Indimenticato a Biella, poi califfo dell’A2 spagnola: si ritira Taylor Coppenrath

Indimenticato a Biella, poi califfo dell’A2 spagnola: si ritira Taylor Coppenrath

Commenta per primo!
burgosconecta.es

Grosso, tozzo. Sempre al limite del sovrappeso, quasi goffo, ma con una concretezza sotto canestro che non passava (e non passò) inosservata. Centro devastante, non di moda, ma efficace: questa, probabilmente, l’impressione che tanti tifosi italiani ebbero di Taylor Coppenrath, quando fu scelto da Marco Atripaldi per vestire la casacca di Biella.

Correva l’anno 2006,e perché la scelta del pivottone cadesse sul giocatore del Vermont si spese addirittura sua maestà Dino Meneghin, che sulle colonne de “La Stampa” lo definì “giocatore d’altri tempi”. Chiaro allora che con una benedizione così questo gigante dalle chiome bionde, venuto dai Vermont Catamounts nella America East Conference della NCAA, mostrando ottime doti di realizzatore (21,4 punti di media a partita nell’arco dei quattro anni, con una punta di 25,1 nell’ultima stagione, nella quale catturava anche 7,8 rimbalzi di media a partita), avrebbe superato l’infortunio subito pochi mesi prima, e avuto in Europa un discreto cammino.

Non essendo stato scelto nel draft NBA, inizia a svezzarsi  all’AEK Atene (che allora però contava eccome, giocando l’Eurolega nello stesso girone di Treviso e Fortitudo), dopo una sola stagione si trasferisce in Italia, a Biella, dove tiene una media di 7,6 punti a partita, con un rendimento in crescendo e l’esperienza playoff. Infine la Spagna, la trappa della sua carriera, dove diventa uno dei califfi della LEB Oro, la nostra A2: due promozioni (Murcia nel 2011, la seconda proprio quest’anno con Burgos), sempre ottime cifre (gli scout medi di questa stagione lo vedono con 11,6 punti + 6,6 rimbalzi, medie ottimali per un 34enne), eppure Coppenrath ha sentito che si trattava del momento giusto per dire basta, del momento giusto per tornare a casa, alla St. Johnsbury Academy, per trasmettere ai più giovani il suo sapere, la sua passione: ha condiviso il suo bilancio e le sue speranze in un post su Instagram, in bocca al lupo Taylor!

https://instagram.com/p/63ZAF6usr_TH4oftjDWOxu6Sw-Dw67mJ61lYw0/

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy