Crow, Bushati e Sergio: i nomi low cost del mercato di Forlì

Crow, Bushati e Sergio: i nomi low cost del mercato di Forlì

Commenta per primo!

Dopo l’approdo in casa Vuelle Pesaro da parte di Bernardo Musso la Fulgor Libertas si affaccia timidamente al mercato, consapevole del fatto che, nel roster, il solo Basile è poco da presentare all’esigente pubblico di casa.

Il mirino di Benzoni, inserito nelle vesti di DT (lavoro alquanto semplice visto il budget a disposizione) insieme a Giannelli, ha sicuramente puntato a qualche pedina da mettere a disposizione di coach Galli per il prossimo 19 agosto, data della partenza della stagione bianco-rossa.

Franko Bushati, ex Brescia e Scafati (sponsorizzato dal duo Dell’Agnello/Costa), sembra infatti dover entrare nell’organico forlivese, mancano alcuni dettagli nel contratto che le parti si apprestano a firmare; giocatore girovago l’italo-albanese con pochi minuti giocati alle spalle (20′ di media e 6pt la passata stagione), ma chi lo conosce dice abbia le caratteristiche giuste per la causa biancorossa, in procinto di scendere in campo sempre con il coltello fra i denti e lui, in termini di agonismo, non è da meno.

Altro players nel mirino di Benzoni e Nicholas Crow, ex Crabs Rimini allenato da Galli nel 2008, giovane inesploso con tanta panchina alle spalle in quel di Avellino ma, con tanto entusiasmo e voglia di emergere dopo un infortunio e una Summer League confortante, corteggiato inizialmente anche da Pozzecco da Capo D’Orlando, rumors parlano di acquisto certo per la rosa di Galli ma, le parti economiche di fatto sembrano ancora distanti anche se la volontà del giocatore siano rivolte a calcare il parquet romagnolo.

Stesso identico discorso per l’ex Caserta, Luigi Sergio, ala low cost, lanciato nel parquet campano la passata stagione ma con minutaggio decisamente ridotto (5min di media) e pochi punti nelle mani (high 7 contro Reggio Emilia), sembra destinato verso il PalaCredito di Romagna.

Il mercato improntato purtroppo dalla società non ha sicuramente nomi rilevanti che facciano balzare le folle ma quest’anno più che mai si cerca di puntare il mirino su concrete scommesse su cui investire cercando alla cieca di aver scelto giusto.

Sembra che nel taccuino di Giannelli ci sia anche il “lungo” Eliantonio, ex Crabs Rimini ma di scuola senese, la scorsa stagione passata a Barcellona con un 3pt di media, che lasciano un po’ perplessi i tifosi ma che allo staff tecnico sembra non destare preoccupazioni.

Ora la parte economica del piccolo “malloppo” rimasto sembrano destinate unicamente per i due americani, un playmaker e una guardia di rilievo che facciano girare i giovani di coach Galli e che abbiano punti nelle mani, rumors parlano comunque di giocatori esperti già visti calcare palcoscenici europei ma che, ad oggi, ancora pretendono compensi troppo elevati per le casse romagnole.

In questo momento di stallo e con la partenza di tre cardini dal valore di Borsato, Natali e Musso, la piazza pare abbastanza “abbacchiata” dopo questo inizio “mercato” in stile low cost, purtroppo il budget ridotto ancora privo di ossigeno da main sponsor tanto sognato in via Zuelli, non permette, come già menzionato in precedenza anche da Benzoni, azzardi folli non sostenibili per l’attuale stato economico societario.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy