Caso Napoli-Legadue: in attesa del TNAS, Balbi visto a Verona con Bonamico, Romagnoli e Cavina

Caso Napoli-Legadue: in attesa del TNAS, Balbi visto a Verona con Bonamico, Romagnoli e Cavina

Commenta per primo!

NAPOLI – 19 novembre, ci siamo. Ennesimo, forse decisivo giorno X dell’affaire Napoli – Legadue. Che rallentato, anzi del tutto stoppato dalla decisione del TNAS di lunedì scorso (sette giorni alla FIP per consegnare altra documentazione a suo favore), oggi riprende il suo corso. E si spera senza altri rinvii, ma con decisioni, definitive. Nel bene o nel male. Perchè intanto, smaltita l’ennesima attesa, la pressione della città cresce, come anche l’ottimismo. Anche se forse, per non evitare equivoci, è più corretto parlare di fiducia, soprattutto nell’ operato che l’Arbitrato potrà assumere nelle prossime ore. E non tanto per quel buon senso che pure conta, e per quella necessità di ridare smalto a un campionato che divverrebbe tutt’altro che avvicente senza Napoli, quanto alle ragioni tecniche e giuridiche alla base della questione “puntualità bonifico prima rata professionisti”, oggi all’ordine del giorno. Un questione in cui la FIP ha mostrato forse troppa fretta, troppa ansia di porre fine a un’avventura che certo non ha mostrato tratti critici, contrastati, ambigui, ma che pur tra mille difficoltà, meritava e merita di proseguire, diversamente dai tanti e irresponsabili tentativi degli ultimi anni.

Le prove di questo diritto ad una nuova chance? Beh, diverse. I giocatori che restano con uno spirito d’altri tempi, dei dirigenti che nell’incertezza assoluta continuano a muoversi, su tutti i terreni. E uno starter-up come Maurizio Balbi, che elogiato da tanti per il suo gesto tanto nobile quanto anomalo per i nostri tempi, segnati dalla sfiducia, continua a puntare tutto sul rilancio NNB. E lo fa con tanti piccoli segnali. Ne abbiamo visti diversi, in questi giorni, li abbiamo evidenziati, a comnciare dal suo coraggioso investimento sull’orlo del precipizio.

Oggi però uno di più.Magari simbolico, senza nulla di concreto, ma che può farci aprire la settimana con grande slancio. Ieri infatti, per la sfida di Legadue tra Tezenis Verona e Biancoblù Bologna, il patron “in pectore” del Nuovo Napoli Basket è stato visto sugli spalti del PalaOlimpia, al fianco del Presidente di Legadue Marco Bonamico e il n.1 della società felsinea Giulio Romagnoli. Con cui guarda caso gli azzurri dovrebbero disputare il primo recupero, nel caso in cui la riammissione fosse realtà. Ecco quindi che il nostro Jacopo Burati ha raccolto sul posto alcune dichiarazioni del proprietario BBB, e le parole paiono a pieno sostegno della causa partenopea: “Io non aspetto altro che Napoli rientri. Le sfide con le squadre bolognesi sono sempre state entusiasmenti, soprattutto con quella parte del basket bolognese che noi cercheremo di rappresentare forte e unita come prima, dal prossimo anno. Sono piazze da Serie A, le nostre, e speriamo che ci siano decisioni giuste, utili a darci le condizioni ottimali per lavorare. A Napoli come a Bologna”. Balbi poi nell’intervallo ha incontrato Demis Cavina, che Radio Mercato darebbe vicinissimo alla panchina azzurra, in sostituzione di Maurizio Bartocci. Uno scambio molto cordiale, trapela dalle due parti, nulla di più, ma chissà…intanto Napoli aspetta. E spera, freme, sempre di più.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy