Casale Monferrato, l’entusiasmo di Griccioli per riconquistare la Serie A

Casale Monferrato, l’entusiasmo di Griccioli per riconquistare la Serie A

Commenta per primo!

La Novipiù riparte da una nuova vita: nuovo campionato, nuova guida tecnica ed un roster in parte ritoccato. Partiamo, anzitutto, dal fattore campionato. L’edizione 2012-2013, a detta dello stesso tecnico Griccioli, si presenta come uno dei tornei di LegaDue più equilibrati di sempre. La Novipiù, provenendo dalla Serie A, è di diritto l’osservata numero uno. Questa volta, però, non ci saranno i patemi che hanno caratterizzato la prima annata nella massima serie, falcidiata di partite (ben undici) perse negli ultimi tre minuti, molte delle quali all’ultima azione o, peggio ancora, all’ultimo tiro. La LegaDue è il pane quotidiano della Junior Casale, che ha dominato l’edizione di due stagioni fa, e che ha sempre dimostrato negli anni precedenti di saperci vivere come fosse il suo habitat naturale. Il roster sembra essere adatto allo scopo: Pierich, Malaventura e Ferrero rappresentano lo zoccolo duro protagonista della storica promozione nella massima serie, e l’ultimo di questi ha dimostrato nei mesi conclusivi della passata stagione, in forza alla Conad Bologna, di esprimersi ai massimi livelli nel torneo cadetto. Anche Niccolò Martinoni è stato confermato, nonostante una stagione – quella scorsa – condizionata da alti e bassi dovuti alla sua fragilità fisica. La rinascita della Junior fonda le sue radici anche sul desiderio di riscatto suo e di Riccardo Antonelli, prelevato da Cremona. La nuova Junior, però, è anche sinonimo di freschezza: quella data dai giovanissimi, ma molto promettenti, Edoardo Giovara e Diego Monaldi, ma soprattutto l’aria di novità portata dai tre pezzi forti del mercato juniorino, Casper Ware, Povilas Butkevicius e Rodney Green. Il lituano, che si era già fatto conoscere dalla platea italiana agli Europei del 2007 disputati a Gorizia, vuole misurarsi con la realtà italiana dopo aver fatto vedere ottime cose in terra natìa. Casper Ware è all’esordio assoluto nel basket professionistico e rappresenta la vera scommessa del club monferrino, rimasto impressionato non solo dall’ultima Summer League ma anche e soprattutto dalle medie ottenute con la canotta universitaria di Long Beach State: in due stagioni, il riconoscimento come miglior giocatore e miglior difensore della Big West Conference, e terzo miglior assistman della storia del suo ateneo, questo il biglietto da visita con cui il californiano si presenta al basket italiano. In molti credono che lui possa essere la nuova, ennesima, stellina lanciata dalla Junior Casale, e in tanti già hanno fatto il paragone, lusinghiero quanto scomodo, con Ricky Hickman. Infine, colui che è già diventato un idolo a Casale, a suon di contropiede e schiacciate, Rodney Green. Il giocatore originario di Philadelphia ha già sperimentato il basket europeo ottenendo medie altissime in Israele e Ukraina, ed ora cerca la consacrazione in Italia. I numeri fatti vedere in preseason lo etichettano come il giocatore in grado di spostare gli equilibri della squadra. Infine, la nuova guida tecnica. Junior Casale è stata per molto tempo sinonimo, nel bene e nel male, di Marco Crespi. Tant’è vero che anche nel corso della scorsa stagione, la prima in Serie A, la Società non ha voluto, o forse saputo, staccarsi definitivamente dal coach dei miracoli e del basket democratico nemmeno quando quest’ultimo ha deciso di farsi da parte, e al suo posto in panchina si è seduto lo storico vice Valentini. Ora, il primo vero passo del dopo Crespi. Un passo che la Junior ha voluto fare puntando sul sicuro, sul coach che due stagioni fa è stato riconosciuto come il migliore della categoria, e che in un lasso breve di tempo ha già voluto lasciare la propria impronta, sul gioco e sull’ambiente. Un tecnico che vive giorno e notte di basket, al punto da voler spostare il suo ufficio operativo al PalaFerraris, con l’idea di supervisionare il management di uno dei settori giovanili più prolifici e vincenti dell’attuale basket italiano. Una missione, questa, che corre parallelamente a quella principale, ossia centrare i primi quattro posti e giocarsi le proprie carte per la promozione in Serie A. Un progetto umile e ambizioso, perché a Casale le due qualità possono coincidere.

  • Roster 2012-13

GIOCATORE

STATISTICHE 2011-12

5

Matteo Malaventura

7.3 punti, 21.4 minuti, 1.4 rimbalzi, 4.6 di valutazione (Casale)

6

Rodney Green

16.9 punti, 5.0 rimbalzi, 3.0 assist (Mbc Mikolaiv)

8

Riccardo Antonelli

0.4 punti, 3.7 minuti, 0.8 rimbalzi, -0.1 di valutazione (Cremona)

9

Povilas Butkevicius

11.5 punti, 6.5 assist (Rudupis Prienai)

10

Simone Pierich

4.2 punti, 13.2 minuti, 1.6 rimbalzi, 2.5 di valutazione (Casale)

11

 Edoardo Giovara

Proveniente dal settore giovanile

13

Diego Monaldi

5.0 punti, 19.3 minuti, 1.2 assist (Firenze)

14

Niccolò Martinoni

1.4 punti, 9.1 minuti, 1.9 rimbalzi, 2.1 di valutazione (V.Bologna/Casale)

21

Giancarlo Ferrero

12.0 punti, 23.0 minuti, 1.4 rimbalzi, 8.0 di valutazione (B. Bologna)

22

Casper Ware

17.4 punti, 3.4 assist (Long Beach State University)

  All:

Giulio Griccioli

 

 

 

 

 

 

Nb: sono riportate le medie di ogni singolo giocatore

 

ASPETTATIVE E PRONOSTICI

Intorno alla nuova Novipiù targata Griccioli ruotano due contrapposte correnti di pensiero: quella pessimista vede una concorrenza schiacciante a colpi di mercato e soprattutto pochi centimetri da erogare sotto canestro; quella ottimista punta tutto sull’esplosività di Rodney Green, sull’inventività di Casper Ware e sull’esperienza del gruppo italiano, in buona parte proveniente dalla Serie A. Probabile che la verità, come spesso accade, stia nel mezzo. L’ago della bilancia è affidato a Giulio Griccioli, tecnico che ha dimostrato di essere molto navigato per il campionato che la Junior andrà ad affrontare. La Società non chiede la risalita immediata in Serie A, ma – almeno per il primo anno – una competitività in linea con la concorrenza con l’obiettivo prefissato dei primi quattro posti. Probabile che venga accontentata, anche se molto dipenderà dalla capacità di adattamento del duo americano e di Butkevicius al basket italiano.

PRECAMPIONATO AI RAGGI X

PMS Torino – Novipiù Casale 65-98 : Ware 16, Butkevicius 11, Green 13, Martinoni 13, Ferrero 16, Malaventura 12, Pierich 11, Giovara 2, Bialkowski ne, Francione, Antonelli 4.

Fulgor Omegna – Novipiù Casale 53-82:  Malaventura 7, Green 19, Antonelli 4, Butkevicius 7, Pierich 9, Giovara 6, Monaldi 2, Martinoni 10, Ferrero 12, Ware 6.

Novipiù Casale – Biancoblù Bologna 74-67:Malaventura 4, Green 22, Antonelli 2, Butkevicius 8, Pierich 9, Giovara, Monaldi 2, Martinoni 5, Ferrero 14, Ware 8.

Novipiù Casale – Angelico Biella 78-71:Malaventura 8, Green 21, Antonelli 2, Butkevicius 7, Pierich 8, Giovara ne, Monaldi 4, Martinoni 5, Ferrero 2, Ware 21.

Novipiù Casale – Giorgio Tesi Group Pistoia 76-81:Malaventura 9, Green 24, Antonelli, Butkevicius 6, Pierich 5, Giovara ne, Monaldi, Martinoni 7, Ferrero 5, Ware 20

Novipiù Casale – Prima Veroli 85-89 : Malaventura 10, Green 18, Antonelli 3, Butkevicius 18, Pierich 6, Giovara, Monaldi, Martinoni 1, Ferrero 14, Ware 13

Novipiù Casale – Aget Imola 81-53: Malaventura 16, Green 12, Antonelli, Butkevicius 10, Pierich 13, Giovara, Monaldi 1, Martinoni 7, Ferrero 12, Ware 12

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy