Brescia, Capo d’Orlando e Trapani a raduno

Brescia, Capo d’Orlando e Trapani a raduno

Commenta per primo!

E’ iniziata ufficialmente la stagione dell’Upea Capo d’Orlando iscritta alla Legadue Gold 2013/14. Società, squadra e Staff Tecnico si sono, infatti, ritrovati nella storica sede dell’Orlandina in via Beppe Alfano 1. All’appello di Coach Gianmarco Pozzecco sono mancati due giocatori: Dominique Archie e Francesco Pellegrino, i due raggiungeranno i compagni con qualche giorno di ritardo (l’americano completerà la trafila burocratica per il trasferimento nella giornata di sabato e subito dopo partirà). Erano, invece, presenti tutti gli altri componenti del nuovo roster: Matteo Soragna, il capitano Andrea Benevelli, Sandro Nicevic, Marco Portannese, Leonardo Ciribeni, Derek Wright, Giuseppe Caronna, il neo arrivato Dario Cefarelli, Tommaso Laquintana e Giorgio Busco (’95). Dopo la distribuzione del materiale tecnico si è svolta una breve riunione organizzativa in cui sono stati esplicati tempi, luoghi e modalità con cui sarà svolto il ritiro a Tripi (ME). La Società è partita subito dopo l’incontro, nella giornata di domani è previsto il primo allenamento. Si tornerà in sede nel pomeriggio di lunedì 26 agosto. «Nella mattina di domani i giocatori effettueranno le visite mediche – ha dichiarato il Preparatore Atletico Walter Allotta – dopo seguirà un primo allenamento e un secondo nel pomeriggio». Cinque giorni, quelli di Tripi, in cui i biancazzurri lavoreranno sodo: «Ogni giorno faremo un doppio allenamento, la mattina la dedicheremo per lo più al lavoro atletico, nel pomeriggio sottoporremo gli atleti anche a degli esercizi in acqua. Saranno due sessioni pesanti, ma la seconda sarà sicuramente più piacevole». Coach Pozzecco che ha fatto dell’entusiasmo e della grinta il suo credo sportivo sa quanto questi elementi siano importanti in avvio di stagione: «Abbiamo il mix giusto di giovani e veterani, giocatori dal passato illustre e ragazzi che sognano di emularli. Ciò che farà da collante per tutti è l’entusiasmo. Insieme al Ds Sindoni siamo riusciti a costruire un organico in cui la differenza anagrafica non si percepirà. Sono sicuro ad esempio che – ha concluso il Poz – Soragna metterà sul parquet la stessa voglia degli Under». Finalmente si ricomincia. Finalmente è finita (o quasi) l’estate dei nomi e del mercato ed è iniziata quella del lavoro in palestra e sul parquet di gioco. Martedì 20 Agosto 2013, era la data da tempo prefissata del raduno della Leonessa: al San Filippo, il “cinema” del Basket Brescia (chiedere a Federico Loschi delucidazioni sul perché di questo soprannome), presenti tutti i nuovi acquisti ad eccezione dell’americano Tamar Slay, ancora alle prese con le pratiche per l’ottenimento del visto. Oltre alla stampa, presenti anche una cinquantina di tifosi. Sin dall’inizio, le emozioni sono state forti. Sì, perché quell’applauso che ha accolto i giocatori al loro ingresso in campo ricordava tanto quello (da pelle d’oca) all’uscita degli spogliatoi del PalaCarrara dopo Gara 5 con Pistoia. Ma questa è un’altra storia, ancora tutta da scrivere. E così, dopo le foto di rito e le prime interviste ufficiali della stagione 2013/2014, i giocatori si sono tuffati nella nuova esperienza bresciana: sono arrivati i primi rapporti con i tifosi, i primi autografi e le prime foto ricordo, cui è seguito un allenamento di preparazione atletica sotto gli occhi attenti dello staff tecnico. Finito allenamento tutti, giocatori, staff e tifosi, riuniti alla Pizzeria Don Peppino (Mazzano) per cenare insieme in un clima di gioia e festa. Tutto procede in maniera regolare nel lavoro della Pallacanestro Trapani. Dopo la giornata iniziale di lunedì e il lavoro “doppio” di martedì e di ieri, questa mattina (ore 10) la prima squadra sosterrà un’unica seduta mattutina al Palailio. Il lavoro sarà sia atletico che tecnico. Nel pomeriggio, prima mezza giornata di riposo per i  giocatori granata, che poi riprenderanno al ritmo di due allenamenti quotidiani domani e sabato, prima della sosta di domenica. DICHIARAZIONI Francesco Lima (direttore sportivo Pallacanestro Trapani): “Cosa mi colpisce di questa squadra? La volontà di lavorare, l’atteggiamento costruttivo dei ragazzi, la disponibilità con cui si presentano ogni giorno in palestra. So che è prestissimo per dare giudizi ma non si può non essere contenti respirando l’atmosfera di questo gruppo. Ci sta aiutando il fatto che la squadra pranzi ogni giorno insieme: si è rivelata una scelta azzeccata, che sta semplificando la coesione e la conoscenza tra i giocatori. Ricordiamoci che questo sarà un gruppo da compattare, in maggior parte formato da nuovi atleti. Lino Lardo? Stupisce la sua umiltà: la qualità del lavoro che svolge è indiscutibile, vederlo lavorare è divertente, seguo tutti gli allenamenti con grande interesse. Ma la sua umiltà è un esempio quotidiano per tutti noi che lavoriamo per questa società”.  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy