Biella – Reggio Calabria: in palio due punti per lasciare il fondo classifica

Biella – Reggio Calabria: in palio due punti per lasciare il fondo classifica

Commenta per primo!

Viola Reggio Calabria e Angelico Biella: alla fine ne rimarrà una sola sul fondo della classifica. Partite con ben altre ambizioni, le due squadre si trovano ora a lottare nelle retrovie, ma il gusto amaro delle posizioni di coda non si addice alle formazioni che non hanno trovato il giusto abbrivio a un campionato quanto mai equilibrato, ma che per le due compagini ha la sensazione di essere maledetto.

Reggio Calabria dopo due squilli nelle prime tre giornate è andata fuori giri, perdendo diverse partite e solo a Casalpusterlengo ha trovato una propria identità. Biella dai due volti dopo le prime quattro fuori giri aveva trovato un buon ruolino in casa, completamente perso dopo l’infortunio occorso al suo sesto uomo Simone Pierich, guerriero di esperienza che aveva trascinato insieme ad Hall la giovane squadra tessile a partite con il tenore dell’impresa tra le mura amiche.

Ora è tempo di verdetti: per Reggio Calabria la necessità di invertire la rotta, per Biella quella di trovare l’acuto fuori casa, nell’attesa di riabbracciare Pierich probabilmente fin dalla prossima partita pre natalizia.

Indubbiamente sarà la partita tra due grandi uomini sotto canestro: Crosariol per i calabresi e Hall per i biellesi, giocatori in grado da soli di cambiare il verso di una partita ma che devono accendersi dietro allo stimolo e l’azione dei compagni. E se Crosariol può essere armato da Valerio Spinelli, ex Angelico delle partite sfida scudetto con Milano, De Vico può essere l’arma in più di Biella dal perimetro esterno, ruolo che ha egregiamente ricoperto nelle due ultime ingloriose, per Biella, partite.

La Viola inoltre può contare sull’esperienza di Brackins – anche in questo caso ex di Biella, anche se in formato toccata e fuga – su capitan Marco Mordente, Rullo e Freeman. Insomma, parafrasando le dichiarazioni del GM Condello, la squadra più che guardare all’avversario di turno deve concentrarsi sulle proprie energie e sulle proprie forze. Più o meno le stesse dichiarazioni effettuate da Luca Infante, nel post gara con Scafati in casa. E’ giunto il momento di far valere le proprie forze e le proprie ambizioni lottando su ogni palla.

Ancora più diretto Carrea: “Lo spogliatoio è compatto e focalizzato sull’obiettivo, adesso è più che mai importante mantenere alta la fiducia nei propri messi, alzando la concentrazione e non cercando scorciatoie individuali”.

Per Biella in settimana la buona notizia dei suoi due giovani Grande e La Torre votati e convocati per l’All Star Game di categoria. Potrebbe essere questo il giusto stimolo per i due giovani ? Biella se lo augura.  Tra due squadre speculari una di sicuro domenica sera migliorerà la propria classifica. Chi ci riuscirà? La contesa domani alle ore 18.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy