Inside the A2 Ovest: ecco la nuova Virtus Roma, da qui #RiparTiamo

Inside the A2 Ovest: ecco la nuova Virtus Roma, da qui #RiparTiamo

Commenta per primo!

Foto Credits: www.virtusroma.it
La Virtus Roma è pronta a ripartire in una nuova stagione che sarà per lei tutta nuova: nuovo il coach, nuovi i componenti della squadra, ma soprattutto nuovo il palcoscenico. La squadra capitolina infatti si affaccerà per la prima volta nel campionato di A2, dopo la decisione presa dal Presidente Claudio Toti alla fine di una turbolenta estate. Una autoretrocessione che ha portato con sè un polverone di discussioni e critche, ma che non cambia il fatto: Roma adesso è in A2 e da qui vuole ripartire per ricostruire il suo futuro.
Guido Saibene
Non sorprende quindi che alla testa di questa Virtus 2.0 sia stato messo un coach che questo ambiente lo conosce bene: si tratta di Guido Saibene, che torna nella Capitale dopo 7 anni dal suo ultimo passaggio. Saibene infatti è stato assistente sulla panchina romana prima di Piero Bucchi, poi di Svetislav Pesic e in ultimo di Jasmin Repesa; con la nuova squadra e la nuova situazione il coach sembra l’uomo perfetto, poichè non solo conosce bene la Virtus, ma a già esperienza di situazioni difficili, avendo condotto alla salvezza l’Olimpia Milano nella stagione 2000-2001. E’ inoltre un grande conoscitore dei settori giovanili, che si è già trovato ad allenare diverse volte, e vista la volontà espressa dalla Virtus di ripartire dai giovani, sembra proprio l’uomo giusto per questo incarico. IL ROSTER  Ripartire da zero non è mai facile, figurarsi in una situazione del genere: per questo Roma ha scelto di puntare su giocatori che già conoscono i campionanti di queste categorie, scegliendo un buon mix di giovani talenti e di giocatori un po’ più adulti e di maggiore esperienza, che adesso andiamo a scoprire insieme. il nome più conosciuto di questo roster è sicuramente quello di Giuliano Maresca, uno dei primi acquisti della stagione, portato nella sua città natale con un contratto biennale. Classe ’81, Maresca è una guardia-ala che calca il parquet già da qualche anno: passate le giovanili nella Sam basket comincia a girare l’Italia da Nord a Sud, passando da Montegranaro, Treviso, Milano, Brindisi, Caserta e Barcellona e facendo esperienza di tutti i tipi di serie. Disputa 19 partite con la Nazionale e porta più di una volta la fascetta di Capitano, ruolo di cui viene insignito anche in casa Virtus.
Alan Voskuil
Sono tre gli stranieri su cui Roma ha scelto di puntare per la prossima stagione. Inizamo da uno dei più talentuosi uomini romani, al cui tiro Roma sicuramente di affiderà in molti momenti: parliamo di Alan Voskuil, classe ’86, proveniente dall’Angelico Biella con la quale ha disputato anche l’Eurochallenge. Nato in Alabama la sua formazione inizia nelle mani del coach Hall of Fame Bobby Knight alla Texas Tech University, dopo la quale inizia a girare l’Europa dividendosi tra Spagna, Danimarca, Francia e Turchia; approda in Italia per la prima volta nel 2011 con Piacenza, per poi tornare con Biella e finire adesso a Roma. Il ragazzo dal doppio passaporto statunitense e danese è un giocatore che ha un grande istinto offensivo, noto per le sue doti da tiratore ma anche per essere un vero trascinatore in campo, sia in partita che in allenamento. Il suo spirito combattivo lo porta a competere in ogni frangente del gioco, sotto questo aspetto siamo certi che sarà un riferimento e una guida per i suoi compagni Il secondo di cui parliamo è Jamal Olasewere, ala statunitense di passaporto nigeriano, un ragazzo del ’91 di spiccate doti fisiche e atletiche e dalla notevole altezza (201 cm). Ultimo ad unirsi al roster, il suo percorso inizia alla Springbrook High School, liceo della sua città, per proseguire poi al college con i LIU Brooklyn Blackbirds. Nei quattro anni a Long Island ha sfiorato l’accesso al tabellone finale del campionato NCAA arrivando fino alla qualificazione alle First Four 2013, dopo aver viaggiato per tutta la stagione a una media di 18.9 punti. L’esordio tra i professionisti è arrivato nel 2014-15 con la squadra belga di Pepinstere proprio questa estate arriva la chiamata della sua Nazionale, la Nigeria, con cui disputa e vince l’Afrobasket. A chiudere il terzetto troviamo il centro Craig Callahan, un americano di passaporto italiano classe ’81. Dal fisico imponente (204 cm per 105 kg) ma dalla mano morbida, Callahan fa il classico percorso hig school-college per poi iniziare la sua carriera da professionista in Europa. Passa da Repubblica Ceca, Spagna e Germania fino all’approdo in Italia nel 2011: molti lo ricorderanno nel roster dell’Enel Brindisi nell’anno della storica promozione in A. Dopo la permanenza in altre squadre italiane gioca l’ultima stagione a Varese (con cui segna 14 punti di media) e porta alla fine il suo talento e i suoi centimentri nel roster capitolino.
Gabriele Benetti
La Virtus ha firmato anche tanti italiani, tra cui spiccano Marco Bonfiglio, giocatore dotato di grande dinamismo che gli permette di giocare sia da playmaker che da guardia, un buon atleta che ha capacità realizzative interessanti, Guido Meini, un playmaker di esperienza che conosce bene il gioco, capace di prendersi responsabilità e di realizzare tiri dal peso specifico elevato e ottimo difensore e Gabriele Benetti, in prestito dalla Virtus Bologna. Non fatevi ingannare dalla sua giovanissima età: nonostante sia nato nel 1995 ha già esperienza di gioco inviadibili, non solo con le V nere ma anche in maglia azzurra, con cui ha disputato gli Europei Under 20 del 2015. A completare il roster troviamo Riccardo Casagrande, ragazzo dell’88 che ha già esperienza con molte squadre italiane  e proveniente da Senigallia, di cui è stato il miglior realizzatore con i suoi 13.2 punti di media, e la giovane guardia Ennio Leonzio, classe 1994 che ha disputato l’ultima stagione a Barcellona Pozzo di Gotto insieme a Giuliano Maresca. Leonzio è un prodotto del vivaio della Stella Azzurra Roma, nella quale ha svolto tutta la trafila giovanile disputando anche il prestigioso Nike International Junior Tournament nel 2013. ACQUISTI Jamal Olasewere (NIG, A,Wolves Pepinster -Belgio) Guido Meini (ITA, P/G,Pall. Trapani S.C.) Giuliano Maresca (ITA, G,Basket Barcellona) Ennio Leonzio (ITA, G, Basket Barcellona) Craigh Callahan (ITA, A/C, Pallacanestro Varese) Gabriele Benetti (ITA, A, Virtus Bologna) Alan Voskuil (DNK, G, Pallacanestro Biella) Riccardo Casagrande (ITA, A, Pallacanestro Senigallia) Simone Bonfiglio (ITA, P, Team Basket Montichiari) GLI OBIETTIVI Come si è ripetuto più volte questo è una sorta di anno zero per la Virtus Roma, un anno di ripartenza e di rinascita. E’ chiaro che l’obiettivo a lungo termine è quello di riportare la squadra della Capitale nella massima serie, ma è anche chiaro che la competizione sarà moltissima; quello che Roma si pone come obiettivo è sicuramente di ripartire col piede giusto, di costruire con i ragazzi e il nuovo coach un solido percorso che possa riportare la squadra ai fasti di un tempo.   IL PRECAMPIONATO AI RAGGI X 05/09, Pallacanestro Palestrina-Acea Virtus Roma 83-84 (Callahan 23, Benetti 19, Casagrande 13) 12/09, Acea Virtus Roma-Dolomiti Energia Trento 62-70 (Voskuil 19, Callahan 13, Olasewere 8) 13/09,Fortitudo Bologna-Acea Virtus Roma 85-65 (Olasewere 15, Casagrande 13, Bonfiglio 10) 16/09, Stella Azzurra-Acea Virtus Roma (Voskuil 29, Callahan 16, Benetti 16) 19/09, Acea Virtus Roma-Lighthouse Conad Trapani74-83 (Voskuil 18, Callahan 17, Olasewere 11) 20/09, Benacquista Assicurazioni Latina-Acea Virtus Roma 73-77 (Callahan 19, Voskuil 18, Meini 7) 24/09,  Mens Sana Basket – Acea Virtus Roma 79-69 (Olasewere 18, Maresca 14, Callahan 14) 27/09, Acea Virtus Roma – Benacquista Assicurazioni Latina  (Voskuil 27,Callahan 18, Olasewere 11)  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy