Ferentino chiamata a confermarsi contro una Lighthouse in piena crisi

Ferentino chiamata a confermarsi contro una Lighthouse in piena crisi

La Lighthouse Trapani affronterà tra le proprie mura la FMC Ferentino in una gara che sarà determinante al fine di occupare le posizioni che contano nella classifica del girone ovest

Commenta per primo!

Arrivati a questo punto della stagione, si iniziano a delineare i ruoli delle squadre all’interno della classifica del proprio girone. Fino a questo momento, la FMC ha dimostrato di valere il ruolo di protagonista solo in parte, viste le difficoltà incontrate nel corso della prima metà di campionato (in cui ha incontrato anche una striscia negativa che ha allontanato i gigliati dalle zone alte della classifica). Diverso discorso invece per la Pallacanestro Trapani, che sta dimostrando il proprio valore, mantenendo una posizione di alta classifica, nonostante i vari problemi di infortuni, Griffin su tutti. Recentemente però è la squadra di coach Ansaloni che sta vivendo il momento migliore, con quattro successi nelle ultime cinque gare, mentre la Lighthouse  sta faticando, e non poco, in questa parte del campionato, con solo un successo nelle ultime 5, quello casalingo con Tortona. Fattore importantissimo sarà il calore del PalaConad, da sempre uno dei palazzi più caldi e sportivamente ed emotivamente belli del campionato, capace da sempre di dare una marcia in più ai giocatori della Lighthouse. Sulla partita di domenica ha voluto rilasciare alcune dichiarazioni il vice allenatore dei siciliani, Matteo Jemoli, che ha parlato di Ferentino cosi: “Ferentino è una squadra di grande talento, che fin dall’inizio della stagione è sempre stata considerata da tutti come una delle principali candidate a un campionato di vertice. Nelle ultime giornate il loro rendimento sta salendo costantemente, quindi arriveranno a Trapani in piena forma e con l’intenzione di continuare a fare risultato. Possiedono un mix estremamente completo di energia, esperienza e gioventù, che rende il loro roster temibile sotto ogni punto di vista.

Noi stiamo uscendo da un momento non semplice, soprattutto a causa degli infortuni. Speriamo di poter recuperare al meglio Ganeto e sicuramente l’innesto di Okoye si rivelerà importante, anche dal punto di vista psicologico. Ma, prima di pensare agli aspetti tecnici, chiediamo al pubblico del Pala Conad il proprio supporto, per darci una marcia in più e aiutarci ad affrontare questa sfida complicata”. E’ vero che la situazione della Lighthouse non è delle migliori nell’ultimo periodo, ma è proprio in queste situazioni dove si vede il carattere di una grande squadra. Parlando della gara, Ferentino si affiderà sicuramente alla proprie certezze, sperando di poter avere Bulleri nelle proprie rotazioni, in ritorno da un fastidioso infortunio muscolare, e cercherà di indirizzare la gara grazie alla difesa molto solida e all’imprevedibilità dell’attacco. Trapani si affiderà sicuramente a Mays e a Renzi, autentici fari della squadra. A loro due verrà chiesto di dare un contributo extra perché nei momenti difficili le squadre si affidano ai propri leader (Ferentino lo ha fatto con Gigli e Raymond) per poter tornare in scia. Nonostante i momenti totalmente opposti che vivono le due squadre, queste sono separate solamente da due punti, con la FMC a 22 e la Lighthouse a 20. Per entrambe la sfida è importantissima, perché il terzo posto dista solo 2 punti per i gigliati e 4 ai siciliani, quindi vincere questo scontro diretto vorrà dire agganciare le teste di serie, visto che in 4 punti sono racchiuse otto squadre.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy