Inside the A2 Ovest – Nuovo inizio a Casa Mens Sana. Squadra e coach pronti a ricominciare

Inside the A2 Ovest – Nuovo inizio a Casa Mens Sana. Squadra e coach pronti a ricominciare

Riparte una nuova stagione a Siena. Squadra nuova, giovane, ma anche piena di talento. Con una certezza: è tornato Griccioli.

Commenta per primo!

E’ un pomeriggio come tanti altri davanti al palazzo dello sport di Siena. Bordo campo, la squadra deve ancora entrare sul terreno prima dell’allenamento. Due bambini si prendono per mano e si incamminano fino al limite del parquet, estasiati dall’impatto che dà il palazzo vuoto. “Hai visto che bello il campo?” dice lei all’amico. “Sì”,risponde lui, “ma è ancora meglio se è pieno di gente. Quando c’è la partita, le persone vengono qui e si sentono come a casa”. Ecco, questa è la specialità dei bambini: saper descrivere con dieci parole l’essenza di qualcosa che, se ci provasse un adulto, sarebbe forse raccontato con tuttii lemmi del Devoto Oli, ma di sicuro senza la stessa disarmante chiarezza. Sentirsi a casa. E’ tutto qui il sentimento del pubblico mensanino, un pubblico né peggiore e né migliore degli altri, ma di certo unico, che vicino alla propria squadra riscopre il calore domestico del focolare acceso in una serata d’inverno.Questo senso di domus, di accoglienza, è ancor più tangibile quest’anno, e i motivi sono molti. Nuova società innanzi tutto, nata dalle sinergie di un’associazione e di un consorzio che, nonostante le passate e presenti difficoltà, ha creato le condizioni per la nascita di un progetto futuribile. E soprattutto che manda la squadra in campo. Poi, la conferma di Marruganti, che finalmente può concentrarsi su ciò che indubbiamente sa fare meglio: costruire la squadra in ogni suacomponente, assicurandosi che tutto funzioni al meglio. Un lavoraccio, ma qualcuno deve pur farlo, quindi meglio se è anche bravo. E infine il ritorno di Griccioli, per la prima volta da capo allenatore, che riprende possesso della sua casa, dentro e furi metafora. Dopo labella, a tratti anche esaltante, stagione 2015/2016 guidati da un condottiero come Ramagli, a cui vanno tutti i nostri “in bocca al lupo”, ci voleva una scelta così, che fosse allo stesso tempo in continuità ma anche in discontinuità con la gestione precedente. Il coach, quest’anno come l’anno scorso, rappresenta un plusvalore assoluto per la squadra, fa fare il salto di qualità. Griccioli è questo, ed in più porta in dote idee nuove dopo essersi confrontato con la categoria superiore.La squadra è diversa, di sicuro più giovane e inesperta, ma gli ingredienti per una buona cenetta ci sono tutti.

IL ROSTER

IL QUINTETTO

L’unico superstite del gruppo dello scorso anno è Lorenzo “Lollo” Bucarelli, tutto il resto è novità. Lo startingfive sarà composto nello spot di play da un altro Lorenzo, Saccaggi (1992, 189 cm), che arriva dopo una stagione a Verona ed ha una voglia matta di crescere ancora per fare il definitivo salto di qualità. Aggressività, difesa, ma anche mani veloci per smistare palloni in attacco. Più i compagni beneficeranno della sua presenza in campo, più la Mens Sana farà strada. La guardia titolare è, a nostro avviso, un possibile crackdel campionato (definizione da leggere ovviamente in senso cestisticamente positivo): KT Harrell (1992, 193 cm). Gran fisico, talento offensivo fuori categoria, dotato anche di un’ottima visione radar per i compagni svegli nelle vicinanze, sarà il punto di riferimento della squadra. Dovrà integrarsi, capire il sistema e l’ambiente, ok, ma promette faville. In ala Jonathan Tavernari (1987, 198 cm), italo-brasiliano tutto pepe che rappresenta una garanzia in termini di esperienza nel campionato italiano. Nella serata giusta, quando alza le mani il risultato è scontato: canestro. Nonostante non abbia ancora trent’anni, è chiamato ad un ruolo di grande responsabilità, soprattutto come punto di riferimento per i giovani. E questo la dice lunga sull’età media della squadra. Considerato il carattere aperto e sorridente, tanto simile ad una spiaggia brasiliana, forse è proprio lui l’uomo giusto al posto giusto. A proposito di esperienza, primo interno del quintetto è Simone Flamini (1982, 202 cm), capitano per quest’annata. Un giocatore che conosce i parquet italiani come le tasche della sua giacca; lui sì che può rappresentarel’amalgama, il collante della squadra, anche se ovviamente in una stagione così lunga il suo minutaggio dovrà essere dosato con sapiente accortezza. Sarà decisivo, dentro e fuori dal campo. A chiudere, in posizione di centro, l’altro USA scelto da Griccioli e Marruganti: Mike Myers (1992, 205 cm). Dopo un’infanzia non proprio agevole nel New Jersey, si trasferisce con la famiglia per il college ed impressiona tutti coloro che lo incontrano per l’incredibile dedizione al lavoro dimostrata sia nel campo da basket che da football, l’altro suo sport prediletto. Uno così non poteva arrivare in un posto migliore. Segni particolari: circonferenza delle braccia e dotazione muscolare illegali in diversi stati del mondo, visto che gli arti del suddetto possono a ragione essere considerati armi improprie. Sarà il totem umano della nuova stagione biancoverde.

 

LA PANCHINA

Griccioli avrà seduti sul pino ma pronti a scattare tanti giovani di belle speranze, chiamati alla grande ribalta e a dare una salutare iniezione di energia. La sicurezza è Alessandro Cappelletti (1995, 186 cm), altro ragazzo che qui è davvero di casa, ma che ha dimostrato enormi miglioramenti e sembra pronto per la scena. Il già nominato Lorenzo Bucarelli (1998, 193 cm), da cui si attende un contributo ancora più importante di quello della passata stagione, rappresenta la continuità verde della Mens Sana, il legame tra presente e passato. Il cammino dello scorso anno tornerà comodo. Ulteriori arrivi sono stati Giovanni Vildera (1995, 205 cm) e Tommaso Pichi (1996, 203 cm). Il primo, prodotto del ricco bacino della Reyer Venezia, già porta in dote un notevolechilometraggio in giro per i campi italiani di categoria. Il secondo, che ha fatto grandi cose nelle serie minori, è giunto in Toscana con un’idea fissa: quella di potersi meritare minuti importanti anche in A2. A chiudere le rotazioni Dario Masciarelli (1998, 198 cm), giocatore assai promettente venuto su direttamente del vivaio mensanino e promosso da questa stagione in prima squadra.

 

 

ACQUISTI

KT HARRELL (USA – G, da Akishar- TUR – 16,6 pts, 3,5 r., 2,5 a.)

  1. MYERS(USA – C, da Bordeaux – FRA – 17 pts., 9 r.)
  2. TAVERNARI (ITA/BRA – A, da Agropoli – 13,6 pts.)
  3. FLAMINI (ITA – A, svincolato)
  4. SACCAGGI (ITA – P, da Verona – 6,7 pts., 2,7 a.)
  5. CAPPELLETTI (ITA – P, da Omegna – 7,7 pts., 2,9 a.)
  6. PICHI (ITA – A – UNDER)
  7. VILDERA (ITA – A, da Venezia)
  8. MASCIARELLI (ITA – A – UNDER)

 

CONFERME

  1. BUCARELLI (ITA – A)

 

OBIETTIVI

Partiamo da quello minimo, sindacale diciamo: mantenere la categoria. Il resto, non è dato saperlo. Sono troppe le incognite legate ad una squadra così giovane e così rinnovata in ogni reparto. Le cose certe sono due: la prima è che le potenzialità per far togliere a tutto l’ambiente svariate soddisfazioni ci sono tutte; la seconda è che, nonostante il cammino sembri lungo e tortuoso, i miglioramenti che la squadra potrà far vedere da qui a pochi mesi saranno evidenti, perché è così che in quel palazzo si lavora: giorno dopo giorno, inseguendo il traguardo di essere sempre un po’ migliori di quando si è entrati.

 

COSI’ IN CAMPO

SACCAGGI (P), HARRELL (G), TAVERNARI (Ap), FLAMINI (Ag), MYERS (C).

A DISPOSIZIONE

CAPPELLETTI (P), BUCARELLI(G/A), PICHI (A), VILDERA (Ag), MASCIARELLI (A).

 

LA PRESEASON

 

MENS SANA – PIOMBINO 93 – 67 (27-15; 24-19; 19-15; 23-16)

 

PALL. VARESE – MENS SANA BASKET 1871 75 – 79 (51-52; 35-39; 14-27)

Masciarelli, Harrell 19, Cepic ne, Vildera, Cappelletti 12, Marchetti, Saccaggi 8, Pichi 2, Myers 15, Tavernari 13. Coach: Griccioli.

 

VICTORIA LIBERTAS PESARO – MENS SANA BASKET 1871 60 – 79 (24-23; 34-41; 42-61)

Masciarelli 2, Harrell 24, Cepic, Vildera 6, Cappelletti 16, Marchetti, Saccaggi 6, Pichi 3, Myers 10, Tavernari 12. Allenatore Griccioli.

 

UNIEURO FORLI’ – MENS SANA BASKET 1871 75 – 79 (16-28; 40-53; 64-66)

Masciarelli ne, Harrell 23, Cepic 1, Vildera 6, Cappelletti 6, Marchetti, Saccaggi 9, Flamini, Bucarelli, Pichi ne, Myers 12, Tavernari 22. Coach: Griccioli.

 

JUVE CASERTA – MENS SANA 86 – 67 (15-20; 33-36; 57-56)

Masciarelli, Harrell 18, Cepic 1, Vildera 6, Cappelletti 9, Marchetti ne, Saccaggi 15, Flamini ne, Bucarelli 2, Campori ne, Myers 14, Tavernari 2. Coach: Griccioli.

 

MENS SANA – PALL. TRAPANI 73 – 67 (23-22; 38-31; 52-46)

Masciarelli, Harrell 26, Vildera 10, Cappelletti 6, Saccaggi 6, Flamini, Bucarelli 3, Pichi ne, Myers 11, Tavernari 11. Coach: Griccioli.

 

MENS SANA – TEZENIS VERONA 74 – 75 (19-16; 39-28; 53-56)

Masciarelli 3, Harrell 18, Vildera 6, Cappelletti 13, Saccaggi 4, Flamini, Bucarelli 1, Pichi 3, Myers 8, Tavernari 18. Coach: Griccioli.

 

MENS SANA – FIORENTINA BASKET 96 – 72 (28-31; 52-43; 82-59)

Masciarelli 4, Harrell 18,  Vildera 10, Cappelletti 12, Ceccarelli, Saccaggi 14, Flamini 3, Bucarelli 5, Pichi 2, Myers 28, Tavernari ne. All. Griccioli.

 

MENS SANA – THE FLEXX PISTOIA 77 – 91 (26-18, 36-37, 59-68)

Masciarelli, Harrell 19, Cepic ne, Vildera 2, Cappelletti 8, Campori ne, Saccaggi 11, Flamini 5, Bucarelli 3, Pichi, Myers 19, Tavernari 10. All. Griccioli.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy