozione in GOLD, fino ad arrivare alla pesante sconfitta subita un anno fa che sembrò compromettere la corsa ai playoff della squadra di Ciani, lanciando Casalpusterlengo tra le possibili sorprese del campionato. Domenica alle 20 si ritroveranno in terra lodigiana per un’altra battaglia le due squadre separate da 4 punti in classifica, è palese che Agrigento voglia continuare a vivere un momento straordinario che comincia, paradossalmente con l’infortunio del play Piazza ed ancora non è finito, Agrigento torna a disputare un match lontano dal Palamoncada dopo due partite vinte contro Tortona e Barcellona nel derby siciliano. A guidare Agrigento sarà ancora una volta Andrea Saccaggi che sta viaggiando ad una media punti straordinaria risultando spesso e volentieri decisivo sul finale di gara. Insieme a lui gli americani che, almeno fino ad ora, hanno saputo sostituire benissimo Williams e Dudzinski divenuti idoli ad Agrigento grazie alla cavalcata della scorsa stagione. Insieme a Martin e Eatherton le speranze agrigentine sono riposte nelle mani di Evangelisti tornato ad essere il vero cecchino che il mondo del basket conosce nelle ultime due uscite stagionali. A cercare di evitare la quarta vittoria consecutiva della Fortitudo ci sarà un’ Assigeco dalle due facce, capace di imprese come quella avvenuta la scorsa giornata contro Roma, ma che fatica maledettamente tra le mura amiche dove ha incalanato due sconfitte subite da Scafati e Agropoli, motivo in più che ci spinge a pensare ad una squadra che giocherà con il coltello fra i denti per cercare di regalare ai propri tifosi la prima vittoria casalinga della stagione.

Come al solito gli schemi del team guidato da coach Finelli verranno dettati dal veterano Robert Fultz, alla prima stagione in maglia bianco-blu dopo  la parentesi in quel di Mantova. Il classe’82 ha cominciato alla grande la stagione (11,4 pnt e 7,2 ass) collezionando 25 punti nella sconfitta di Rieti, ma quello che più spaventa di Fultz è la sua capacità di mantenere la calma nei momenti topici della partita prendendo in mano la propria squadra. Austin e Jackson cercano conferme, il primo è il miglior realizzatore della squadra(17,8 pnt), complice anche il fatto che conosca bene il campionato italiano dato che ha già vestito le maglie di Latina e Matera; quanto a Jackson troviamo un giocatore forse ancora in fase di ambientamento ma che potrebbe esplodere da un momento all’altro, per lui prestazioni opache come contro Scafati (0 punti in 33 minuti giocati), ma anche partite straordinarie come quella contro Agropoli dove è arrivato a quota 30.

A completare il quintetto lombardo abbiamo Sandri e Poletti, il primo, ex Torino e Roma, è probabilmente uno dei talenti puri del nostro basket ma in continua ricerca di costanza che gli possa conferire un salto di qualità, dotato di una fisicità ed un atletismo non indifferenti, Sandri viaggia ad una media di 11.6 pnt regalandosi anche prestazioni difficili da dimenticare come quella contro la sua ex squadra, Roma. Poletti è il centro di Casalpusterlengo che conosce già bene l’ambiente essendo al suo secondo anno ed è per questo che dimostra già grande intesa con i compagni e grande attaccamento alla maglia, 205 cm di grandissima potenza fisica, inizio straordinario di stagione che adesso sta vivendo un calo, per lui 13 punti di media conditi da 7,4 rimbalzi. Parlando di veterani non possono non essere citati Alberto Chiumenti e Luca Vencato che daranno un apporto fondamentale dalla panchina insieme a Rossato e Dincic. Chiumenti sarà il cambio di Poletti e porterà grinta e leadership nel corso della partita, Vencato, da par suo, freschezza e doti tecniche di un giovanissimo già protagonista nell’europeo U20 estivo, per lui la stagione è appena cominciata dato che ha fatto il suo esordio stagionale nell’ultima giornata di campionato. Agrigento e Casalpusterlengo, lontane in classifica ma provenienti entrambi da una bella vittoria, cercano obiettivi diversi: per Agrigento la voglia di mantenere la testa della classifica, per Casalpusterlengo la continuità mai trovata ancora cercando di arrivare ai suoi primi play-off per il raggiungimento della massima serie. Appuntamento a Domenica ore 20:00 in terra lodigiana.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy