Il remake dei big match di serie A è per Siena: Roma sconfitta

Il remake dei big match di serie A è per Siena: Roma sconfitta

Commenta per primo!

Mens Sana Basket – Acea Virtus Roma 79-69 (24-19, 50-31, 68-49)

Mens Sana Basket: Cacace 7, Borsato 6,  Diliegro 8, Ranuzzi 10,  Marini 4,  Bucarelli 2,  Udom 14, Roberts 10,  Bryant 8, Cucci 10

Acea Virtus Roma: Olasewere 18, Meini 5, Bonfiglio 3, Maresca 14, Leonzio, Casagrande 7, Callahan 14, Hussin, Voskuil 8, Garofolo, Zambon ne. All. Saibene.

Si è chiusa 79-69 l’amichevole tra Acea Virtus Roma e Mens Sana Siena disputata questa sera a Chiusi (SI). Una sgambata utile per laVirtus che, nonostante diverse indisponibilità nel reparto lunghi, nella ripresa è riuscita a rispondere con una reazione collettiva al tentativo di fuga operato dai toscani nel secondo quarto.

L’andamento del primo tempo incide molto sulla partita dell’Acea: Olasewere guida l’attacco capitolino in un primo periodo equilibrato, mentre nella seconda frazione Siena tenta l’allungo trascinata da Udom e Bryant contro una Virtusin formazione rimaneggiata, con i giovani Hussin e Garofalo a dividersi i minuti degli indisponibili Benetti e Zambon.
Nella ripresa Roma è più attenta nella gestione dei possessi e trova maggior continuità in attacco, chiude il terzo quarto in parità e riesce a dimezzare lo svantaggio grazie ai canestri di Olasewere e Maresca.

Questo il commento di coach Saibene al termine dell’incontro: «E’ stata una partita vera, contro un avversario più rodato rispetto a noi. Dopo un buon primo quarto la gestione della gara ha risentito di alcune scelte obbligate dalle assenze, era necessario allungare al massimo le rotazioni sia per le indisponibilità di Benetti e Zambon che per risparmiare Callahan, che nelle ultime gare ha giocato tanto e ieri non si è allenato a causa di un affaticamento muscolare. Inoltre era fondamentale concedere minuti a Olasewere per portare avanti il suo processo di inserimento. L’apporto di Hussin, Garofolo e Leonzio è stato positivo, ma la somma di tutti questi cambiamenti ci ha portato a commettere qualche errore dettato dall’inesperienza, come le tante palle perse nel secondo quarto, prestando il fianco a una squadra fisica e ben assortita come Siena che ha avuto un rendimento costante per tutta la gara. Il segnale positivo è arrivato dalla reazione avuta del terzo periodo, ma abbiamo ancora molti aspetti sui quali lavorare per poter migliorare».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy