Casale sfida la Virtus Roma: in palio il sogno Final Eight

Casale sfida la Virtus Roma: in palio il sogno Final Eight

Commenta per primo!

Ultima giornata di andata, prima trasferta del 2016: domenica 3 gennaio Casale affronta la Virtus Roma al PalaTiziano.

Obiettivo dichiarato dei piemontesi quello di riprendere la corsa in trasferta, riassaporare la vittoria che manca dal trionfo di Ferentino (datato 28 novembre scorso) e portarsi a casa, dopo 2 stagioni, le finali di Coppa che si terranno a Rimini ai primi di marzo.

Lo scoglio Virtus è quanto di più ostico potesse capitare sulla strada della Junior; i capitolini hanno conquistato ben 6 vittorie nelle ultime 8 uscite. Grande merito va dato all’arrivo in panchina di coach Caja, subentrato al sollevato Saibene alla fine di ottobre. Il tecnico pavese ha dato un’ identità ad una squadra sfiduciata e raccolta sull’orlo di una crisi di nervi; la scelta dell’ Attilio ha restituito come d’incanto fiducia, entusiasmo all’ambiente che ha riabbracciato dopo 13 stagioni il suo condottiero.

Casale è alle prese con i problemi fisici che da non poco tempo hanno preso di mira la truppa diRamondino: il dubbio numero 1 resta l’impiego di capitan Martinoni che ha dovuto saltare l’ultima del 2015 (vittoriosa in remuntada contro Casalpusterlengo) vittima di un risentimento ad un polpaccio.  In generale i piemontesi è da quasi 2 mesi che non riescono ad allenarsi a ranghi completi e questo ha forzato le rotazioni ma esaltato il gruppo; Natali, che aveva di fatto saltato le 2 precedenti, si è trovato in alcuni frangenti della sfida contro CasalP a giocare da “5” più atipico della storia rossoblù.

Tanti i giocatori di Roma che in passato hanno affrontato Casale; tra questi l’osservato speciale sarà Alan Voskuil, guardia che sta mettendo 17  punti per allacciata di scarpe, aiutando i suoi con 4.4 rpg. Epiche le sfide che hanno visto il danese, allora in maglia Biella, mettere spesso in difficoltà Casale, uscendone però sconfitto all’ultimo playoff. Nel mirino anche il play Meini, classe ’79, che ha incrociato i destini della Junior con le maglie di Venezia, Pistoia e, più di recente, Trapani; il toscano sta portando alla causa quasi 3 assist in 27.5 minuti e ritrovando la condizioni che gli aveva fatto saltare le prime 3 della stagione. Esperienza in casa Virtus data dalla presenza dell’esterno Maresca, classe ’81, 14 ppg, ultime due sottotono a Barcellona, passato a Caserta, Brindisi, Treviso e Montegranaro affacciandosi anche a Milano. Sotto le plance agisce nello spot di “4” il nigeriano Olasewere, classe ’91 che referta 12.9 ppg  7.1 rpg: facile ipotizzare una gran bella sfida con il pari età Abdel Fall, senegalese di nascita e realtà italiana alla terza stagione sulle rive del Po. Centro di grande classe della Virtus Roma è il passaportato Callahan, 14 ppg + 7.6 rpg.

Ci vorrà una Casale da battaglia per tentare il saccheggio nella capitale; se la condizione fisica non è certo delle migliori, l’intensità che i quintetti di Ramondino sapranno mettere sul parquet sarà la determinante per ottenere il colpo grosso! Ci si aspetta ancora un Bray all’altezza, un Saunders in crescita difensiva e un Blizzard capace di spezzare il ritmo con la sua enorme conoscenza del gioco.

Orecchie dei tifosi piemontesi sui campi di CasalP e Agropoli, dove si potrebbero verificare condizioni favorevoli alla Junior anche in caso di sconfitta della stessa; ma convinzione che, per meritarsi al 100% la gita di inizio primavera in Romagna, la Novipiù domenica dovrà gettare il cuore oltre l’ostacolo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy