Biella, il punto: entro 24 ore il sì di Ramagli, altrimenti un giovane

Biella, il punto: entro 24 ore il sì di Ramagli, altrimenti un giovane

Commenta per primo!

Settimana decisiva per l’Angelico Biella targata 2015/2016. Il nodo da sciogliere riguarda sempre l’allenatore, anche perché dalla scelta effettuata per l’head coach si sveleranno molte linee guida sulla costruzione di quello che sarà il futuro rosso-blù, in quello che si appresta ad essere un campionato molto duro viste le new entry di squadre che investiranno parecchio (Fortitudo Bologna, Treviso, Caserta e Siena in primis). E visti il roster delle concorrenti, si fa sempre più strada l’idea di una guida esperta e che conosca bene l’ambiente. Tutte le strade in tal senso portano a un solo nome quello di Alessandro Ramagli, indimenticato leader rossoblù conduttore dell’Angelico in serie A qualche stagione orsono. Il tutto è legato dal suo destino con Verona, entro domani il nodo si dovrebbe sciogliere. Ramagli sarà così padrone del suo destino e potrebbe tornare all’ombra del Mucrone, altrimenti si punterà su un giovane allenatore che ha fatto bene in A2 Silver nella scorsa stagione. La costruzione della squadra a questo punto è secondaria all’acquisizione del coach, parlare di conferme o meno a questo punto senza sapere chi sarà il nocchiero è tirare solo a indovinare. Certa l’assenza di Laquintana, tornato dal prestito a Capo d’Orlando, facile che Voskuil segua il suo mentore Corbani a Cantù. La formazione biellese sarà costretta a ripartire dai giovani, e per un Lombardi che scalpita verso altri lidi, De Vico e  Chillo rimangono in attesa di conoscere il proprio destino. Ma tutto dopo aver fatto firmare il nuovo allenatore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy