Il derby marchigiano premia Jesi, la Fileni passa a Recanati

Il derby marchigiano premia Jesi, la Fileni passa a Recanati

Commenta per primo!

Basket Recanati 71 Fileni Jesi 78 (15-15, 21-17, 21-29, 14-17) Basket Recanati: Raponi, Gnaccarini 2, Pierini 16, Gurini, Larizza, Fantinelli 6, Mosley 2, Stefanini 2, Pullazi 5, Starring 26, Tortù, Pettinella 10. All . Bernardi Fileni Jesi: Cagnetta, Maggioli 12, Lucarelli, Borsato 6, Fallucca 8, Jukic 16, Rocca 15, Esposito, Ciampagna, Boccacci, Gaspardo 11, Ruggeri, Bargnesi, Santiangeli 8. All. Coen Arbitri: Fanesi e Vita di Ancona, Dionisi di Fabriano A distanza di due settimane si ritrovano di fronte Recanati e Jesi per una ulteriore verifica del loro stato di proseguo della preparazione ai rispettivi gruppi di LegaDue. Bernardi e Coen si misurarono appena una settimana dopo l’avvio dei raduni e lo scrimmage di Cingoli, seppur con azzeramento, nell’aggregato vide Recanati prevalere di un punto. L’altra sera Jesi ha perso contro la Scavolini (serieA) 49-75 mentre nell’uscita precedente aveva prevalso su Ferentino (LegaDue) per 74-43. Recanati viene dalle sconfitte con la Sutor Montegranaro (SerieA) e contro Ravenna (LegaDue). Su ambedue le sponde quindi voglia di cancellare il trend negativo. Recanati che ieri sera con il roster al completo è stata ospite della kermesse sportiva in piazza per una presentazione show all’americana. Per Coen assente Goldwire in permesso negli USA, sulla sponda Recanati esordio sul parquet del terzo americano, Mosley (foto sotto). Per lui, ancora fuori dagli schemi della squadra, 10′ buoni, ottime giocate e due punti. Con i tre americani in campo Recanati impressiona. E partita vera sotto tutti gli aspetti anche se si azzera ad ogni quarto. C’è sana rivalità tra le due squadre e tra i due team nessuno ci sta a perdere. Un quarto finisce in parità, Jesi si aggiudica due periodi, Recanati uno. E tanto per “allenarsi” al campionato ci sono stati anche tanti bei “dialoghi” tra Coen, Bernardi e gli arbitri. Jesi senza il folletto Goldwire perde molto in fantasia ma la squadra di Coen se attacca fa male. In difesa è apparsa troppo perforabile. Recanati mette in mostra uno Starring strepitoso, ma i 10′ di Mosley fanno sognare. Da correggere per Recanati alcune interpretazioni di gioco da parte degli under. Quando Bernardi ha abbassato l’età in campo si sono alternate giocate di buon livello ad alcune da evitare assolutamente. Starting five di Jesi con Maggioli, Borsato, Jukic, Rocca, Santiangeli. Recanati con Pierini, Fantinelli, Mosley, Starring, Pettinella. Primo periodo con Recanati in palla e Jesi in difficoltà ma pur sempre vigile nel non far prendere del tutto le redini del gioco agli avversari. 7-10 nei primi 5′, poi recupero Recanati e 8-5 nella seconda parte per chiudere alla pari la frazione. Secondo periodo con Jesi che prova ad andare via, 7-9 nella prima metà, poi Recanati mette il turbo e si regala il parziale con un 14-8 per un aggregato di 21-17. E’ la parte più bella di Recanati con giocate (sopra tutte una Starring-Pullazi) che fanno applaudire il pubblico accorso nella “caldaia” del PalaCingolani (molte presenze anche da Jesi). Dopo il riposo lungo girandola di sostituzioni per Recanati mentre Coen puntella la squadra che rientra in campo molto più determinata e pratica: Faggioli, Jukic e Rocca non perdonano il minimo errore. Jesi annichilisce Recanati nei primi 5′ con un parziale da 6-16. La squadra di Bernardi si disunisce e soffre oltremodo alcune interpretazioni arbitrali. Reazione nella parte conclusiva con un 15-13. Si va all’ultimo periodo con tanta fatica sulle spalle, Jesi fa valere la maggiore esperienza dei suoi ma mette in mostra anche degli interessanti elementi. 5-5 nei primi 5′ poi 9-12 nel finale. Nel complesso, a parte le cose da rivedere, per le due squadre un test vero e positivo. Pubblico jesino rimasto colpito da Starring (26 punti). Recanati di nuovo in campo mercoledì al PalaCingolani alle 18.15 contro Porto S. Elpidio (DNB). La formazione leopardiana perderà per qualche giorno Ryan Pettinella: la sua università lo ha inserito nell’Hall of Fame e per lui ci sarà una cerimonia d’onore. E da quelle parti ci tengono molto a queste cose.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy