Brescia: la CdL a Trapani, per tornare ad infrangere il fattore “PalaIlio”

Brescia: la CdL a Trapani, per tornare ad infrangere il fattore “PalaIlio”

Commenta per primo!
trapanibasket.it

Dopo la bella prova di carattere che la Centrale del Latte Brescia ha messo sul piatto contro la temibilissima Angelico Biella ci si trasferisce a Trapani: nella stagione 2010-2011 Brescia conquistò con un secco 3-0 lo scudetto di Serie A Dilettanti e la conseguente promozione in Lega Due, sbancando quel campo ancora oggi inviolato. Così, a tre anni di distanza le due formazioni si ritrovano nello stesso campionato, e domenica si ritroveranno di nuovo faccia a faccia, sul parquet del PalaIlio.

La Lighthouse Trapani è stata affidata alle sapienti mani di coach Lino Lardo il quale può contare su un quintetto di tutto rispetto che vede in cabina di regia il playamericano classe ’82: Kelvin Parker; terminato il college (Northwest Missouri State University) si trasferisce nel vecchio continente per giocare in Germania, Austria e Svizzera prima di approdare in Sicilia. Attualmente viaggia a 16.6 punti 3 rimbalzi e 5.4 assist a gara. Il secondo visto per giocatori extracomunitari è stato speso per la guardia nata a Forestville nel dicembre 1987: Robert Lowery. Prima di vestire la maglia di Trapani è passato da Germania, Repubblica Ceca e Turchia. Lowery, così come Parker, è sicuramente uno dei giocatori di coach Lardo da marcare stretti, per lui in questa stagione 15.3 punti, 6.4 rimbalzi e 3 assist.

Il terzo esterno della formazione sicula è Giancarlo Ferrero, ala classe ’88 cestisticamente cresciuta a Casale Monferrato, dove vi ha trascorso cinque stagioni da professionista prima di iniziare una nuova avventura in maglia Lighthouse. Per lui 13.1 punti di media fin ora.

La coppia di lunghi che completa il quintetto trapanese è composta da Patrick Baldassarre e Andrea Renzi. Il primo arriva da una buona stagione in maglia Givova Scafati dove ha chiuso con 9 punti e 6 rimbalzi di media; il secondo, l’anno scorso in Serie A con la maglia di Biella, ha terminato il campionato con 17 presenze, quasi 12 minuti a gara, 3.6 punti e 2.3 rimbalzi. Oggi mettono a referto in due 26 punti di media a partita e catturano 13 rimbalzi. Panchina molto giovane quella su cui può contare coach Lino Lardo: Stefano Bossi, Lorenzo Bartoli e Alessandro Tabbi sono infatti tutti 19enni. Oltre ai tre under ci sono Nelson Rizzitiello e Luca Ianes pronti a dare minuti preziosi per far rifiatare i giocatori del quintetto base.

La Lighthouse Trapani é una squadra che conta molto sullo starting five e non molto profonda; senza dubbio dipende dalle prestazioni dei suoi due ragazzi a stelle e strisce. Probabilmente Fabio Di Bella e JR Giddens avranno il compito di fermarli, mentre a Slay e Rinaldi toccheranno rispettivamente Baldassarre e Renzi. In conferenza stampa Kelvin Parker ha dichiarato: “Brescia è una squadra da temere e rispettare, ma questa partita è come le altre, il fatto che siano primi in classifica ci deve far impegnare ancora di più.” Lino Lardo invece ha detto: “Brescia richiederà uno sforzo importante soprattutto in difesa, Brescia è troppo completa in tutto. Chiederò una prova di forza individuale a tutti i miei ragazzi per cercare di giocarcela e vincerla.”

Appuntamento al PalaIlio di Trapani Domenica 17 alle ore 18:00 per Trapani-Brescia. Una partita da non perdere!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy