Inside the A2 Ovest – 7a Giornata, la preview di Basketinside.com

Inside the A2 Ovest – 7a Giornata, la preview di Basketinside.com

Nel girone Ovest di Serie A2 Citroën squadre in campo per la settima giornata.

Commenta per primo!

LA CLASSIFICA

Europromotion Legnano 10, Orsi Tortona 10, Angelico Biella 10, Mens Sana Basket 1871 Siena 10, FMC Ferentino 6, NPC Rieti 6, Unicusano Virtus Roma 6, Lighthouse Trapani 6, Remer Treviglio 6, Givova Scafati 4, Viola Reggio Calabria 4, Moncada Agrigento 4, Basket Agropoli 4, Roma Gas & Power Eurobasket Roma 4, Benacquista Assicurazioni Latina 4, Novipiù Casale Monferrato 2

LE PARTITE

VIOLA REGGIO CALABRIA – NPC RIETI PALLACANESTRO
13/11/2016 – 18:00
PALA PENTIMELE – LOCALITA’ PENTIMELE REGGIO DI CALABRIA (RC)

QUI REGGIO CALABRIA – La Viola Reggio Calabria deve confermare il trend positivo tra le mura amiche. Nella passata stagione la gara contro la Npc Rieti di Coach Nunzi significò, con tanto di finale thrilling e black-out dell’impianto elettrico del Palasport, salvezza “sudatissima” all’ultima giornata di stagione regolare. Oggi, Marulli e soci devono mostrare il proprio volto migliore, dimenticare in fretta la scarica prestazione al tiro offerta al PalaFerraris di Casale e portare a casa due punti fondamentali per la corsa alla salvezza. La Viola affronta un ex. Juan Marcos Casini porta con se ricordi bellissimi dell’esperienza in Calabria (che spettacolo la sfida ed il pubblico contro Treviso –ha ricordato l’esterno) e sarà una spina nel fianco da arginare con cura. Serve una Viola concreta sui due lati del campo: Radic, giocatore del mese di Ottobre dovrà confermarsi sui suoi livelli ma è tutto il gruppo che dovrà rispondere presente. Settimana tipo per Coach Paternoster che sta recuperando al cento per cento anche Ion Lupusor. “Sarà come la prima gara ufficiale per il nostro Ion- ha dichiarato il tecnico dei reggini”. Rieti proverà ad abbassare i ritmi, la Viola dovrà provare a scardinarli a suon di triple e bel gioco.

QUI RIETI – Dopo la vittoria di Domenica scorsa al Palasojourner contro l’Eurobasket Roma , la Npc Rieti affronterà la Viola Reggio Calabria e tenterà di ottenere la prima vittoria in trasferta che quest’anno non è ancora mai arrivata . Gli avversari sono una squadra molto giovane che presenta alcuni ragazzi di grande spessore su tutti Tommaso Guariglia , Matteo Fallucca e Ion Lupasor. Si presume che sarà una partita molto difficile per i reatini poiché gli sfidanti hanno perso contro Casal Monferrato e tenteranno a tutti i costi di ottenere la terza vittoria stagionale e per questo motivo saranno molto motivati . Nella conferenza stampa che si è tenuta oggi, il vice allenatore Alessandro Rossi e la guardia titolare Dalton Pepper hanno detto che la formazione reatina , in questa settimana di preparazione, si è ben allenata ed è pronta per una buona partita contro un ostico avversario.

MENS SANA BASKET 1871 SIENA – L.B. LEGNANO KNIGHTS
13/11/2016 – 18:00
PALAESTRA – Viale A. Sclavo 12 SIENA (SI)

QUI SIENA – Impegno casalingo importante per la Mens Sana 1871. Il countdown dello scontro al vertice è iniziato: Domenica alle 18 al PalaEstra ci sarà la palla a due con l’Europromotion Legnano. Chi si aspettava che i Senesi fossero in cima alla lista? Un match dal sentire gli zoccoli dei cavalli sul tufo, dal canapo che si abbassa quando c’è la mossa valida, che si può definire anche come una sorta di “sfida del Palio”, anche se quello più rinomato è, senza ombra di dubbio e senza offesa, quello che si corre in Piazza del Campo. Insomma, ci sarà da divertirsi sicuramente. Ma sarà una prova del nove molto ardua per la ciurma di Coach Griccioli, che vuole proseguire la striscia positiva che ha aperto questo campionato, con l’unico stop quello di Scafati, poi solo gioie. Sofferte certo, ma pur sempre di gioie si parla. Una Siena capitanata dai soliti Myers e Harrell, con Cappelletti che inventa e realizza magie, arriva certamente carica all’appuntamento, ma con la giusta attenzione, perché Legnano è in forma, e tutti se ne sono accorti, e con le loro cinque vittorie consecutive ha ben fatto la voce grossa. I Knights di Coach Mattia Ferrari sono guidati da un gran realizzatore in questa parte di stagione come Raivio, a seguire Martini e Palermo. Un bell’impegno sia da parte dei Biancoverdi che per i Biancorossi. Parlando in maniera paliesca, chi passerà la Curva del Casato al terzo giro per primo, vincerà il Palio, e quindi la partita

QUI LEGNANO – I Knights che domenica affronteranno Siena al PalaEstra, uno dei templi del basket italiano,arrivano a questo match da veri cavalieri,autori finora di una straordinaria cavalcata che li ha portati a una striscia aperta di 5 vittorie consecutive. La più recente,in casa contro Scafati,ha regalato grandi emozioni e nuove certezze. Innanzitutto la vittoria è arrivata contro una delle favorite per la promozione,e quindi è stata di grande prestigio. Ma soprattutto ha confermato quanto di buono visto fin lì: una difesa ottima (ancora una volta avversari tenuti sotto gli 80 punti), Raivio leader all around e autore di un secondo tempo da fantascienza,Ihedihoa e Mosley sempre più inseriti al meglio nel contesto di gioco e squadra,con il primo che convince in ogni zona del campo e in ogni fase di gioco e il secondo che non manca di regalare schiacciate e stoppate spettacolari. Palermo continua a essere a dir poco letale dall’arco e dalla panchina Martini e Maiocco danno apporti fondamentali (in attesa che anche Navarini esploda definitivamente). Come ciliegina sulla torta (una torta che dopo sei giornate vale il primo posto in classifica assieme ad altre tre squadre) c’è il pieno recupero di Frassineti,autore di 19 punti contro Scafati nel solo primo tempo e così obiettivo e lucido da chiedere a coach Ferrari nel secondo tempo di sostituirlo e dare più spazio a Martini non sentendosi ancora pronto a difendere al massimo. Il match contro Siena (un’altra squadra del quartetto di testa) è vissuto dall’ambiente legnanese con grande umiltà, prima di tutto come l’occasione di giocare un match di altissima classifica in un palazzetto che trasuda storia. Legnano ha vinto nettamente le ultime due trasferte,a Trapani e Roma,e spera di continuare tutte le serie positive che ha in corso. Ma comunque andrà a finire a Siena c’è la consapevolezza di aver intrapreso la strada giusta,e che questo campionato può regalare davvero grandi soddisfazioni.

ANGELICO BIELLA- REMER TREVIGLIO
13/11/2016 – 18:00
BIELLAFORUM – Via Fred Buscaglione 2 BIELLA (BI)

QUI BIELLA – Torna a giocare in casa Biella dopo due turni vittoriosi in trasferta. L’abbraccio del pubblico di Biella è sempre stato salvifico per la truppa di Carrea e l’entusiasmo generato tra i tifosi, che sognano una cavalcata trionfale in campionato, non devono far perdere di vista quello che è l’obiettivo dichiarato dal Gm Sambugaro: un campionato tranquillo. Il Dirigente si gode un primato non preventivato all’inizio ma che soddisfa appieno la società per il buon lavoro programmatorio svolto. Ora la difficoltà può essere solo un eccesso di confidenza pensando che tutte le partite siano facili, soprattutto quelle in casa. Di fronte quella Remer Treviglio che due anni fa con Tommaso Marino fece vedere i sorci verdi a Biella nel primo turno del play off. Il campionato della squadra lombarda ha visto successi in casa e sconfitte in trasferta e quindi, se De Vico e compagni rimarranno concentrati la partita potrebbe essere scontata. Carrea non si fida soprattutto di Marino e della coppia Sorokas Sollazzo. Attenzione e concentrazione e poi il calore del pubblico queste le armi di Biella, velocità e imprevedibilità le chiavi di lettura di Treviglio.

QUI TREVIGLIO – Scontro quanto mai ostico per la Remer Treviglio che domenica affronterà la difficile trasferta di Biella per sfidare l’Angelico allenata da Michele Carrea; due formazioni che si conoscono molto bene essendosi già affrontate nel pre-campionato (incontro che sta diventando una piacevole abitudine nelle ultime annate) ma che ora sono chiamate a un impegno molto più importante vista la posta in gioco dei due punti. Da una parte i piemontesi stanno vivendo un grande momento di forma: vengono da ben 4 vittorie consecutive (con alle spalle un ruolino sin qui di 5 successi al fronte di una sola sconfitta), l’ultima sul parquet di Agropoli (77-81 il punteggio a favore dei rossoblu)dove l’Angelico ha avuto la meglio dei campani dopo un tempo supplementare e con le straordinarie prestazioni di Jazzmarr Ferguson (36 punti, 8 rimbalzi) e Mike Hall (doppia doppia da 21 punti e 13 rimbalzi). Dall’altra Treviglio ha ripreso il rapporto con la vittoria sconfiggendo al PalaFacchetti una formazione ostica come la Lighthouse Trapani (81-73) al termine di un match risolto con un terzo quarto sontuoso. La sfida tra Angelico e Remer si preannuncia molto combattuta. Il ruolo di sfavorita appare assegnato a Treviglio sulla carta, visto l’impegno in trasferta e le 4 vittorie consecutive conquistate dai ragazzi di coach Carrea. Non sono da sottovalutare però i punti di forza dei trevigliesi: dalla sua la BluBasket può vantare una maggiore profondità di panchina, con diversi giocatori in grado di far male a partita in corso; oltre a ciò, sono da sottolineare gli ottimi momenti che stanno vivendo diversi giocatori, su tutti il tandem Marini-Marino (sempre imprevedibili, abili anche nel tiro da fuori) e il jolly Sorokas (sempre più importante su entrambi i lati del campo). Si preannunciano scintille nei duelli Marino vs. Ferguson e Sorokas vs. Hall: chi riuscirà a vincere questi scontri, avrà conquistato un bonus molto importante sulla via della vittori

O.R.S.I. TORTONA – LIGHTHOUSE TRAPANI
13/11/2016 – 17:30
PALAFERRARIS – Via Visconti, 16 CASALE MONFERRATO (AL)

QUI TORTONA – Forte del primato in classifica la Orsi Tortona si accinge, domenica alle ore 17.30 al Pala Ferrari di casale Monferrato, ad affrontare la agguerrita Pallacanestro Trapani nel primo dei due impegni casalinghi consecutivi che le riserba il calendario. Dopo la gara con i siciliani, infatti, Venerdì 18 i bianconeri incroceranno le armi nel derby piemontese contro Biella sempre tra le mura casalinghe.
I ragazzi di coach Cavina sono ancora imbattuti davanti al pubblico amico, trascinati dalla straordinaria vena realizzativa dei due americani Cosey e Green che combinano insieme 40.5 punti di media ad allacciata di scarpe e fortemente supportati da un gruppo di Italiani giovani ma già solidi in campo e sempre affamati. Benchè i bianconeri gioiscano per il momentaneo primo posto della serie A2 girone Ovest, Cavina tiene sempre i suoi sulla corda, lavorando sull’intensità e le collaborazioni difensive. Specie quando i bianconeri devono affrontare clienti come la Lighthouse Trapani che si schiera con più centimetri e chili dei tortonesi in quasi tutti i ruoli in campo. Per la gara di domenica si avrà anche il rientro di Mascherpa, che aveva saltato la trasferta di Ferentino per attacco influenzale, e la conferma del sempre maggior riavvicinamento alle migliori condizioni di Davide Reati. Trapani si presenta domenica in Piemonte decisa a dar guerra ai bianconeri per interrompere la scia negativa dopo la sconfitta maturata domenica scorsa a Treviglio. I siciliani sono desiderosi di un pronto riscatto e daranno filo da torcere al Derthona, e soprattutto potranno contare sulle doti di Filloy che domenica, nonostante l’infortunio, sarà a disposizione di coach Ducarello.

QUI TRAPANI – Altra trasferta, la seconda consecutiva per la Lighthouse Trapani. I ragazzi di coach Ducarello saranno di scena sul campo degli Orsi Tortona, squadra che coabita al comando del girone Ovest del campionato di A2. Trapani, dopo la meritata sconfitta sul campo di Treviglio, cercherà l’impresa in terra di Piemonte, ma ci vorrà una squadra che non molli alla prima difficoltà, come successo a Treviglio. La settimana di lavoro è stata condizionata dall’assenza di capitan Filloy, il problema muscolare ha bisogno di qualche settimana di cure, però la Lighthouse ha armi a sufficienza per tentare il colpaccio che potrebbe far svoltare verso l’alto l’attuale classifica.

PALL. VIRTUS ROMA – POLISPORTIVA AGROPOLI
13/11/2016 – 18:00
PALAZZETTO DELLO SPORT – Piazza Apollodoro ROMA (RM)

QUI VIRTUS – La Virtus Roma, alla sua terza sconfitta consecutiva, ospita per la prossima giornata Agropoli, in una sfida tra due gruppi che la settimana scorsa hanno entrambi perso la prima gara davanti ai propri tifosi. Sarà una gara molto importante per Roma, che deve ritrovare quella carica che l’aveva spinta ad un inizio di stagione entusiasmante e che sembra avere un po’ perso nelle ultime uscite: dopo le vittorie casalinghe e la prima vittoria in trasferta, è uscita sconfitta dal doppio confronto piemontese con Biella e Tortona ed è caduta con Latina nonostante una prova davvero superlativa di John Brown, primo per punti segnati e per valutazione e terzo per falli subiti nel girone ovest. Non sarà facile ritrovarsi proprio domenica, perché Agropoli stessa, ferita dalla sua prima sconfitta casalinga stagionale, vuole il riscatto immediato provando a vincere per la prima partita in trasferta; sorvegliati speciali per la Virtus saranno Donnel Taylor con i suoi 17 punti di media e Kevin Langford con 13 a gara. Dal canto suo Roma potrà contare sul talento Brown ma dovrà avere di più da Raffa, Benetti e Sandri, e soprattutto dovrà ritrovare l’aggressività difensiva che l’ha contraddistinta ad inizio stagione.

QUI AGROPOLI – Viaggia verso la capitale il basket Agropoli di coach Finelli alla ricerca del primo successo stagionale lontano dal PalaCilento. Ad attendere Contento e compagni la Virtus Roma di coach Corbani e di John Brown, dominatore dei rimbalzi in fase d’attacco (30), reduce da ben 3 sconfitte consecutive, dopo i 3 successi iniziali. Un impegno per nulla agevole per la formazione cilentana che in queste prime 6 giornate ha totalizzato 4 punti frutto di 2 vittorie casalinghe, 3 sconfitte esterne e dell’ultima roccambolesca sconfitta nel supplementare, al PalaCilento, contro Biella, quando i tifosi già assaporavano il dolce sapore della vittoria. In questo avvio di stagione ben poco è andato per il verso giusto alla formazione del presidente Scuderi: gli americani arrivati in ritardo e che stentano a fornire alla squadra l’apporto sognato dai tifosi e , forse, anche dalla dirigenza; gli infortuni subiti da Romeo e, soprattutto, da Turel che stenta a ritrovare il parquet e privando la compagine cilentana dei punti preziosi del suo uomo migliore in attacco (12.3 a gara); la partenza sotto tono di alcuni elementi fondamentali del quintetto che, dopo una preseason esaltante, sono precipitati in una crisi mentale davvero preoccupante. Quello che sembrava un roster lungo e ben assortito improvvisamente è diventato corto, con i giovani che faticano a trovare la fiducia del coach, in attesa di poter vedere all’opera Marra ancora fermo ai box dopo i terribili infortuni in cui è incappato. A Roma coach Finelli, quasi sicuramente, non potrà contare ancora una volta sull’apporto di Mirko Turel, rientrato in gruppo a pieno ritmo solo oggi, mentre Romeo, seppur sofferente, stringerà i denti per ben figurare contro la sua ex squadra, con cui ha esordito in serie A nel 2015 (Acea Roma -Consultinvest Pesaro), sotto la guida di coach Dalmonte, ripagato con 5 punti in 6 minuti nel primo tempo della gara, con 2/2 da due, 1/1 ai liberi e un fallo subito. I delfini per poter sperare nel colpaccio dovranno essere in grado di bloccare le veloci azioni di rimessa di Chessa e compagni e migliorare, notevolmente, il proprio rendimento sotto le plance dove generalmente concedono più di qualcosa agli avversari basti pensare ai 17 rimbalzi in più regalati a Biella, causa principale, oltre ai clamorosi errori individuali, della beffa finale patita contro i piemontesi.

MONCADA AGRIGENTO – NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO
13/11/2016 – 18:00
PALAEMPEDOCLE R.MONCADA – Lungomare Pirandello PORTO EMPEDOCLE (AG)

QUI AGRIGENTO – Due strade diverse, uno stesso obiettivo: vincere. Agrigento ospita Casale Monferrato per un match che si preannuncia intenso per diversi motivi. La squadra di Ramondino si è sbloccata domenica scorsa con una vittoria convincente. Agrigento, invece, vive un momento ben diverso. Quella contro Siena è stata la seconda sconfitta di fila, la quarta nell’arco delle sei partite giocato fino ad ora. I problemi sono ormai ben noti, chimica di squadra che si intravede troppo raramente e mancanza di lucidità nei momenti decisivi. Dopo Reggio e Roma, Agrigento si è trovata contro Siena sopra di sei punti ad un quarto dalla fine con un’inerzia che sembrava essere passata totalmente dalla parte degli uomini di Ciani. Merito di Vildera e demerito dei lunghi agrigentini l’istantanea contro-rimonta senese che poi lanciò la vittoria esterna. L’occasione di domenica è ghiotta per giocare una partita di carattere per dimostrare che la scintilla è scattata nuovamente, sperando che sia la volta buona. Nonostante il momento delle squadre veda i piemontesi favoriti, le statistiche sono tutte a favore di coach Ciani e della sua Agrigento. 7-1 in favore del friulano, anche in partite decisive, nella fattispecie la semifinale play-off della stagione 14-15’. Interpretare una possibile chiave della gara è quasi impossibile, si tratta di due squadre che puntano ai play-off ma che, momentaneamente, militano nelle zone basse della classifica. Per questo motivo è facile pensare che l’intensità sarà davvero altissima, causata dalla paura di perdere e tornare a vivere i giorni tristi e burrascosi della sconfitta. Ciani-Ramondino, atto nono, domenica 13 alle 18:00.

QUI CASALE – Dopo aver finalmente sbloccato la classifica, la Novipiù Casale Monferrato ha come obiettivo la continuità. L’impegno non è dei più semplici, visto che i ragazzi di Ramondino saranno di scena sul parquet del PalaMoncada di Agrigento. La gioia per la prima vittoria deve dare fiducia a un gruppo che è costantemente cresciuto, nonostante i risultati stentassero ad arrivare. Per la trasferta in terra siciliana, il coach campano dovrà quasi certamente rinunciare a Eric Ruiu, che si è fermato per una distrazione alla caviglia. Per il resto il roster rossoblù sarà al completo, consapevole di affrontare una squadra di livello ma con la voglia di non fermarsi e provare a sbloccarsi anche lontano dal PalaFerraris. Oltre all’esperienza di Martinoni, punto fermo in campo e fuori, c’è anche l’ottimo momento di Obi Emegano. Dopo un inizio di stagione stentato, la guardia americana è cresciuta di condizione, prendendosi anche responsabilità importanti. In caso di successo, Casale andrebbe verso Agropoli con uno spirito assolutamente positivo.

LATINA BASKET – EUROBASKET ROMA
12/11/2016 – 21:00
PALABIANCHINI – Via Dei Mille LATINA (LT)

QUI LATINA – Un derby. Questa la connotazione che i più hanno dato all’incontro che si svolgerà al PalaBianchini sabato 12 novembre. L’Eurobasket torna sul campo di Via dei Mille, la casa della Latina Basket, a quasi due mesi di distanza da quella gara “amichevole” che l’ha vista strappare la vittoria ai padroni di casa. Molte cose sono cambiate in queste settimane. Il percorso di Latina è stato difficoltoso (non difficile) ma ha messo in evidenza i punti di forza del gruppo di Gramenzi: velocità, ostinazione e caparbietà. Queste sono le armi dalle quali Bonessio e compagni dovranno difendersi. Alla squadra capitolina non resta che smentire il pronostico dell’ennesima sconfitta in trasferta ed ai padroni di casa, forti dei giovani ma esperti Pastore e Uglietti, necessita raggiungere la conquista della prima vittoria casalinga. Non sarà semplice, per i ragazzi di coach Bonora, far fronte al grande entusiasmo dei nerazzurri, sulla scia della vittoria della settimana scorsa in casa della Virtus Roma. Gli ingredienti per fare bene ci sono tutti. L’atmosfera è carica e concentrata e Franco Gramenzi assistito dal suo Team, ha lavorato sodo in settimana per arrivare al meglio all’incontro di sabato sera, risparmiando Pastore e Poletti per schierarli in campo in perfetta forma. La “Febbre del sabato sera” così come definita dal comunicato pre-gara della Latina Basket, è pronta a salire. Prepariamoci ad un incontro veramente interessante sotto tutti gli aspetti!

QUI EUROBASKET – L’Eurobasket Roma scende in quel di Latina per la settima giornata del campionato di A2. I capitolini arrivano al match dopo la sconfitta di Rieti, in cui alla Roma Gas&Power non è bastato rimontare 13 punti nei due quarti finali per riprendere il timone della partita. Entrambe le squadre sono appaiate a quota 4 punti in classifica. Le compagini si sono già affrontate in uno scrimmage di precampionato, vinto dall’Eurobasket con il punteggio di 61-79. Cercare di entrare subito nel match con il giusto ritmo è uno dei to do per la Roma Gas&Power, che spesso in trasferta soffre nelle battute iniziali per poi prendere le misure e recuperare terreno nel corso della partita. Una curiosità? Al momento Latina non è riuscita a conquistare punti tra le mura amiche, mentre l’Eurobasket non è ancora riuscita a mietere vittime lontana dal PalaTiziano.

GIVOVA SCAFATI – FMC FERENTINO
13/11/2016 – 18:00
PALAMANGANO – Via Della Gloria SCAFATI (SA)

QUI SCAFATI – Scafati è pronta a ripartire dopo l’ennesima rivoluzione di questa tormentata stagione 2016/2017, ma lo fa da una certezza: Giovanni Perdichizzi. Infatti dopo la sconfitta di Legnano la società gialloblè ha rescisso il contratto che la legava a Zare Markovski ed ha chiuso il ritorno a “casa” del coach siciliano. Subito una prova importante per il coach che ha riportato la Coppa Italia di A2 al PalaMangano visto che domenica proprio tra le mura amiche arriverà Ferentino. Tutto il roster è a disposizione e sarà interessante vedere quale sarà l’americano “scelto” da Perdichizzi per il suo nuovo esordio sulla panchina di Scafati: Fischer si sta giocando le sue chances negli allenamenti che precedono la sfida, ma sembra che Linton Johnson sia il favorito. Ora non ci sono più scuse per un gruppo importante che vuole tornare a vincere e a convincere. Ci si attende un PalaMangano diverso dalle prime uscite, che sia quindi l’arma in più per risalire la classifica.

QUI FERENTINO – L’imperativo è rialzarsi. Questo è sicuramente quello che pensano sia a Ferentino che a Scafati, due squadre che vengono da una striscia di risultati negtivi e che domenica si sfideranno per rimanere attaccate ai primi posti. Per i padroni di casa la situazione non è idilliaca. I campani, infatti, hanno già cambiato la guida tecnica dopo i scarsi risultati ottenuti sino ad ora e il loro gioco è molto lontano da quello che li ha condotti sino alla semifinale lo scorso anno. Non se la passano meglio i ciociari. La squadra di coach Ansaloni viene da due sconfitte, arrivate in modi diversi, ma che fanno preoccupare non poco l’ambiente amaranto, perché è risultata evidentissima una mancanza di approccio alla gara in alcune fasi della partita sopratutto dal punto di vista mentale e in particolar modo nel terzo quarto, quando le partite si decidono. In questi momenti di difficoltà le due squadre si affideranno rispettivamente a Baldassarre e a Gigli, i capitani delle squadre, che grazie alla loro leadership cercheranno di dare una spinta morale ai propri compagni per ricondurli sul filo della concentrazione in tutti i 40 minuti. Non sarà una partita da dentro o fuori, ma siccome queste sono due squadre che a inizio stagione erano tra le strafavorite per contendersi la testa del girone, la partita sarà sicuramente tesa e tosta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy