Fulmine per la Virtus Roma: a rischio l’iscrizione in A2?

Secondo un noto quotidiano, la società romana ha versato in ritardo la tassa prevista dalla FIP, che la escluderebbe automaticamente dal prossimo campionato di A2.

Commenta per primo!

Il Messaggero riporta una notizia inquietante riguardo al prossimo futuro della Virtus Roma, che non riesce a vivere un’estate serena senza far preoccupare ogni volta i suoi tifosi: a quanto pare Roma rischierebbe di non giocare il prossimo campionato di serie A2.

Il motivo? Si tratterebbe di un problema di ritardo della società capitolina, che avrebbe versato l’8 luglio l’ammontare della prima rata FIP, invece che il 7 luglio come previsto dalla norma fissata nell’elenco dei contribuiti a carico delle società professionistiche. Un errore formale, che a stretta norma di regolamento rischia però di costare molto a Roma: come recita il regolamento, tale inadempimento da parte delle società nazionali comporta la perdita, tra l’altro, del diritto di iscrizione al massimo campionato di pertinenza.

Rimane da capire quale sia la verità, dubbio che terrà i tifosi romani ancora una volta col fiato sospeso nei prossimi giorni. In caso la notizia fosse vera la Virtus avrebbe possibilità di fare ricorso, e il caso sarebbe discusso dal consiglio federale il 16 luglio

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy